L'Italia boicotta l'inaugurazione di Putin. Le parole di Tajani

L'Italia boicotta l'inaugurazione di Putin. Le parole di Tajani

I nostri articoli saranno gratuiti per sempre. Il tuo contributo fa la differenza: preserva la libera informazione. L'ANTIDIPLOMATICO SEI ANCHE TU!


di Marinella Mondaini

L'Italia boicotta l'inaugurazione di Putin. Antonio Tajani ha dichiarato che “L’Italia non sarà alla cerimonia di insediamento di Putin. Noi non abbiamo l'ambasciatore a Mosca. C'è l'Incaricato d'affari, ma non parteciperà alla cerimonia di insediamento di Putin domani."

L'Italia ha cambiato l'ambasciatore a Mosca: Cecilia Piccioni andrà a sostituire Giorgio Starace. Ovviamente proprio adesso - per tirarsi fuori dall'impaccio - l'Italia cambia l'ambasciatore. E comunque nessuno avrebbe partecipato, perché a Mosca c'è l'Incaricato d'Affari ma, come ha detto Tajani, non andrà!

Anche la Germania, che oggi ha richiamato per le "consultazioni" in patria il suo ambasciatore da Mosca ,proprio per non andare all'inaugurazione!

Vigliacchi e vili!

Gli Stati Uniti non andranno all'inaugurazione.

La Russia ha spedito gli inviti ai 27 paesi dell'UE, ma Borrell non vuole andare e gli altri temporeggiano .. ha scritto La Stampa: Ue divisa sulla partecipazione all’inaugurazione del nuovo mandato di Putin.

Il narco fürer ha esortato i paesi europei a non andare all'inaugurazione di Putin e di non riconoscerlo presidente della Russia.

Il Partito Popolare Europeo (Ppe) ha dichiarato: 'nessun diplomatico Ue vada a inaugurazione di Putin'

Weber: 'Stati membri dovrebbero boicottare la cerimonia'"Nessuno dei rappresentanti diplomatici dell'Ue e dei suoi Stati membri accreditati in Russia dovrebbe partecipare alla prossima cerimonia di insediamento di Vladimir Putin come presidente della Russia". Lo ha dichiarato il Partito popolare europeo, famiglia europea di Forza Italia. "Le elezioni presidenziali in Russia sono state antidemocratiche e prive di legittimità, e quindi la presidenza di Vladimir Putin è illegittima. A seguito della nostra decisione di riconoscere la Russia come stato sponsor del terrorismo, non dovremmo dare a Vladimir Putin alcuna occasione per dimostrare la sua 'legittimità", ha aggiunto. La Germania "non parteciperà" alla cerimonia di insediamento presidenziale di Vladimir Putin in programma a Mosca e "non sarà rappresentata" dal suo ambasciatore. Lo ha detto la portavoce del governo tedesco, rispondendo a una domanda in conferenza stampa a Berlino.

Quando lo schifo raggiunge il limite massimo!

Marinella Mondaini

Marinella Mondaini

Scrittrice, giornalista, traduttrice. Vive e lavora a Mosca

Francesco Erspamer - Vittoria di Meloni? Successo di Schlein? di Francesco Erspamer  Francesco Erspamer - Vittoria di Meloni? Successo di Schlein?

Francesco Erspamer - Vittoria di Meloni? Successo di Schlein?

Il macronismo al suo ultimo atto? di Paolo Desogus Il macronismo al suo ultimo atto?

Il macronismo al suo ultimo atto?

Grecia e Venezuela, due “laboratori” per il secolo XXI*       di Geraldina Colotti Grecia e Venezuela, due “laboratori” per il secolo XXI*      

Grecia e Venezuela, due “laboratori” per il secolo XXI*  

"11 BERSAGLI" di Giovanna Nigi di Giovanna Nigi "11 BERSAGLI" di Giovanna Nigi

"11 BERSAGLI" di Giovanna Nigi

Il pericoloso bluff della NATO - Andrea Gaiani di Giacomo Gabellini Il pericoloso bluff della NATO - Andrea Gaiani

Il pericoloso bluff della NATO - Andrea Gaiani

L'austerità di Bruxelles e la repressione come spettri di Savino Balzano L'austerità di Bruxelles e la repressione come spettri

L'austerità di Bruxelles e la repressione come spettri

Ucraina. Il vero motivo di rottura tra Italia e Francia di Alberto Fazolo Ucraina. Il vero motivo di rottura tra Italia e Francia

Ucraina. Il vero motivo di rottura tra Italia e Francia

Il "mastino della guerra" degli Stati Uniti colpirà ancora di Giuseppe Masala Il "mastino della guerra" degli Stati Uniti colpirà ancora

Il "mastino della guerra" degli Stati Uniti colpirà ancora

La foglia di Fico di  Leo Essen La foglia di Fico

La foglia di Fico

Lenin fuori dalla retorica di Paolo Pioppi Lenin fuori dalla retorica

Lenin fuori dalla retorica

Registrati alla nostra newsletter

Iscriviti alla newsletter per ricevere tutti i nostri aggiornamenti