Lukashenko guarito per la seconda volta dal Covid. «Con Omicron sembra trasformata in un'influenza»

Lukashenko guarito per la seconda volta dal Covid. «Con Omicron sembra trasformata in un'influenza»

I nostri articoli saranno gratuiti per sempre. Il tuo contributo fa la differenza: preserva la libera informazione. L'ANTIDIPLOMATICO SEI ANCHE TU!

Aleksandr Lukashenko si è trovato ancora una volta ad affrontare il Covid. Il presidente bielorusso questa volta è stato contagiato dalla variante Omicron, lo ha reso noto durante un incontro con il leader della Repubblica russa di Tuva Vladislav Khovalyg, secondo quanto rende noto l’agenzia BelTA. 

Lukashenko ha affermato che «Omicron è una variante assolutamente diversa. Sembra che si sia trasformata in un'influenza ordinaria». Per poi aggiungere: «Lo dico come persona che ha avuto il Covid-19 per la seconda volta, adesso la variante Omicron». 

Il presidente bielorusso ha reso noto di non aver avuto particolari problemi causati dalla variante Omicron e di aver continuato a lavorare. «Non causa polmonite. Per esempio, ho continuato a lavorare mentre ero infetto e l'ho scoperto solo dopo un altro test». 

Sempre sul Covid, Aleksandr Lukashenko ha elogiato il modo in cui la Russia contrasta la pandemia: «La Russia sta facendo la cosa giusta. Sono più concentrati sul trattamento ambulatoriale. Le persone hanno sintomi diversi ora. Naturalmente, ci sono persone anziane e persone per le quali questi virus sono più pericolosi. Queste sono persone con malattie cardiovascolari, diabete, cancro, asma. Naturalmente, devono prendersi cura di se stessi. Ma non dovrebbero preoccuparsi troppo. La vita continua». 

Con queste parole Lukashenko continua sulla linea avuta sin dallo scoppio della pandemia. Un contrasto del Covid non basato su paura e isteria, ma puntato sul buonsenso e l’utilizzo di tutte le armi a disposizione per fermare il nuovo coronavirus. Infatti la Bielorussia è stato uno di quei paesi che ha sempre rifiutato misure come i lockdown draconiani che abbiamo visto in tutto l’occidente, pass sanitari e obblighi vaccinali. 

L’agenzia BelTA ha infine ricordato che il presidente bielorusso aveva già avuto il Covid nel luglio 2020, anche in quel caso da asintomatico. 

La Redazione de l'AntiDiplomatico

La Redazione de l'AntiDiplomatico

L'AntiDiplomatico è una testata registrata in data 08/09/2015 presso il Tribunale civile di Roma al n° 162/2015 del registro di stampa. Per ogni informazione, richiesta, consiglio e critica: info@lantidiplomatico.it

Potrebbe anche interessarti

28 maggio, Strage di Brescia: il silenzio omertoso sulla NATO di Giorgio Cremaschi 28 maggio, Strage di Brescia: il silenzio omertoso sulla NATO

28 maggio, Strage di Brescia: il silenzio omertoso sulla NATO

Le onorificenze ai russi, Di Maio e l'"indegnita'" di Marinella Mondaini Le onorificenze ai russi, Di Maio e l'"indegnita'"

Le onorificenze ai russi, Di Maio e l'"indegnita'"

Sulla Denazificazione dell'Ucraina di Daniele Lanza Sulla Denazificazione dell'Ucraina

Sulla Denazificazione dell'Ucraina

Buoni a nulla di Alberto Fazolo Buoni a nulla

Buoni a nulla

"Crisi ucraina": perché Rosa Luxemburg tornerà di moda di Giuseppe Masala "Crisi ucraina": perché Rosa Luxemburg tornerà di moda

"Crisi ucraina": perché Rosa Luxemburg tornerà di moda

Deep State. Lo Stato più profondo e i governi più pericolosi di Damiano Mazzotti Deep State. Lo Stato più profondo e i governi più pericolosi

Deep State. Lo Stato più profondo e i governi più pericolosi

Contrordine compagni. Putin non è più sul punto di morire di Antonio Di Siena Contrordine compagni. Putin non è più sul punto di morire

Contrordine compagni. Putin non è più sul punto di morire

VINCOLO ESTERNO VS SOVRANITÀ: LA BATTAGLIA DI UNA VITA di Gilberto Trombetta VINCOLO ESTERNO VS SOVRANITÀ: LA BATTAGLIA DI UNA VITA

VINCOLO ESTERNO VS SOVRANITÀ: LA BATTAGLIA DI UNA VITA

Armi puntate su Tripoli: la Libia sull'orlo di Michelangelo Severgnini Armi puntate su Tripoli: la Libia sull'orlo

Armi puntate su Tripoli: la Libia sull'orlo