/ La Russia avverte gli USA: qualsiasi azione contro le truppe siri...

La Russia avverte gli USA: qualsiasi azione contro le truppe siriane e russe a Deir Ezzor avrÓ una risposta

 

La Russia informa gli Stati Uniti che risponderÓ ad ogni attacco delle milizie, da loro appoggiate, contro le truppe siriane e russe a Deir Ezzor.


"Ogni tentativo di bombardare dalle aree in cui si trovano le milizie delle forze democratiche siriane (SDF) verrà immediatamente neutralizzato", ha avvertito, ieri, portavoce del ministro della Difesa russo Igor Konashenkov.
 
Dirigendosi al rappresentante del comando statunitense ad Al-Udeid (Qatar), l'alto comandante militare russo ha avvertito, con parole forti, che ogni azione militare in queste zone "sarà immediatamente soppressa con tutti i mezzi di distruzione."
 
Per quanto riguarda le notizie dal campo di battaglia Deir Ezzor, il generale russo ha annunciato che durante l'ultima settimana la Russia "non ha rilevato una sola battaglia" tra i membri del gruppo terroristico ISIS (Daesh, in arabo) e le cosiddette SDF.
 
 
A tal proposito, i miliziani delle SDF si sono trovati, insieme con militari degli Stati Uniti, in uno dei quartieri della riva orientale dell'Eufrate, ed "ha aperto due volte un massiccio fuoco di mortai e razzi di artiglieria contro le truppe siriane" ha affermato Konashenkov.
 
Il generale russo ha anche riferito che l'esercito siriano ha già sotto il suo controllo l'85% del territorio di Deir Ezzor, un risultato ottenuto dalle forze alleate e grazie alla campagna di bombardamento di aerei da guerra russi.
 
Inoltre, fonti locali riferiscono che le unità d'elite dell'esercito siriano, le Tiger Forces, hanno fatto grandi passi avanti nella sua lotta contro i terroristi nel nord-ovest di Deir Ezzor, in modo tale da essere in procinto di avvicinarsi alle truppe siriane che combattono a sud-est del Governatorato di Raqqa, il principale feudo del Daesh in Siria.
 
Negli ultimi mesi, le forze siriane hanno guadagnato terreno ogni giorno nella provincia di Deir Ezzor.
Infatti, ha sotto il loro controllo i territori sulla riva orientale dell'Eufrate dopo aver spezzato all'inizio di settembre l'assedio dell'ISIS imposto da tre anni sulla città di Deir Ezzor.
 
Fonte: TASS
Notizia del:
Notizia del:
 
Copyright L'Antiplomatico 2013 all rights reserved - Privacy Policy
L'AntiDiplomatico è una testata registrata in data 08/09/2015 presso il Tribunale civile di Roma al n° 162/2015 del registro di stampa