/ Davos, Merkel e la totale impunitą delle sue menzogne: "Grazie al...

Davos, Merkel e la totale impunitą delle sue menzogne: "Grazie all'austeritą Grecia e Portogallo ora crescono"

 


di Gilberto Trombetta


Merkel: «Io cattiva? Grazie alle politiche di austerità Portogallo e Grecia sono tornati a crescere».


Che questi soggetti mentano e ci prendano per i fondelli è ormai la regola.



 

È la sfrontatezza di chi è certo dell'impunità, di chi si sente al sicuro da tutto e da tutti che fa davvero rabbia. Che dovrebbe far scattare un odio sociale e di classe ai massimi livelli.


 

È il silenzio di una platea complice, soprattutto quella dei pavidi giornalisti, che ci dovrebbe far bollire il sangue nelle vene.


Perché nessuno l'ha interrotta? Perché nessuno si è alzato dicendole «Ma cosa sta dicendo? Non si vergogna?».
 

Perché nessuno le ha rinfacciato l'aumento della mortalità? Perché nessuno le ha ricordato l'aumento della povertà? O il crollo dei salari? Perché nessuno ha avuto un sussulto di orgoglio, di dignità, di deontologia sufficiente a sbatterle in faccia l'aumento dei suicidi?
 

Eppure, quelli sì, sono tutti "successi" ottenuti grazie alla sua tanto amata austerità. Sono dati. Dimostrabili. Verificabili. Incontestabili.


A questa gente, certa della propria intoccabilità, della loro impunibilità, bisognerà farle cambiare idea. Altrimenti ci meritiamo il peggio possibile.

Notizia del:
Notizia del:
 
Copyright L'Antiplomatico 2013 all rights reserved - Privacy Policy Change privacy settings
L'AntiDiplomatico è una testata registrata in data 08/09/2015 presso il Tribunale civile di Roma al n° 162/2015 del registro di stampa