I jet russi e siriani impediscono ad aereo spia Usa di sorvolare la Siria

I jet russi e siriani impediscono ad aereo spia Usa di sorvolare la Siria

I nostri articoli saranno gratuiti per sempre. Il tuo contributo fa la differenza: preserva la libera informazione. L'ANTIDIPLOMATICO SEI ANCHE TU!

 

Un aereo da pattugliamento antisommergibile Boeing P-8A Poseidon dell'esercito americano ha tentato di svolgere un'altra missione vicino alle basi militari russe in Siria ieri, sostituendo l'aereo da ricognizione Boeing RC-135U.

Tuttavia, il volo dell'aereo militare degli Stati Uniti vicino ai confini dello spazio aereo del Paese arabo è durato solo sei minuti, che è un record, come riportato dal portale Avia.pro.

Sebbene non siano pervenute dichiarazioni ufficiali sull'evento, gli esperti hanno dichiarato che  potrebbe essere dovuto a qualche influenza esterna e, secondo i media, la versione più probabile è che l'aereo militare statunitense sia stato semplicemente intercettato da jet da combattimento russi o anche dalla Siria.  

Avia.pro aggiunge che i motivi esatti della missione di intelligence di Washington sono sconosciuti. Tuttavia, gli esperti hanno indicato che potrebbe essere collegato all'inizio di un'operazione militare che coinvolge le forze dell'Esercito arabo siriano (SAA), Russia e Iran nella provincia di Idlib, situata nel nord-ovest del Paese levantino..

Gli aerei spia del Paese nordamericano effettuano frequentemente voli di ricognizione in Siria per raccogliere dati sulla presenza militare russa nel territorio siriano.

A luglio, una coppia di caccia russi Su-30SM ha intercettato un Boeing P-8A Poseidon che stava tentando di avvicinarsi ai confini dello spazio aereo siriano e aveva intenzione di violarli.

Di fronte a una situazione del genere, l'esercito siriano ha installato a settembre almeno quattro radar e un sistema missilistico di difesa aerea russo Pantsir-S vicino a Qamishli, nella provincia di Hasaka (nord-est), al fine di proteggere la regione. attacchi imprevisti dei combattenti americani.

Il contributo di Mosca alla lotta al terrorismo in Siria ha prodotto risultati molto positivi, poiché dopo dieci anni di conflitto l' esercito siriano controlla già oltre il 90% del territorio  ed è sul punto di ottenere la vittoria finale.

 

La Redazione de l'AntiDiplomatico

La Redazione de l'AntiDiplomatico

L'AntiDiplomatico è una testata registrata in data 08/09/2015 presso il Tribunale civile di Roma al n° 162/2015 del registro di stampa. Per ogni informazione, richiesta, consiglio e critica: info@lantidiplomatico.it

Dove sono ora quei 12 milioni di italiani che votarono per Renzi? di Francesco Erspamer  Dove sono ora quei 12 milioni di italiani che votarono per Renzi?

Dove sono ora quei 12 milioni di italiani che votarono per Renzi?

Quei quattro scemi che intervistano Renatino... di Paolo Desogus Quei quattro scemi che intervistano Renatino...

Quei quattro scemi che intervistano Renatino...

Renatino è un crumiro infelice di Giorgio Cremaschi Renatino è un crumiro infelice

Renatino è un crumiro infelice

Biden e l'idea fantastica di un "vertice delle democrazie"   di Bruno Guigue Biden e l'idea fantastica di un "vertice delle democrazie"

Biden e l'idea fantastica di un "vertice delle democrazie"

Il mondo delle Scommesse e dei soldi facili negli Usa di  Leo Essen Il mondo delle Scommesse e dei soldi facili negli Usa

Il mondo delle Scommesse e dei soldi facili negli Usa

Il Nodo gordiano dei Taleban Il Nodo gordiano dei Taleban

Il Nodo gordiano dei Taleban

“L’Urlo” di Severgnini è forte, ascoltiamolo! di Roberto Cursi “L’Urlo” di Severgnini è forte, ascoltiamolo!

“L’Urlo” di Severgnini è forte, ascoltiamolo!

Registrati alla nostra newsletter

Iscriviti alla newsletter per ricevere tutti i nostri aggiornamenti