Crosetto e i riservisti. La guerra must go on...

Crosetto e i riservisti. La guerra must go on...

I nostri articoli saranno gratuiti per sempre. Il tuo contributo fa la differenza: preserva la libera informazione. L'ANTIDIPLOMATICO SEI ANCHE TU!


di Marinella Mondaini

Crosetto, “infonde fiducia” agli italiani: “La pace in Ucraina? Non è un’opzione nelle nostre mani: la guerra continuerà a lungo perché Putin ha ancora l’idea di arrivare a Kiev. Potremmo girarci dall’altra, poi però ci troveremmo i carrarmati di Putin sotto casa”.

Ma pensa tu che parole arriva a impiegare il ministro della difesa italiano. Agita il “demone Putin” per giustificare le spese per riarmare l’Italia, in modo da tenere buoni gli italiani, soldi che potrebbero essere impiegati per il bene del popolo italiano e invece l’Italia è costretta a riarmarsi perché “attenti che arriva il lupo Putin e vi mangia”, addirittura vi arriverà sotto casa! Ma roba da matti! E ancora Crosetto avvisa: “L’Italia si prepari: se c’è pericolo servono i riservisti”, quindi la svolta militarista c’è perché serve creare una riserva militare italiana per “difendersi” - ovviamente “dalla Russia!”Immaginavo che dopo la Germania e la Francia anche l’Italia sarebbe arrivata a piegarsi ai voleri della Nato/USA e a impiegare questo linguaggio per annebbiare il cervello degli italiani.

Come ha scritto ieri Di feo su La Repubblica “un futuro corazzato per l’esercito italiano: abbiamo un ritorno a una massa di cingolati da battaglia come non si vedeva dalla fine della Guerra Fredda: quasi 400 carriarmati e altri 1000 veicoli da combattimento. L’esercito italiano ha varato la rinascita di una forza meccanizzata in grado di affrontare un conflitto sul larga scala, con una trasformazione radicale negli equipaggiamenti e nell’organizzazione. Sono stati resi noti: investimenti per 24 miliardi e mezzo di euro. Un terzo della somma è già stata stanziata , l’annuncio nel documento di programmazione pluriennale.

La partita delle cooperazioni multinazionali tra le aziende… la macchina bellica è partita. Insomma, la guerra deve continuare per arricchire chi produce le armi, gli ucraini devono continuare a morire e l’Italia in pratica ?dichiara che non ha alcuna responsabilità nel raggiungimento della pace, l’Italia si riarma e gli italiani cosa dicono? Crosetto, la guerra continuerà perché voi continuate a sostenere un governo criminale nazista! Dal 2014. Qualcuno doveva mettere fine a questa guerra e Putin sta tentando di farlo, ma siete voi con la Nato che la continuate, con le vostre armi! Basta incipriare il cervello alla gente!

Marinella Mondaini

Marinella Mondaini

Scrittrice, giornalista, traduttrice. Vive e lavora a Mosca

Francesco Erspamer - Vittoria di Meloni? Successo di Schlein? di Francesco Erspamer  Francesco Erspamer - Vittoria di Meloni? Successo di Schlein?

Francesco Erspamer - Vittoria di Meloni? Successo di Schlein?

Grecia e Venezuela, due “laboratori” per il secolo XXI*       di Geraldina Colotti Grecia e Venezuela, due “laboratori” per il secolo XXI*      

Grecia e Venezuela, due “laboratori” per il secolo XXI*  

"11 BERSAGLI" di Giovanna Nigi di Giovanna Nigi "11 BERSAGLI" di Giovanna Nigi

"11 BERSAGLI" di Giovanna Nigi

L'Unione Europea nella percezione degli italiani di Leonardo Sinigaglia L'Unione Europea nella percezione degli italiani

L'Unione Europea nella percezione degli italiani

Le sanzioni alla Borsa di Mosca e il futuro dei Brics di Marinella Mondaini Le sanzioni alla Borsa di Mosca e il futuro dei Brics

Le sanzioni alla Borsa di Mosca e il futuro dei Brics

L'austerità di Bruxelles e la repressione come spettri di Savino Balzano L'austerità di Bruxelles e la repressione come spettri

L'austerità di Bruxelles e la repressione come spettri

Ucraina. Il vero motivo di rottura tra Italia e Francia di Alberto Fazolo Ucraina. Il vero motivo di rottura tra Italia e Francia

Ucraina. Il vero motivo di rottura tra Italia e Francia

Un establishment a corto di credibilità di Giuseppe Giannini Un establishment a corto di credibilità

Un establishment a corto di credibilità

Sahra Wagenknecht, Carola Rakete e i "grandi strateghi" di Michelangelo Severgnini Sahra Wagenknecht, Carola Rakete e i "grandi strateghi"

Sahra Wagenknecht, Carola Rakete e i "grandi strateghi"

A cosa serve la proposta di Putin di oggi di Giuseppe Masala A cosa serve la proposta di Putin di oggi

A cosa serve la proposta di Putin di oggi

La foglia di Fico di  Leo Essen La foglia di Fico

La foglia di Fico

Lenin fuori dalla retorica di Paolo Pioppi Lenin fuori dalla retorica

Lenin fuori dalla retorica

Registrati alla nostra newsletter

Iscriviti alla newsletter per ricevere tutti i nostri aggiornamenti