Mattarella, Xi e gli Archetipi collettivi

Mattarella, Xi e gli Archetipi collettivi

I nostri articoli saranno gratuiti per sempre. Il tuo contributo fa la differenza: preserva la libera informazione. L'ANTIDIPLOMATICO SEI ANCHE TU!


di Giuseppe Masala


Mattarella durante il discorso tenuto oggi con Xi ha detto che i rapporti tra Cina e Italia dovranno svolgersi in maniera ordinata. Apparentemente tutto bene. Però a scavare in profondità c'è un qualcosa di dissonante in questa affermazione rispetto alla nostra cultura. 

Molti dei nostri valori si fondano sul Mythos Fondativo della nostra cultura [così come di tutte le culture]. Mythos che danno origine a quelli che Carl Gustav Jung chiamava Archetipi Collettivi che sono appunto la cultura fondante di un popolo. 

Ecco proviamo appunto a vedere la dissonanza nel discorso di Mattarella dove è stato enunciato questo "valore" dell'Ordine. La Cultura Greco-Romana e Giudaico-Cristiana si fondano sulla dicotomia bene/male. 

E allora Mattarella, uomo indubbiamente mediterraneo, cristiano e latino dove ha preso quest'idea dell'Ordine? 

Sarà un caso (dico tanto per dire, in realtà non è un caso per niente) ma la dicotomia ordine/caos è quella sulla quale si fonda notoriamente il Mythos Fondativo della Mitologia Germanica. 

E infatti in questi anni i tedeschi sono riusciti a colonizzare l'immaginario di tutti i popoli europei elevando a valore universale l'Ordine e conseguentemente a gestire le azioni politiche secondo questo valore per loro irrinunciabile. Pensateci a come hanno giustificato il male fatto alla Grecia: come la punizione inflitta per aver perturbato l'Ordine. Pensate alla vicenda della Brexit. Come la vogliono l'Uscita della Gran Bretagna? Ordinata, naturalmente. Non giusta e fondata sul Bene ma sull'Ordine. 

Ordine che è inutile sottolineare non coincide necessariamente con il Bene: basti pensare ad Auschwitz, era un Inferno perfettamente ordinato. 

Ecco, uno dei peggiori lasciti dell'Ue - di questa Ue perlomeno - è quello di aver imposto il valore dell'Ordine come elemento supremo ed insindacabile. Così come la cultura tedesca vuole. 

L'aver accettato tutto questo - come inconsapevolmente fa Mattarella - è la resa dei nostri valori latini e giudaico cristiani a vantaggio del Mythos Fondativo Germanico. Peccato che come dicevo Ordine non coincide con Bene, anzi, si può fare il Male in maniera scientifica e perfettamente ordinata. 

Prima prendiamo consapevolezza di questo elemento culturale e meglio sarà.

Francesco Erspamer - Vittoria di Meloni? Successo di Schlein? di Francesco Erspamer  Francesco Erspamer - Vittoria di Meloni? Successo di Schlein?

Francesco Erspamer - Vittoria di Meloni? Successo di Schlein?

Il macronismo al suo ultimo atto? di Paolo Desogus Il macronismo al suo ultimo atto?

Il macronismo al suo ultimo atto?

Grecia e Venezuela, due “laboratori” per il secolo XXI*       di Geraldina Colotti Grecia e Venezuela, due “laboratori” per il secolo XXI*      

Grecia e Venezuela, due “laboratori” per il secolo XXI*  

"11 BERSAGLI" di Giovanna Nigi di Giovanna Nigi "11 BERSAGLI" di Giovanna Nigi

"11 BERSAGLI" di Giovanna Nigi

Il pericoloso bluff della NATO - Andrea Gaiani di Giacomo Gabellini Il pericoloso bluff della NATO - Andrea Gaiani

Il pericoloso bluff della NATO - Andrea Gaiani

L'austerità di Bruxelles e la repressione come spettri di Savino Balzano L'austerità di Bruxelles e la repressione come spettri

L'austerità di Bruxelles e la repressione come spettri

Ucraina. Il vero motivo di rottura tra Italia e Francia di Alberto Fazolo Ucraina. Il vero motivo di rottura tra Italia e Francia

Ucraina. Il vero motivo di rottura tra Italia e Francia

Il "mastino della guerra" degli Stati Uniti colpirà ancora di Giuseppe Masala Il "mastino della guerra" degli Stati Uniti colpirà ancora

Il "mastino della guerra" degli Stati Uniti colpirà ancora

La foglia di Fico di  Leo Essen La foglia di Fico

La foglia di Fico

Lenin fuori dalla retorica di Paolo Pioppi Lenin fuori dalla retorica

Lenin fuori dalla retorica

Registrati alla nostra newsletter

Iscriviti alla newsletter per ricevere tutti i nostri aggiornamenti