Mosca: "L'occidente è stato distrutto senza un colpo di arma da fuoco"

Mosca: "L'occidente è stato distrutto senza un colpo di arma da fuoco"

I nostri articoli saranno gratuiti per sempre. Il tuo contributo fa la differenza: preserva la libera informazione. L'ANTIDIPLOMATICO SEI ANCHE TU!

 

Questa mattina il ministro degli Esteri russo Sergei Lavrov ha definito positiva la risposta occidentale alle iniziative russe sulla sicurezza europea e sulla non espansione della NATO a est, che sono state respinte per un lungo periodo di tempo.

Tuttavia, ha specificato che il momento attuale "non è la fine della storia". Le osservazioni sono state formulate in una conferenza dopo i colloqui con il suo omologo polacco – e attuale Presidente in esercizio dell'OSCE – Zbigniew Rau.

Ha anche promesso che Mosca proseguirà il dialogo con Washington e l'alleanza militare su questioni di sicurezza e ha ammesso la possibilità che entrambe le parti raggiungano una soluzione generale su questi problemi.

"Continueremo il nostro dialogo anche per chiarire le posizioni dell'Occidente su quanto siano preparati i membri della NATO a negoziare la realizzazione del principio di indivisibilità della sicurezza", ha affermato.

Allo stesso tempo ha annunciato che saranno organizzati "anche consigli di esperti per concordare approcci su questioni specifiche, che si tratti di missili a corto e medio raggio o di riduzione del rischio di guerra".

Inoltre, ha aggiunto che "attraverso gli sforzi combinati su tutte queste questioni, è possibile mettere insieme un risultato abbastanza buono".

Il Capo della diplomazia russa ha precisato che "il ritiro delle truppe russe dalla frontiera ucraina era programmato e non "dipende dall'isteria dell'occidente".

Cremlino: il diritto di condurre esercitazioni in Russia non è negoziabile

A tal proposito, il portavoce del Cremlino, Dmitrij Peskov ha ricordato che "La Russia ha condotto e continuerà a condurre esercitazioni in tutta la Federazione Russa. Questo è un processo continuo, come in tutti i paesi del mondo. Questo è il nostro diritto di condurre esercitazioni a casa, sul territorio dove lo riteniamo opportuno, non soggetto a discussione con nessuno."

Il ministero della Difesa di Mosca, da parte sua, ha annunciato che un certo numero di truppe russe hanno terminato le loro esercitazioni in Bielorussia, vicino al confine ucraino, e che inizieranno il processo di ritiro.

"15 Febbraio 2022, la propaganda di guerra occidentale è fallita"

Viste le date che i governi occidentali avevano già fissato per un'improbabile invasione russa dell'Ucraina, la portavoce del Ministero degli esteri russo, Maria Zakharova, senza mezzi termini ha descritto il 15 febbraio 2022 "come il giorno in cui la propaganda di guerra occidentale è fallita", aggiungendo che l'Occidente "è stato distrutto senza sparare un solo colpo".

 

 

 

La Redazione de l'AntiDiplomatico

La Redazione de l'AntiDiplomatico

L'AntiDiplomatico è una testata registrata in data 08/09/2015 presso il Tribunale civile di Roma al n° 162/2015 del registro di stampa. Per ogni informazione, richiesta, consiglio e critica: info@lantidiplomatico.it

Il golpe economico del 1992 e i suoi autori di Giorgio Cremaschi Il golpe economico del 1992 e i suoi autori

Il golpe economico del 1992 e i suoi autori

Quello che non vi dicono sull'Afghanistan... di Francesco Santoianni Quello che non vi dicono sull'Afghanistan...

Quello che non vi dicono sull'Afghanistan...

Cara Meloni, i veri patrioti non strisciano di Savino Balzano Cara Meloni, i veri patrioti non strisciano

Cara Meloni, i veri patrioti non strisciano

Sulla Denazificazione dell'Ucraina di Daniele Lanza Sulla Denazificazione dell'Ucraina

Sulla Denazificazione dell'Ucraina

Gli aiuti non sono per il popolo ucraino di Alberto Fazolo Gli aiuti non sono per il popolo ucraino

Gli aiuti non sono per il popolo ucraino

Draghi o non Draghi, resta la gabbia dell'eurozona di Thomas Fazi Draghi o non Draghi, resta la gabbia dell'eurozona

Draghi o non Draghi, resta la gabbia dell'eurozona

30 anni di pagliacci. E' il lavoro la misura di ogni cosa di Pasquale Cicalese 30 anni di pagliacci. E' il lavoro la misura di ogni cosa

30 anni di pagliacci. E' il lavoro la misura di ogni cosa

La nuova psicologia del Totalitarismo di Damiano Mazzotti La nuova psicologia del Totalitarismo

La nuova psicologia del Totalitarismo

In Germania siamo già al "razionamento dell'acqua calda"... di Antonio Di Siena In Germania siamo già al "razionamento dell'acqua calda"...

In Germania siamo già al "razionamento dell'acqua calda"...

Privatizzazioni e imprese di stato. Fact Checking completo di Gilberto Trombetta Privatizzazioni e imprese di stato. Fact Checking completo

Privatizzazioni e imprese di stato. Fact Checking completo

A Parigi si prepara l'assedio di Tripoli di Michelangelo Severgnini A Parigi si prepara l'assedio di Tripoli

A Parigi si prepara l'assedio di Tripoli

Registrati alla nostra newsletter

Iscriviti alla newsletter per ricevere tutti i nostri aggiornamenti