Gabbard, ex parlamentare USA: Washington continua la sua sporca guerra in Siria

Gabbard, ex parlamentare USA: Washington continua la sua sporca guerra in Siria

l'AntiDiplomatico ha bisogno del tuo aiuto. Una tua piccola donazione può essere vitale per la nostra battaglia di informazione.

 

L'ex membro della Camera dei rappresentanti degli Stati Uniti, Tulsi Gabbard ha confermato che gli Stati Uniti d'America continuano la loro sporca guerra contro la Siria e occupano illegalmente parti del suo territorio, e che il loro ingiusto assedio fa soffrire milioni di siriani e li priva dell'essenziale, denunciando la recente aggressione di Washington nella provincia di  Deir Ezzor vicino al confine siriano-iracheno.

La Gabbard ha spiegato in un videomessaggio che ha inviato ai suoi ex colleghi del Congresso che gli Stati Uniti continuano a fare la guerra contro la Siria, usando (Al-Qaeda), (Fronte Al-Nusra t) e (Hayat Tahrir Al-Sham) organizzazioni terroristiche, come forza sul campo che opera per procura e occupa Idlib e continua a commettere crimini contro i siriani, osservando che "il disegno di legge presentato dai membri del Senato degli Stati Uniti per restituire l'autorità di dichiarare guerra al Congresso è una buona mossa, ma ignorano il quadro più ampio."

 

Gabbard ha dichiarato: "L'amministrazione del presidente degli Stati Uniti Joe Biden continua a utilizzare l'esercito degli Stati Uniti per occupare illegalmente la Siria nord-orientale", con l'obiettivo di rubare il petrolio, come ha affermato con tutta sfacciataggine e franchezza l'ex presidente degli Stati Uniti Donald Trump, in violazione delle leggi internazionali, spiegando che l'ingiusto blocco degli Stati Uniti causa la sofferenza di milioni di siriani innocenti e li priva di cibo, acqua potabile, energia elettrica, riscaldamento rendendo loro impossibile iniziare a ricostruire il loro paese.

Inoltre, il portale nordamericano Gray Zone, che ha rilanciato il video di Gabbard, ha ricordato che, nonostante le ripercussioni disastrose delle ingiuste sanzioni statunitensi contro il popolo siriano, i media americani non menzionano queste sanzioni, parlando della sofferenza dei siriani senza affrontare il ruolo degli Stati Uniti che sono la causa di questa sofferenza.

Il portale ha indicato che gli Stati Uniti sono coinvolti nella guerra contro la Siria e hanno speso miliardi di dollari in questo conflitto, riferendosi a ciò che è stato pubblicato sul The New York Times sulla sporca guerra alla Siria come "il programma segreto più costoso portato avanti dalla CIA nella storia ".

Il sito ha sottolineato che mentre Gabbard ha scelto di raccontare i fatti nonostante i ripetuti attacchi ricevuti dal Congresso, molti funzionari americani hanno scelto di rimanere in silenzio e ignorare il ruolo degli Stati Uniti nella guerra terroristica contro la Siria. Alcuni di loro hanno persino celebrato i risultati degli Stati Uniti, le sanzioni imposte alla Siria e le sofferenze dei siriani, come James Jeffrey, ex inviato americano per gli affari siriani, che si vantava della distruzione dell'economia siriana.

Nel video, sono elencate le testimonianze dei funzionari statunitensi che hanno osato ammettere ciò che Washington ha fatto in Siria, ma le loro confessioni non sono apparse affatto sui media nordamericani, ma sono state ignorate o nascoste.

Tra questi c'è lo stesso Joe Biden, che nel 2014 ha ammesso che gli alleati di Washington ha speso milioni di dollari per abbattere lo stato siriano e questo denaro è andato a organizzazioni terroristiche come (Al-Nusra e Al-Qaeda).

Gray Zone ha evidenziato come Biden, che ha occultato il ruolo di Washington nella guerra contro la Siria, si è poi scusato per le sue dichiarazioni perché ha fatto arrabbiare gli alleati di Washington in questa guerra.

 

Potrebbe anche interessarti

80 ANNI FA L’INFAMIA DELL’ITALIA VERSO LA JUGOSLAVIA di Giorgio Cremaschi 80 ANNI FA L’INFAMIA DELL’ITALIA VERSO LA JUGOSLAVIA

80 ANNI FA L’INFAMIA DELL’ITALIA VERSO LA JUGOSLAVIA

I vaccini non sono la risposta definitiva al Covid. Parola di Fauci di Francesco Santoianni I vaccini non sono la risposta definitiva al Covid. Parola di Fauci

I vaccini non sono la risposta definitiva al Covid. Parola di Fauci

Uscire dal lockdown delle menti Uscire dal lockdown delle menti

Uscire dal lockdown delle menti

Chi uccide veramente la cultura (da 30 anni) di Giuseppe Masala Chi uccide veramente la cultura (da 30 anni)

Chi uccide veramente la cultura (da 30 anni)

Registrati alla nostra newsletter

Iscriviti alla newsletter per ricevere tutti i nostri aggiornamenti