Menzogne Rai su Ghouta. Roberto Saviano, quando lascerai in pace la Siria e il suo popolo?

Menzogne Rai su Ghouta. Roberto Saviano, quando lascerai in pace la Siria e il suo popolo?

I nostri articoli saranno gratuiti per sempre. Il tuo contributo fa la differenza: preserva la libera informazione. L'ANTIDIPLOMATICO SEI ANCHE TU!


Ultimi colpi di coda della Rai asservita al PD: il monologo sulla Siria di Roberto Saviano. “Dei circa 400mila abitanti da cui è abitata Ghouta, circa la metà sono bambini” (…) “La tattica è sempre la stessa prima accerchia tutta la zona, la isola la affama e poi la bombarda.” E perché mai Assad si sarebbe ostinato ad assediare e bombardare indiscriminatamente una così inerme area?
 

Sarebbe bastato domandarlo alle decine di migliaia di inermi civili di Ghouta che oggi festeggiano la loro liberazione. Inermi civili usati come scudi umani dai “ribelli” (così cari all’Occidente) intenti da anni a massacrare con missili e colpi di mortaio la popolazione di Damasco. Inermi civili oggi, finalmente liberi grazie ai corridoi umanitari ottenuti dallo stato siriano in cambio del salvacondotto concesso ai “ribelli” che, con pullman organizzati dalla Croce Rossa Internazionale, hanno potuto allontanarsi incolumi. Una evacuazione, come quella di Aleppo est, finalizzata a scongiurare un bagno di sangue e condotta alla luce del sole. Non come è stato fatto a Mosul (ridotta ad un mare di macerie dai bombardamenti statunitensi) dove colonne di “ribelli” sono state fatte allontanare dagli USA - in gran segreto e carichi di armi, anche pesanti - in cambio del loro impegno a continuare la mattanza in Siria.




Certo, sarebbe bastato fare del giornalismo degno di questo nome per far conoscere la verità su Goutha. Magari inviando sul posto un qualche bravo corrispondente che non si limita a sproloquiare sulla Siria da qualche albergo in Turchia. Ma perché mai ciò dovrebbe interessare alla RAI? Meglio allora mettere su, con qualche video disinteressatamente fornito dai “ribelli”, un commovente spettacolino con il tuttologo “vate della sinistra” e tirare avanti.


Speriamo che, ora dopo l’esito delle elezioni, questa pacchia finisca.

 



Francesco Santoianni

 

 

Perire con il "vecchio mondo"? L'Italia e la questione indipendenza di Leonardo Sinigaglia Perire con il "vecchio mondo"? L'Italia e la questione indipendenza

Perire con il "vecchio mondo"? L'Italia e la questione indipendenza

3 LIBRI PER "CAPIRE LA PALESTINA" LAD EDIZIONI 3 LIBRI PER "CAPIRE LA PALESTINA"

3 LIBRI PER "CAPIRE LA PALESTINA"

Gaza. L'America Latina progressista si stringe intorno a Lula di Geraldina Colotti Gaza. L'America Latina progressista si stringe intorno a Lula

Gaza. L'America Latina progressista si stringe intorno a Lula

"11 BERSAGLI" di Giovanna Nigi di Giovanna Nigi "11 BERSAGLI" di Giovanna Nigi

"11 BERSAGLI" di Giovanna Nigi

Brecht e il Festival di Sanremo di Francesco Erspamer  Brecht e il Festival di Sanremo

Brecht e il Festival di Sanremo

Saras in mani stranieri e non è una notizia? di Paolo Desogus Saras in mani stranieri e non è una notizia?

Saras in mani stranieri e non è una notizia?

Unrwa, una vergogna (storica) per l'Italia di Giorgio Cremaschi Unrwa, una vergogna (storica) per l'Italia

Unrwa, una vergogna (storica) per l'Italia

La bufala dell'"accordo" sul fentanyl e le nuove guerre dell'oppio di Francesco Santoianni La bufala dell'"accordo" sul fentanyl e le nuove guerre dell'oppio

La bufala dell'"accordo" sul fentanyl e le nuove guerre dell'oppio

L'austerità di Bruxelles e la repressione come spettri di Savino Balzano L'austerità di Bruxelles e la repressione come spettri

L'austerità di Bruxelles e la repressione come spettri

La mozione PD e il macabro teatrino di colonia Italia di Alberto Fazolo La mozione PD e il macabro teatrino di colonia Italia

La mozione PD e il macabro teatrino di colonia Italia

Genocidio, il tabù della parola di Giuseppe Giannini Genocidio, il tabù della parola

Genocidio, il tabù della parola

Autonomia differenziata e falsa sinistra di Antonio Di Siena Autonomia differenziata e falsa sinistra

Autonomia differenziata e falsa sinistra

L'INDUSTRIA AUTOMOBILISTICA E L'INTERESSE NAZIONALE di Gilberto Trombetta L'INDUSTRIA AUTOMOBILISTICA E L'INTERESSE NAZIONALE

L'INDUSTRIA AUTOMOBILISTICA E L'INTERESSE NAZIONALE

SHUGALEY NO, IL TESTIMONE SÌ di Michelangelo Severgnini SHUGALEY NO, IL TESTIMONE SÌ

SHUGALEY NO, IL TESTIMONE SÌ

A Monaco si è deciso la rottura della NATO che conoscevamo di Giuseppe Masala A Monaco si è deciso la rottura della NATO che conoscevamo

A Monaco si è deciso la rottura della NATO che conoscevamo

Lenin fuori dalla retorica di Paolo Pioppi Lenin fuori dalla retorica

Lenin fuori dalla retorica

La morte di Aleksej Naval’nyj, tra dubbi e doppiopesismo di Paolo Arigotti La morte di Aleksej Naval’nyj, tra dubbi e doppiopesismo

La morte di Aleksej Naval’nyj, tra dubbi e doppiopesismo

Meno salari più spese militari di Michele Blanco Meno salari più spese militari

Meno salari più spese militari

Registrati alla nostra newsletter

Iscriviti alla newsletter per ricevere tutti i nostri aggiornamenti