(Video) Siria. Le truppe USA sparano sui civili, un morto e diversi feriti nei pressi di Qamishli. Lancio di sassi contro i convogli statunitensi

(Video) Siria. Le truppe USA sparano sui civili, un morto e diversi feriti nei pressi di Qamishli. Lancio di sassi contro i convogli statunitensi

Un civile è morto e altri sono rimasti feriti in un attacco delle forze di occupazione americane sui villaggi di Khirbet Ammo e Hamou ad est di Qamishli orientale dopo che si erano radunati vicino a una postazione dell'esercito arabo siriano per impedire l'attraversamento dei veicoli delle truppe USA

I nostri articoli saranno gratuiti per sempre. Il tuo contributo fa la differenza: preserva la libera informazione. L'ANTIDIPLOMATICO SEI ANCHE TU!


Secondo quanto riferisce l'agenzia SANA, nel frattempo, la popolazione del villaggio di Bweir al-Bouassi ha lanciato pietre contro i veicoli dell'occupazione statunitense e hanno divelto la
bandiera americana dai blindati
 
Il reporter di SANA ad Hasaka ha affermato che “un posto dell'Esercito arabo siriano nella zona questa mattina ha fermato quattro veicoli di occupazione americani mentre attraversavano al-Suwais - Alaia- Khirbet Ammo road ad est della città di Qamishli, poi centinaia di persone di Khirbet Ammo e Hamou i villaggi si sono radunati vicino alla postazione per impedire l'attraversamento dei veicoli di occupazione americani e per costringerli a tornare da dove venivano”.


 
Il reporter ha dichiarato che "i soldati dell'occupazione americana hanno sparato proiettili contro la gente del posto. Un civile del villaggio di Khirbet Ammo è rimasto ucciso, un altro ferito".
In risposta all'attacco delle forze di occupazione americane, i residenti hanno danneggiato quattro veicoli corazzati dell'occupazione, mentre le forze di occupazione si sono precipitate per portare rinforzi nell'area che comprende 5 veicoli corazzati, per ritirare i loro veicoli danneggiati ed evacuare il loro personale.

Video SANA


 
Nello stesso contesto, e durante il passaggio di una serie di veicoli corazzati d'occupazione americani attraverso il villaggio di Bweir al-Bouassi, nella campagna della città di al-Qamishli, i residenti del villaggio li hanno intercettati e attaccato i veicoli blindati con pietre costringendoli a fermarsi mentre un certo numero di giovani sono saliti sul tetto di uno dei veicoli e ha tolto la la bandiera americana.
 
Più tardi, il giornalista della SANA ha riferito che ci sono notizie sull'assalto aereo dell'occupazione americana nel villaggio di Khirbet Ammo, nella campagna di Qamishli
Il giornalista ha aggiunto che sono scoppiati scontri diretti con armi leggere tra i locali del villaggio e l'occupazione statunitense.
 
Il reporter ha indicato che le forze di occupazione si sono ritirate dal villaggio sotto una copertura dagli aerei da guerra statunitensi.
 

La disoccupazione è necessaria al capitalismo di Francesco Erspamer  La disoccupazione è necessaria al capitalismo

La disoccupazione è necessaria al capitalismo

Sul silenzio assordante dei pestaggi dei lavoratori FEDEX di Paolo Desogus Sul silenzio assordante dei pestaggi dei lavoratori FEDEX

Sul silenzio assordante dei pestaggi dei lavoratori FEDEX

Mamma Papà ho trovato un lavoro: il vostro di Giorgio Cremaschi Mamma Papà ho trovato un lavoro: il vostro

Mamma Papà ho trovato un lavoro: il vostro

Astrazeneca e la "scienza" che governa l'Italia di Francesco Santoianni Astrazeneca e la "scienza" che governa l'Italia

Astrazeneca e la "scienza" che governa l'Italia

L'Economist e la pietra tombale dell'UE in un grafico di Giuseppe Masala L'Economist e la pietra tombale dell'UE in un grafico

L'Economist e la pietra tombale dell'UE in un grafico

Franz Rosenzweig: Intelligenza sana e Malata di  Leo Essen Franz Rosenzweig: Intelligenza sana e Malata

Franz Rosenzweig: Intelligenza sana e Malata

Mix di vaccini. Avete letto il bugiardino Pfizer al punto 4.5? di Antonio Di Siena Mix di vaccini. Avete letto il bugiardino Pfizer al punto 4.5?

Mix di vaccini. Avete letto il bugiardino Pfizer al punto 4.5?

Registrati alla nostra newsletter

Iscriviti alla newsletter per ricevere tutti i nostri aggiornamenti