Contro l'offensiva della Turchia, la Russia schiera i caccia Su-35 nel nord est della Siria

Contro l'offensiva della Turchia, la Russia schiera i caccia Su-35 nel nord est della Siria

I nostri articoli saranno gratuiti per sempre. Il tuo contributo fa la differenza: preserva la libera informazione. L'ANTIDIPLOMATICO SEI ANCHE TU!

 

La Russia sta inviando per la prima volta caccia Su-35 in una base aerea nel nord-est della Siria, seguendo lo schieramento senza precedenti delle forze turche nell'area.

I media riportano il dispiegamento di un caccia russo Su-35S Flanker presso l'aeroporto di Al-Qamishli, nella provincia di Hasaka (nord-est della Siria), una posizione strategicamente importante, soprattutto per la vicinanza alle posizioni delle truppe al confine con la Turchia.

Le fonti, a condizione di anonimato, hanno riferito, ieri, alla catena libanese Al Mayadeen che il caccia russo aveva effettuato "diversi voli di ricognizione" nella regione e che "resterà all'aeroporto a tempo indeterminato".

Secondo rapporti non confermati, il caccia Su-35 in questione, armato con missili aria-aria serie R-77 a medio raggio e R-73 a corto raggio, è uno dei quattro arrivati ??di recente alla base, che potrebbe riflettere l'intenzione di Mosca di espandere la sua presenza militare nella Siria orientale e convertire l'aeroporto di Al-Qamishli in una nuova base aerea.

I caccia russi Su-35 hanno avuto una presenza regolare nel paese arabo da quando Mosca ha iniziato la sua operazione antiterrorismo nel settembre 2015, a seguito di una richiesta ufficiale del governo siriano, presieduto da Bashar al-Assad.

Tuttavia, fino ad ora, questi aerei non hanno avuto una presenza nel nord-est della Siria, ma si sono concentrati sulla base aerea di Hmeimim, sulla costa occidentale, da dove lanciano i loro attacchi aerei contro i gruppi terroristici.

Ciò si verifica, mentre i rapporti confermano che la Turchia ha schierato più truppe nel nord della Siria per condurre un'offensiva militare su larga scala nella regione.

Inoltre, è stato segnalato un aumento dell'attività della Forza aerospaziale russa vicino al confine turco. Ciò include attacchi aerei contro gruppi terroristici sostenuti dalla Turchia stipati a nord della città di Idlib, nel nord-ovest della Siria.

La Redazione de l'AntiDiplomatico

La Redazione de l'AntiDiplomatico

L'AntiDiplomatico è una testata registrata in data 08/09/2015 presso il Tribunale civile di Roma al n° 162/2015 del registro di stampa. Per ogni informazione, richiesta, consiglio e critica: info@lantidiplomatico.it

Referendum, "non ho votato ma non ho nulla da esultare" di Paolo Desogus Referendum, "non ho votato ma non ho nulla da esultare"

Referendum, "non ho votato ma non ho nulla da esultare"

La Nato va ufficialmente alla terza guerra mondiale di Giorgio Cremaschi La Nato va ufficialmente alla terza guerra mondiale

La Nato va ufficialmente alla terza guerra mondiale

La vera storia del "default russo" spiegata bene di Marinella Mondaini La vera storia del "default russo" spiegata bene

La vera storia del "default russo" spiegata bene

Il Liquidatore entra nella fase finale di Savino Balzano Il Liquidatore entra nella fase finale

Il Liquidatore entra nella fase finale

Sulla Denazificazione dell'Ucraina di Daniele Lanza Sulla Denazificazione dell'Ucraina

Sulla Denazificazione dell'Ucraina

“Ucraina. Il mondo al bivio” . Di Giacomo Gabellini di Damiano Mazzotti “Ucraina. Il mondo al bivio” . Di Giacomo Gabellini

“Ucraina. Il mondo al bivio” . Di Giacomo Gabellini

Scuola pubblica di Bari: iPAD Apple o te ne vai  di Antonio Di Siena Scuola pubblica di Bari: iPAD Apple o te ne vai

Scuola pubblica di Bari: iPAD Apple o te ne vai

L'inflazione come strumento della lotta di classe di Gilberto Trombetta L'inflazione come strumento della lotta di classe

L'inflazione come strumento della lotta di classe

Registrati alla nostra newsletter

Iscriviti alla newsletter per ricevere tutti i nostri aggiornamenti