Golfo Persico, esercitazioni congiunte Iran, Russia, Cina

Golfo Persico, esercitazioni congiunte Iran, Russia, Cina

I nostri articoli saranno gratuiti per sempre. Il tuo contributo fa la differenza: preserva la libera informazione. L'ANTIDIPLOMATICO SEI ANCHE TU!

 

Russia, Iran e Cina terranno esercitazioni navali congiunte CHIRU nell'area del Golfo Persico nel periodo tra la fine del 2021 e l'inizio del 2022, ha dichiarato l'ambasciatore russo a Teheran Levan Dzhagaryan in un'intervista a Sputnik.

"Alla fine di quest'anno o all'inizio del prossimo anno, nella regione del Golfo Persico si terranno le esercitazioni navali congiunte annuali CHIRU. Vi partecipano navi da guerra russe, iraniane e cinesi.

L'obiettivo principale è quello di praticare azioni su garantire la sicurezza delle spedizioni internazionali e combattere i pirati del mare", ha spiegato Dzhagaryan.

I preparativi per la competizione di profondità, che si terrà agli International Army Games 2021 a Chabahar in Iran, sono in fase di completamento, ha osservato l'ambasciatore.

"Insieme a Russia e Iran, vi prenderanno parte Cina, India, Siria e Venezuela. Ci sono piani per organizzare una gara tra le squadre subacquee delle forze armate di questi paesi. All'apertura e alla chiusura arriveranno rappresentanti del comando della Marina russa", ha aggiunto Dzhagaryan.

Il diplomatico russo, tra l'altro, crede che l'Iran e gli Stati arabi non vogliano un'ulteriore escalation nel Golfo Persico

La Russia non sta reagendo in modo eccessivo alla situazione nel Golfo di Oman a seguito di una serie di incidenti con navi mercantili, poiché è fiduciosa che né l'Iran né i suoi vicini arabi siano interessati a un'ulteriore escalation, ha precisato l'ambasciatore russo a Teheran Levan Dzhagaryan in un'intervista a Sputnik .

"Ci sono davvero tensioni, soprattutto in seguito agli incidenti delle petroliere nel Golfo Persico e nel Golfo di Oman, ma non vorrei essere drammatico e dire che la situazione è più grave ora che durante le crisi precedenti. Né l'Iran né i suoi vicini arabi sono interessati a ulteriore escalation", ha detto Dzhagaryan.

L'ambasciatore ha espresso la convinzione che le relazioni tra Iran e paesi arabi nel Golfo Persico sono in miglioramento.

"Gli Emirati Arabi Uniti hanno inviato una delegazione a Teheran per partecipare alla cerimonia di insediamento del presidente [iraniano] [Ebrahim] Raisi. Iran e Arabia Saudita hanno avviato contatti diretti. La Russia accoglie con favore il dialogo in questa regione strategicamente importante. Questo è uno degli obiettivi di il nostro concetto di sicurezza collettiva nel Golfo Persico, che stiamo promuovendo", ha osservato Dzhagaryan.

 

La Redazione de l'AntiDiplomatico

La Redazione de l'AntiDiplomatico

L'AntiDiplomatico è una testata registrata in data 08/09/2015 presso il Tribunale civile di Roma al n° 162/2015 del registro di stampa. Per ogni informazione, richiesta, consiglio e critica: info@lantidiplomatico.it

Potrebbe anche interessarti

Dove sono ora quei 12 milioni di italiani che votarono per Renzi? di Francesco Erspamer  Dove sono ora quei 12 milioni di italiani che votarono per Renzi?

Dove sono ora quei 12 milioni di italiani che votarono per Renzi?

Sciopero generale, Cremaschi: "Meglio tardi che mai, ma non basta" di Giorgio Cremaschi Sciopero generale, Cremaschi: "Meglio tardi che mai, ma non basta"

Sciopero generale, Cremaschi: "Meglio tardi che mai, ma non basta"

Biden e l'idea fantastica di un "vertice delle democrazie"   di Bruno Guigue Biden e l'idea fantastica di un "vertice delle democrazie"

Biden e l'idea fantastica di un "vertice delle democrazie"

Quando Prodi cerca le cause dell'inflazione... di Pasquale Cicalese Quando Prodi cerca le cause dell'inflazione...

Quando Prodi cerca le cause dell'inflazione...

“L’Urlo” di Severgnini è forte, ascoltiamolo! di Roberto Cursi “L’Urlo” di Severgnini è forte, ascoltiamolo!

“L’Urlo” di Severgnini è forte, ascoltiamolo!

Registrati alla nostra newsletter

Iscriviti alla newsletter per ricevere tutti i nostri aggiornamenti