La Cina vicina alla costruzione della più grande rete 5G del mondo

La Cina vicina alla costruzione della più grande rete 5G del mondo

I nostri articoli saranno gratuiti per sempre. Il tuo contributo fa la differenza: preserva la libera informazione. L'ANTIDIPLOMATICO SEI ANCHE TU!

 

La Cina raggiunge i primi progressi nella costruzione della più grande rete mobile 5G del mondo, secondo quanto riferito ieri dall'agenzia Xinhua in riferimento al comunicato dal Ministero dell'Industria e della Tecnologia l paese. 

Entro la fine di febbraio, la nazione asiatica è riuscita a installare un totale di 792.000 stazioni base 5G, mentre il numero di terminali mobili collegati alla rete ha raggiunto i 260 milioni, secondo il vice ministro Liu Liehong.

Le autorità costruiranno altre 600.000 stazioni nel 2021, oltre ad adottare misure per ridurre il divario digitale tra aree urbane e rurali. 

Allo stesso tempo, il ministero ha stimato che nella seconda metà del 2020 i telefoni cellulari con tecnologia 5G rappresenteranno l'80% dei dispositivi totali prodotti in Cina.

Secondo il funzionario, questi risultati hanno consentito alla Cina di classificarsi al quarto posto su 139 paesi in base ai criteri di velocità della rete mobile.

La Redazione de l'AntiDiplomatico

La Redazione de l'AntiDiplomatico

L'AntiDiplomatico è una testata registrata in data 08/09/2015 presso il Tribunale civile di Roma al n° 162/2015 del registro di stampa. Per ogni informazione, richiesta, consiglio e critica: info@lantidiplomatico.it

Potrebbe anche interessarti

L'agenda Draghi-Meloni di Giorgio Cremaschi L'agenda Draghi-Meloni

L'agenda Draghi-Meloni

Combattere l'imperialismo significa nominarlo (e smascherarlo)   di Bruno Guigue Combattere l'imperialismo significa nominarlo (e smascherarlo)

Combattere l'imperialismo significa nominarlo (e smascherarlo)

28 OTTOBRE 2022: APPELLO PER UN SECOLO ANTIFASCISTA di Alberto Fazolo 28 OTTOBRE 2022: APPELLO PER UN SECOLO ANTIFASCISTA

28 OTTOBRE 2022: APPELLO PER UN SECOLO ANTIFASCISTA

Draghi o non Draghi, resta la gabbia dell'eurozona di Thomas Fazi Draghi o non Draghi, resta la gabbia dell'eurozona

Draghi o non Draghi, resta la gabbia dell'eurozona

Von Der Leyen e le elezioni italiane di Pasquale Cicalese Von Der Leyen e le elezioni italiane

Von Der Leyen e le elezioni italiane

Sulla Denazificazione dell'Ucraina di Daniele Lanza Sulla Denazificazione dell'Ucraina

Sulla Denazificazione dell'Ucraina

I 25 anni di Google e il potere "ipnotico" di YouTube di  Leo Essen I 25 anni di Google e il potere "ipnotico" di YouTube

I 25 anni di Google e il potere "ipnotico" di YouTube

Populismo terminale. La dispersione della sinistra e della destra di Damiano Mazzotti Populismo terminale. La dispersione della sinistra e della destra

Populismo terminale. La dispersione della sinistra e della destra