Cina ed India: verso un'alleanza?

Cina ed India: verso un'alleanza?

Il premier cinese Li Keqiang a Nuova Delhi. Si aprono nuovi scenari

I nostri articoli saranno gratuiti per sempre. Il tuo contributo fa la differenza: preserva la libera informazione. L'ANTIDIPLOMATICO SEI ANCHE TU!

Nella sua prima visita all'estero dal suo insediamento, il primo ministro cinese Li Keqiang ha scelto l'India. In un incontro martedì a Nuova Delhi con rappresentanti delle imprese indiane, Li martedì si è impegnato ad aprire il mercato del suo paese e restringere le barriere doganali tra i due paesi. Per quel che riguarda le preoccupazioni indiane sul deficit commerciale, Pechino si è così impegnato a fornire agevolazioni per i prodotti indiani ad accedere al mercato cinese. 
Dopo il vertice con il premier indiano Manmohan Singh, Li mercoledì si è impegnato lunedì 20 maggio a costruire un rapporto di fiducia con l'India. A meno di un mese dal conflitto nella regione contesa dell'Himalaya, quando Nuova Delhi aveva accusato le truppe cinesi di una violazione di 20 Km nel territorio indiano rispetto alla Linea di demarcazione del 1963, Li ha dichiarato che la Cina aumenterà la cooperazione con l'India attraverso una triplice strategia: “aumentare la fiducia, intensificare la cooperazione ed affrontare il futuro insieme”. Nonostante non abbia menzionato direttamente la questione del conflitto nell'Himalaya, Li ha dichiarato che la “pace mondiale non può essere realizzata senza una strategia di fiducia tra India e Cina”. Li ha incontrato anche il ministro degli esteri indiano Salman Khurshid, il leader del partito del Congresso Sonia Gandhi e quelli del partito d'opposizione del Bharatiya Janata.
La Cina è oggi il principale partner commerciale dell'India, con un interscambio complessivo di 66.5 miliardi lo scorso anno, ma con un grande squilibrio a favore della Cina e per questo Li si è impegnato ad un riequilibro per migliorare le relazioni dei due paesi maggiormente popolati. Pechino punta ad arrivare ai 100 miliardi nel 2015.

Il macronismo apre le porte all'estrema destra di Paolo Desogus Il macronismo apre le porte all'estrema destra

Il macronismo apre le porte all'estrema destra

"11 BERSAGLI" di Giovanna Nigi di Giovanna Nigi "11 BERSAGLI" di Giovanna Nigi

"11 BERSAGLI" di Giovanna Nigi

Armi ad Israele: a che gioco sta giocando Washington? di Giacomo Gabellini Armi ad Israele: a che gioco sta giocando Washington?

Armi ad Israele: a che gioco sta giocando Washington?

FT - Nell'UE si teme ora "l'effetto Fico" di Marinella Mondaini FT - Nell'UE si teme ora "l'effetto Fico"

FT - Nell'UE si teme ora "l'effetto Fico"

L'austerità di Bruxelles e la repressione come spettri di Savino Balzano L'austerità di Bruxelles e la repressione come spettri

L'austerità di Bruxelles e la repressione come spettri

Ucraina. Il vero motivo di rottura tra Italia e Francia di Alberto Fazolo Ucraina. Il vero motivo di rottura tra Italia e Francia

Ucraina. Il vero motivo di rottura tra Italia e Francia

La violenza del capitale di Giuseppe Giannini La violenza del capitale

La violenza del capitale

Toti e quei reati "a fin di bene" di Antonio Di Siena Toti e quei reati "a fin di bene"

Toti e quei reati "a fin di bene"

Mercato "libero" e vincolo interno: uno studio di Assoutenti di Gilberto Trombetta Mercato "libero" e vincolo interno: uno studio di Assoutenti

Mercato "libero" e vincolo interno: uno studio di Assoutenti

Gli ultimi dati del commercio estero cinese di Pasquale Cicalese Gli ultimi dati del commercio estero cinese

Gli ultimi dati del commercio estero cinese

La foglia di Fico di  Leo Essen La foglia di Fico

La foglia di Fico

Lenin fuori dalla retorica di Paolo Pioppi Lenin fuori dalla retorica

Lenin fuori dalla retorica

Gaza (e Cisgiordania), tra massacri e doppi standard di Paolo Arigotti Gaza (e Cisgiordania), tra massacri e doppi standard

Gaza (e Cisgiordania), tra massacri e doppi standard

Registrati alla nostra newsletter

Iscriviti alla newsletter per ricevere tutti i nostri aggiornamenti