Marcia della liberazione, un successo nonostante le fake news dei soliti media

Marcia della liberazione, un successo nonostante le fake news dei soliti media

I nostri articoli saranno gratuiti per sempre. Il tuo contributo fa la differenza: preserva la libera informazione. L'ANTIDIPLOMATICO SEI ANCHE TU!


di Francesco Santoianni
 

Preceduta da una valanga di allarmismi e diffamazioni (per l’organo della “sinistra sushi&spumantino” si trattava, addirittura , di un raduno di “fascio-sovranisti”) e di minacce del Capo della Polizia, si è svolta nel rispetto delle attuali  normative anticovid (come chiesto più volte dal palco) la Marcia della Liberazione.



Una bella, combattiva e serena manifestazione che (nonostante lo spazio spropositato a qualche marginale e deprecabile episodio dato dai media) ha visto la presenza – per ben cinque ore - di circa quattromila persone e varie organizzazioni “sovraniste” contro il neoliberismo, l’Unione Europea, le privatizzazioni... 

E sull’emergenza Covid? Pur essendo stato questa ad animare la piazza e i tanti interventi dal palco, non se ne trova quasi traccia nell’appello definitivo della manifestazione. Come mai? Forse per la preoccupazione di alcune organizzazioni sovraniste (sopratutto dopo l’orrenda manifestazione del cinque settembre) di confondersi con gente come l’ex generale Pappalardo  o i fascisti di Forza Nuova. O di inimicarsi il sovranista Gianluigi Paragone (leader di una Italexit che i sondaggi danno, strumentalmente,  al quattro per cento) che di questa questione si direbbe non voglia sentir parlare.
 

Nonostante ciò, il movimento sovranista, pur perdendo qualche sua figura storica, come Paolo Maddalena (che dichiarandosi inorridito dai “negazionisti del Covid” ha ritirato la sua adesione dalla Marcia della Liberazione) con questa manifestazione (pienamente riuscita, nonostante lo Stato di emergenza che domina il paese) si conferma essere una forza politica che non è possibile più ignorare rifugiandosi negli anatemi o nella spocchia. Come ha fatto, per anni, la “sinistra antagonista” nei confronti del Movimento Cinque Stelle. Non ci fosse stato questo stupido settarismo, forse oggi, dalla attuale liquefazione del partito di Grillo, avrebbe potuto nascere un qualcosa di buono. 

Dove sono ora quei 12 milioni di italiani che votarono per Renzi? di Francesco Erspamer  Dove sono ora quei 12 milioni di italiani che votarono per Renzi?

Dove sono ora quei 12 milioni di italiani che votarono per Renzi?

Le preoccupazioni di Draghi per la Dad sono fasulle di Paolo Desogus Le preoccupazioni di Draghi per la Dad sono fasulle

Le preoccupazioni di Draghi per la Dad sono fasulle

La prima (velenosa) porcata dell'anno di Draghi e compagnia di Giorgio Cremaschi La prima (velenosa) porcata dell'anno di Draghi e compagnia

La prima (velenosa) porcata dell'anno di Draghi e compagnia

Putin ha preso la decisione di Marinella Mondaini Putin ha preso la decisione

Putin ha preso la decisione

Green Pass, quei "fascisti" di Amnesty International... di Savino Balzano Green Pass, quei "fascisti" di Amnesty International...

Green Pass, quei "fascisti" di Amnesty International...

Green Pass: si o no? di Alberto Fazolo Green Pass: si o no?

Green Pass: si o no?

Il Ventennio dell'euro di Thomas Fazi Il Ventennio dell'euro

Il Ventennio dell'euro

"Profitti zero": Siamo alla fase finale di Pasquale Cicalese "Profitti zero": Siamo alla fase finale

"Profitti zero": Siamo alla fase finale

Torna di moda la fake delle fake sulla "Germania virtuosa"... di Gilberto Trombetta Torna di moda la fake delle fake sulla "Germania virtuosa"...

Torna di moda la fake delle fake sulla "Germania virtuosa"...

Le 2 manifestazioni di Tripoli e l’accordo Salvini-Rackete sulla Libia di Michelangelo Severgnini Le 2 manifestazioni di Tripoli e l’accordo Salvini-Rackete sulla Libia

Le 2 manifestazioni di Tripoli e l’accordo Salvini-Rackete sulla Libia

Registrati alla nostra newsletter

Iscriviti alla newsletter per ricevere tutti i nostri aggiornamenti