Esercitazione militare congiunta segna "legame indissolubile" tra Russia e Cina

Esercitazione militare congiunta segna "legame indissolubile" tra Russia e Cina

I nostri articoli saranno gratuiti per sempre. Il tuo contributo fa la differenza: preserva la libera informazione. L'ANTIDIPLOMATICO SEI ANCHE TU!

 

L'esercitazione militare congiunta della Russia con la Cina, la prima volta che i militari di entrambe le nazioni hanno partecipato insieme a esercitazioni operative e strategiche, è stata un "successo completo" e ha dimostrato un "alto livello" di cooperazione.

È quanto afferma il ministro della Difesa cinese Wei Fenghe, che ha parlato oggi dopo una settimana di esercitazioni.

"Queste esercitazioni hanno un grande significato", ha detto Wei. “Si tratta delle prime esercitazioni congiunte organizzate in Cina dallo scoppio dell'epidemia. E queste sono le prime manovre operative e strategiche cinesi con la partecipazione delle truppe russe”.

Wei ha continuato spiegando che le esercitazioni riflettono il "sostegno incrollabile tra Cina e Russia", osservando lo sviluppo di legami tra gli eserciti ad "alto livello".

 

 

"Questo dimostra pienamente la stretta relazione tra Cina e Russia, il legame indissolubile tra le forze armate cinesi e russe e la forte e duratura amicizia tra noi personalmente" , ha sottolineato Wei, parlando con il suo omologo russo Sergey Shoigu.

Shoigu ha anche elogiato le truppe di entrambe le nazioni, lodandole per la loro professionalità.

Il capo del ministero della Difesa russo ha preso atto delle azioni coordinate e dell'elevata professionalità dei partecipanti alle manovre, prima di suggerire a Pechino e Mosca di approfondire ulteriormente la loro cooperazione.

“Abbiamo raggiunto un alto livello di interazione delle nostre forze armate a terra, in aria e in mare. Costruirlo è una direzione importante per ulteriori attività", ha ricordato Shoigu.

Le esercitazioni militari si sono svolti presso il campo di addestramento di Qingtongxia nel nord della Cina. Secondo l'esercito russo, hanno partecipato più di 10.000 soldati, oltre a circa 200 veicoli corazzati, 90 pezzi di artiglieria e più di 100 aerei ed elicotteri.

La Redazione de l'AntiDiplomatico

La Redazione de l'AntiDiplomatico

L'AntiDiplomatico è una testata registrata in data 08/09/2015 presso il Tribunale civile di Roma al n° 162/2015 del registro di stampa. Per ogni informazione, richiesta, consiglio e critica: info@lantidiplomatico.it

Potrebbe anche interessarti

Referendum, "non ho votato ma non ho nulla da esultare" di Paolo Desogus Referendum, "non ho votato ma non ho nulla da esultare"

Referendum, "non ho votato ma non ho nulla da esultare"

La Nato va ufficialmente alla terza guerra mondiale di Giorgio Cremaschi La Nato va ufficialmente alla terza guerra mondiale

La Nato va ufficialmente alla terza guerra mondiale

La vera storia del "default russo" spiegata bene di Marinella Mondaini La vera storia del "default russo" spiegata bene

La vera storia del "default russo" spiegata bene

Il Liquidatore entra nella fase finale di Savino Balzano Il Liquidatore entra nella fase finale

Il Liquidatore entra nella fase finale

Sulla Denazificazione dell'Ucraina di Daniele Lanza Sulla Denazificazione dell'Ucraina

Sulla Denazificazione dell'Ucraina

“Ucraina. Il mondo al bivio” . Di Giacomo Gabellini di Damiano Mazzotti “Ucraina. Il mondo al bivio” . Di Giacomo Gabellini

“Ucraina. Il mondo al bivio” . Di Giacomo Gabellini

Scuola pubblica di Bari: iPAD Apple o te ne vai  di Antonio Di Siena Scuola pubblica di Bari: iPAD Apple o te ne vai

Scuola pubblica di Bari: iPAD Apple o te ne vai

L'inflazione come strumento della lotta di classe di Gilberto Trombetta L'inflazione come strumento della lotta di classe

L'inflazione come strumento della lotta di classe