/ La Russia lancia il "rompighiaccio da combattimento" Ivan Papanin...

La Russia lancia il "rompighiaccio da combattimento" Ivan Papanin, un pattugliatore avanzato per l'Artico

 

La nave Ivan Papanin da 8.500 tonnellate, è stata varata a San Pietroburgo. Quando sarò in servizio, aiuterà a difendere gli interessi della Russia nella regione artica.

 
Quest'ultimo arrivo all'arsenale militare dell'Artico russo è stato varato ieri presso il cantiere navale Admiralty a san Pietroburgo. Soprannominata "la nave rompighiaccio da combattimento" da alcuni media russi, ha un design più nuovo creato per la Marina russa ed è, nel suo ruolo e nelle sue dimensioni, circa una controparte della nave delle Svalbard della Guardia costiera norvegese.
 
I lavori su "Ivan Papanin" sono iniziati nell'aprile 2017 e la nave dovrebbe essere commissionata entro il 2022 o il 2023. La nave da guerra lunga 114 metri può essere utilizzata come nave di pattuglia, rimorchiatore o rompighiaccio per altre navi. Il suo scafo è abbastanza forte da gestire ghiaccio fino a 50 cm di spessore.

 
È armata con missili da crociera Kalibr e un cannone navale da 76,2 mm. Vanta anche un eliporto, con un hangar per un elicottero da ricognizione e baie per due motoscafi di classe Raptor. Ha una capacità di 50 membri dell'equipaggio di missione, oltre ai marinai e agli ufficiali che gestiscono la nave, e ha un'autonomia di 6.000 miglia nautiche.
 
L'esercito russo prevede di utilizzare la nave multiuso per le pattuglie delle sue acque artiche. I trasgressori intercettati possono essere rimorchiati in porto per essere trattenuti senza alcun aiuto esterno. "Ivan Papanin" può anche servire come nave da trasporto per carichi militari sensibili o come nave di supporto in un gruppo di battaglia.
 
La Marina russa ha già un rompighiaccio dedicato, "Ilya Muromets", in servizio dall'anno scorso. Quella nave, tuttavia, è disarmata.
 
Notizia del:
Notizia del:
 
Copyright L'Antiplomatico 2013 all rights reserved - Privacy Policy
L'AntiDiplomatico è una testata registrata in data 08/09/2015 presso il Tribunale civile di Roma al n° 162/2015 del registro di stampa