Il Metodo Genova-Black Block e di questa foto sui media non vi è traccia...

Il Metodo Genova-Black Block e di questa foto sui media non vi è traccia...

I nostri articoli saranno gratuiti per sempre. Il tuo contributo fa la differenza: preserva la libera informazione. L'ANTIDIPLOMATICO SEI ANCHE TU!

L'Antidiplomatico è anche su Telegram. Clicca qui per entrare nel nostro canale e rimanere aggiornato

 

Come già visto a Genova venti anni fa, con i Black Block, oggi  i media padronali sono impegnati a inglobare nelle violenze fasciste di Roma tutti coloro che oggi in Italia si oppongono al green pass e ad un fallimentare obbligo vaccinale per tutti. Preoccupante, comunque, che tra coloro che fanno di “tutta l’erba un fascio” ci siano anche sindacati di base che, dopo aver estromesso la questione obbligo vaccinale dalla piattaforma che indice le manifestazioni dell’11 ottobre, ora in nome delle violenze di Roma, dichiarano che ai loro cortei di domani non saranno tollerate posizioni “fasciste” (verosimilmente, quelle contro le vaccinazioni obbligatorie per tutti, a gennaio anche per i bambini sopra i due anni). E ciò, nonostante siano già numerosi gli aderenti a questi sindacati che si sono pubblicamente espressi contro la vaccinazione obbligatoria e il green pass e milioni di Italiani , tra i quali molti appartenenti alle forze di Polizia,  che non si stanno affatto vaccinando per prepararsi al 15 ottobre. Una situazione che ha già fatto chiedere a Zaia e a settori della Confindustria di rimandare l’entrata in vigore del green pass.

Speriamo, comunque che i cortei dell’11 (ai quali hanno già annunciato la loro presenza i tesserati dissenzienti dei sindacati che li hanno indetti) invece di degenerare in colossali risse diventino un momento di discussione e di unione per arrivare ad un programma comune contro il padronato e contro il Governo che prefiguri, finalmente una alternativa a questa sciagurata gestione dell’emergenza Covid. Se così non sarà, invece di una “nuova stagione di lotte”, arriverà una dittatura sanitaria basata sul green pass e le susseguenti dosi di richiamo per riottenerlo.

Meglio per tutti tenerlo a mente.

 

LIBRO CONSIGLIATO: 

Emergenza Covid. Dal lockdown alla vaccinazione di massa. 

Francesco Santoianni

Francesco Santoianni

Cacciatore di bufale di e per la guerra. Autore di "Fake News. Guida per smascherarle"

Referendum, "non ho votato ma non ho nulla da esultare" di Paolo Desogus Referendum, "non ho votato ma non ho nulla da esultare"

Referendum, "non ho votato ma non ho nulla da esultare"

Sondaggio Times: Italia primo paese pacifista d'Europa di Giorgio Cremaschi Sondaggio Times: Italia primo paese pacifista d'Europa

Sondaggio Times: Italia primo paese pacifista d'Europa

No Tav, Green Pass e prospettive comuni di Francesco Santoianni No Tav, Green Pass e prospettive comuni

No Tav, Green Pass e prospettive comuni

Sulla Denazificazione dell'Ucraina di Daniele Lanza Sulla Denazificazione dell'Ucraina

Sulla Denazificazione dell'Ucraina

La finanza si "aspetta un terremoto" di Pasquale Cicalese La finanza si "aspetta un terremoto"

La finanza si "aspetta un terremoto"

“Ucraina. Il mondo al bivio” . Di Giacomo Gabellini di Damiano Mazzotti “Ucraina. Il mondo al bivio” . Di Giacomo Gabellini

“Ucraina. Il mondo al bivio” . Di Giacomo Gabellini

Scuola pubblica di Bari: iPAD Apple o te ne vai  di Antonio Di Siena Scuola pubblica di Bari: iPAD Apple o te ne vai

Scuola pubblica di Bari: iPAD Apple o te ne vai

Nell'Italia che vorrei... di Gilberto Trombetta Nell'Italia che vorrei...

Nell'Italia che vorrei...

La dichiarazione delle tribù libiche contro l’occupazione NATO di Michelangelo Severgnini La dichiarazione delle tribù libiche contro l’occupazione NATO

La dichiarazione delle tribù libiche contro l’occupazione NATO

Registrati alla nostra newsletter

Iscriviti alla newsletter per ricevere tutti i nostri aggiornamenti