MES, dopo il no dell'ABI anche quello delle Assicurazioni italiane

MES, dopo il no dell'ABI anche quello delle Assicurazioni italiane

I nostri articoli saranno gratuiti per sempre. Il tuo contributo fa la differenza: preserva la libera informazione. L'ANTIDIPLOMATICO SEI ANCHE TU!


di Giuseppe Masala

 

Dopo il chiaro e diretto avviso del Presidente dell'ABI Patuelli il Governo riceve in un linguaggio ovattato ma non meno comprensibile l'Alt delle Assicurazioni italiane: il MES non va firmato. 


In un articolo apparso oggi su Assinews.it viene ricordato che le assicurazioni italiane detengono ben 414 miliardi di euro di titoli del debito pubblico italiano e che in caso di approvazione del Mes sarebbero costrette a diminuire le posizioni anche per anticipare le vendite che sarebbero obbligatorie per le banche (che a loro volta detengono 400 miliardi di titoli pubblici) ed evitare le conseguenti perdite in conto capitale. In buona sostanza stiamo assistendo ad avvertimenti che danno per certo il violento sell-off e l'inevitabile aumento dei tassi che porterà all'automatica condizione di pre-fallimento dello stato italiano. Qualche commentatore ha definito il meccanismo effetto "palla di neve" e questi avvisi attestano che ci hanno visto giusto.


Solo dei folli a questo punto potrebbero firmare la riforma capestro a solo vantaggio dei paesi del Nord Europa. Speriamo che Conte e Gualtieri si ravvedano o almeno che spieghino perchè dovremmo firmare un trattato che significherebbe la rovina della nazione. Qualcuno minaccia il Governo?

Francesco Erspamer - Vittoria di Meloni? Successo di Schlein? di Francesco Erspamer  Francesco Erspamer - Vittoria di Meloni? Successo di Schlein?

Francesco Erspamer - Vittoria di Meloni? Successo di Schlein?

Sostegno a Maduro al campeggio antimperialista a Frassanito di Geraldina Colotti Sostegno a Maduro al campeggio antimperialista a Frassanito

Sostegno a Maduro al campeggio antimperialista a Frassanito

La corsa (imperterrita) dell'occidente verso l'Apocalisse di Clara Statello La corsa (imperterrita) dell'occidente verso l'Apocalisse

La corsa (imperterrita) dell'occidente verso l'Apocalisse

"11 BERSAGLI" di Giovanna Nigi di Giovanna Nigi "11 BERSAGLI" di Giovanna Nigi

"11 BERSAGLI" di Giovanna Nigi

Israele arranca – Salvo Ardizzone di Giacomo Gabellini Israele arranca – Salvo Ardizzone

Israele arranca – Salvo Ardizzone

Le sanzioni alla Borsa di Mosca e il futuro dei Brics di Marinella Mondaini Le sanzioni alla Borsa di Mosca e il futuro dei Brics

Le sanzioni alla Borsa di Mosca e il futuro dei Brics

L'austerità di Bruxelles e la repressione come spettri di Savino Balzano L'austerità di Bruxelles e la repressione come spettri

L'austerità di Bruxelles e la repressione come spettri

Ucraina. Il vero motivo di rottura tra Italia e Francia di Alberto Fazolo Ucraina. Il vero motivo di rottura tra Italia e Francia

Ucraina. Il vero motivo di rottura tra Italia e Francia

Un establishment a corto di credibilità di Giuseppe Giannini Un establishment a corto di credibilità

Un establishment a corto di credibilità

"L'URLO DAY": IL 25 GIUGNO A ROMA AL TEATRO FLAVIO (COMUNICATO) di Michelangelo Severgnini "L'URLO DAY": IL 25 GIUGNO A ROMA AL TEATRO FLAVIO (COMUNICATO)

"L'URLO DAY": IL 25 GIUGNO A ROMA AL TEATRO FLAVIO (COMUNICATO)

La foglia di Fico di  Leo Essen La foglia di Fico

La foglia di Fico

Lenin fuori dalla retorica di Paolo Pioppi Lenin fuori dalla retorica

Lenin fuori dalla retorica

Piketty e le conseguenze economiche dell'ineguaglianza di Michele Blanco Piketty e le conseguenze economiche dell'ineguaglianza

Piketty e le conseguenze economiche dell'ineguaglianza

Registrati alla nostra newsletter

Iscriviti alla newsletter per ricevere tutti i nostri aggiornamenti