Milei su Israele a Gaza: "Stanno seguendo la strategia giusta"

Milei su Israele a Gaza: "Stanno seguendo la strategia giusta"

I nostri articoli saranno gratuiti per sempre. Il tuo contributo fa la differenza: preserva la libera informazione. L'ANTIDIPLOMATICO SEI ANCHE TU!

Il Presidente argentino Javier Milei ha spiegato in un'intervista al Washington Post che il suo forte sostegno a Israele nella sua campagna nella Striscia di Gaza è dovuto al fatto che ritiene che Israele stia "seguendo la giusta strategia".

Rispondendo a una domanda della giornalista Lally Weymouth sul suo sostegno "senza mezzi termini" a Israele, Milei - che ha anche commentato la possibilità di convertirsi all'ebraismo - ha ricordato che il suo primo viaggio diplomatico da presidente è stato proprio nella nazione ebraica, dove ha espresso il suo sostegno "non solo per il Paese, ma per il popolo". 

"Dal mio punto di vista, Israele sta agendo all'interno delle linee guida internazionali e credo che la strategia che sta seguendo sia quella giusta, perché non si può negoziare con i terroristi", ha detto Milei, aggiungendo che dopo l'attacco di Hamas del 7 ottobre, ha condannato "l'attacco terroristico" e sostenuto "il legittimo diritto di Israele all'autodifesa".

Secondo Milei, durante il suo governo, l'Argentina ha "intrapreso un cambiamento radicale" nella politica internazionale, "abbracciando le idee di libertà" che, secondo lui, "hanno portato tanta prosperità al mondo" e sono alla base dell'Occidente, inteso come Stati Uniti e anche Israele. In questo senso, ha sottolineato che "i valori di Israele" sono "la pietra angolare delle idee dell'Occidente".  

La Redazione de l'AntiDiplomatico

La Redazione de l'AntiDiplomatico

L'AntiDiplomatico è una testata registrata in data 08/09/2015 presso il Tribunale civile di Roma al n° 162/2015 del registro di stampa. Per ogni informazione, richiesta, consiglio e critica: info@lantidiplomatico.it

Potrebbe anche interessarti

"11 BERSAGLI" di Giovanna Nigi di Giovanna Nigi "11 BERSAGLI" di Giovanna Nigi

"11 BERSAGLI" di Giovanna Nigi

 COSA PREVEDE LA RIFORMA DELLA LEGGE SOCIETARIA IN CINA di Leonardo Sinigaglia  COSA PREVEDE LA RIFORMA DELLA LEGGE SOCIETARIA IN CINA

COSA PREVEDE LA RIFORMA DELLA LEGGE SOCIETARIA IN CINA

Armi ad Israele: a che gioco sta giocando Washington? di Giacomo Gabellini Armi ad Israele: a che gioco sta giocando Washington?

Armi ad Israele: a che gioco sta giocando Washington?

L'UE e quel "lei deve stare molto attento!" di Marinella Mondaini L'UE e quel "lei deve stare molto attento!"

L'UE e quel "lei deve stare molto attento!"

L'austerità di Bruxelles e la repressione come spettri di Savino Balzano L'austerità di Bruxelles e la repressione come spettri

L'austerità di Bruxelles e la repressione come spettri

Ucraina. Il vero motivo di rottura tra Italia e Francia di Alberto Fazolo Ucraina. Il vero motivo di rottura tra Italia e Francia

Ucraina. Il vero motivo di rottura tra Italia e Francia

La violenza del capitale di Giuseppe Giannini La violenza del capitale

La violenza del capitale

Toti e quei reati "a fin di bene" di Antonio Di Siena Toti e quei reati "a fin di bene"

Toti e quei reati "a fin di bene"

Mercato "libero" e vincolo interno: uno studio di Assoutenti di Gilberto Trombetta Mercato "libero" e vincolo interno: uno studio di Assoutenti

Mercato "libero" e vincolo interno: uno studio di Assoutenti

Il mio messaggio a Bengasi di Michelangelo Severgnini Il mio messaggio a Bengasi

Il mio messaggio a Bengasi

Gli ultimi dati del commercio estero cinese di Pasquale Cicalese Gli ultimi dati del commercio estero cinese

Gli ultimi dati del commercio estero cinese

Escalation nucleare possibile? Cosa rischia l'Europa di Giuseppe Masala Escalation nucleare possibile? Cosa rischia l'Europa

Escalation nucleare possibile? Cosa rischia l'Europa

La foglia di Fico di  Leo Essen La foglia di Fico

La foglia di Fico

Lenin fuori dalla retorica di Paolo Pioppi Lenin fuori dalla retorica

Lenin fuori dalla retorica

Gaza (e Cisgiordania), tra massacri e doppi standard di Paolo Arigotti Gaza (e Cisgiordania), tra massacri e doppi standard

Gaza (e Cisgiordania), tra massacri e doppi standard

Registrati alla nostra newsletter

Iscriviti alla newsletter per ricevere tutti i nostri aggiornamenti