I dati (quelli veri) che smascherano le bufale contro i dipendenti pubblici

I dati (quelli veri) che smascherano le bufale contro i dipendenti pubblici

I nostri articoli saranno gratuiti per sempre. Il tuo contributo fa la differenza: preserva la libera informazione. L'ANTIDIPLOMATICO SEI ANCHE TU!

Come stanno veramente le cose ce lo dice Antonio Naddeo, presidente dell'Aran, in un articolo apparso il 25 gennaio su Il Sole 24 ore. Nel periodo 2015-2019 i lavoratori pubblici hanno avuto una crescita degli stipendi medi dell'1,5% mentre i lavoratori privati dello 0.9%. Nel periodo 2015-2020 i lavoratori pubblici hanno avuto un arretramento dello 0,5%, mentre i lavoratori privati hanno avuto una crescita dell'1,4%.

Considerando il periodo ventennale 2000-2019 i pubblici hanno avuto una crescita del 2%, i privati del 2,1%.

Una miseria per tutti. E su Facebook vedo foto di categorie contro pubblici o sciocchezze varie. La realtà è che in questi 20 anni ci hanno perso tutti i lavoratori, e loro pensavano di mettersi uno contro gli altri. I pubblici si consideravano una categoria protetta, nel mentre il blocco salariale e la precarizzazione di nuove figure avanzavano, i privati ritenevano gli stipendi dei pubblici esorbitanti, rispetto ai loro miseri stipendi. Tutti contro tutti. Ci hanno guadagnato i padroni. Vedo che durante la pandemia questo "ballo" continua, quindi non aspettiamoci niente di nuovo. Le generazioni nate dal 1970 in poi ancora non si sono messi in testa che non esiste categoria, esiste la classe. Quello che avevano capito le generazioni del dopoguerra, che conquistarono a suon di lotte diritti. Un ultima cosa: l'Aran è quella che di fatto fa i contratti pubblici.

Pasquale Cicalese

Pasquale Cicalese

 

Economista. Ha aperto un canale telegram: pianocontromercato
 
 

3 LIBRI PER "CAPIRE LA PALESTINA" LAD EDIZIONI 3 LIBRI PER "CAPIRE LA PALESTINA"

3 LIBRI PER "CAPIRE LA PALESTINA"

Trent’anni fa, il genocidio in Ruanda di Geraldina Colotti Trent’anni fa, il genocidio in Ruanda

Trent’anni fa, il genocidio in Ruanda

Il Congresso Usa ha deciso: "fino all'ultimo ucraino" di Clara Statello Il Congresso Usa ha deciso: "fino all'ultimo ucraino"

Il Congresso Usa ha deciso: "fino all'ultimo ucraino"

"11 BERSAGLI" di Giovanna Nigi di Giovanna Nigi "11 BERSAGLI" di Giovanna Nigi

"11 BERSAGLI" di Giovanna Nigi

Fino a quando potranno impedire le elezioni in Libia?  di Leonardo Sinigaglia Fino a quando potranno impedire le elezioni in Libia?

Fino a quando potranno impedire le elezioni in Libia?

Il PD e M5S votano per la guerra nel Mar Rosso di Giorgio Cremaschi Il PD e M5S votano per la guerra nel Mar Rosso

Il PD e M5S votano per la guerra nel Mar Rosso

Il caso "scientifico" dell'uomo vaccinato 217 volte di Francesco Santoianni Il caso "scientifico" dell'uomo vaccinato 217 volte

Il caso "scientifico" dell'uomo vaccinato 217 volte

L'austerità di Bruxelles e la repressione come spettri di Savino Balzano L'austerità di Bruxelles e la repressione come spettri

L'austerità di Bruxelles e la repressione come spettri

Ucraina. Il vero motivo di rottura tra Italia e Francia di Alberto Fazolo Ucraina. Il vero motivo di rottura tra Italia e Francia

Ucraina. Il vero motivo di rottura tra Italia e Francia

Difendere l'indifendibile (I partiti e le elezioni) di Giuseppe Giannini Difendere l'indifendibile (I partiti e le elezioni)

Difendere l'indifendibile (I partiti e le elezioni)

Autonomia differenziata e falsa sinistra di Antonio Di Siena Autonomia differenziata e falsa sinistra

Autonomia differenziata e falsa sinistra

I più fessi d'Europa di Gilberto Trombetta I più fessi d'Europa

I più fessi d'Europa

Libia. 10 anni senza elezioni di Michelangelo Severgnini Libia. 10 anni senza elezioni

Libia. 10 anni senza elezioni

Il salto tecnologico della Cina e il QE (di guerra) di Draghi di Pasquale Cicalese Il salto tecnologico della Cina e il QE (di guerra) di Draghi

Il salto tecnologico della Cina e il QE (di guerra) di Draghi

Lenin fuori dalla retorica di Paolo Pioppi Lenin fuori dalla retorica

Lenin fuori dalla retorica

Il nodo Israele fa scomparire l'Ucraina dai radar di Paolo Arigotti Il nodo Israele fa scomparire l'Ucraina dai radar

Il nodo Israele fa scomparire l'Ucraina dai radar

DRAGHI IL MAGGIORDOMO DI GOLDMAN & SACHS di Michele Blanco DRAGHI IL MAGGIORDOMO DI GOLDMAN & SACHS

DRAGHI IL MAGGIORDOMO DI GOLDMAN & SACHS

Registrati alla nostra newsletter

Iscriviti alla newsletter per ricevere tutti i nostri aggiornamenti