Oxfam: I paesi del G7 "alimentano la disuguaglianza globale" più di quanto lottino per ridurla

Oxfam: I paesi del G7 "alimentano la disuguaglianza globale" più di quanto lottino per ridurla

Il Gruppo dei Sette, che comprende alcune delle nazioni più ricche del mondo, si è impegnato a combattere la disuguaglianza globale ma, a volte, fa il contrario, aggravando il problema, secondo l'organizzazione umanitaria Oxfam.

I nostri articoli saranno gratuiti per sempre. Il tuo contributo fa la differenza: preserva la libera informazione. L'ANTIDIPLOMATICO SEI ANCHE TU!


I leader dei cosiddetti stati del G7 - Stati Uniti, Canada, Gran Bretagna, Francia, Germania, Italia e Giappone - si incontreranno nel fine settimana nella città francese di Biarritz, sulla costa atlantica. Il padrone di casa sarà il presidente Emmanuel Macron, il quale ha messo in guardia dalla "crisi della disuguaglianza" che affligge il mondo.
 
Tuttavia, il Gruppo dei Sette ha in alcuni casi peggiorato il problema, ha dichiarato a RT Jon Date, il capo delle relazioni governative presso Oxfam, un'organizzazione benefica globale per la lotta alla povertà.
 
Abbiamo scoperto che in realtà, in una serie di settori, i paesi del [G7] stanno alimentando piuttosto che ridurre la disuguaglianza.
 
I governi di questi paesi stanno "promuovendo un modello di business" primo azionista "che non soddisfa le esigenze dei lavoratori e di molte persone nei paesi in via di sviluppo a basso reddito", ha spiegato Date. I leader del G7 hanno anche esacerbato la situazione non riuscendo ad adottare una tassa sulla ricchezza e ad affrontare i cambiamenti climatici, ha osservato.
 
Il recente studio di Oxfam mostra che, nonostante gli stati del G7 promisero nel 2017 di lleviare la disuguaglianza globale, "non sono seguite azioni, impegni o piani reali per realizzare un vero cambiamento". Date ha sottolineato che alcune delle economie più ricche del mondo hanno persino fatto alcuni passi indietro dall'agenda.
 
Stiamo assistendo a sistemi fiscali regressivi in ??paesi come gli Stati Uniti. Inoltre, nel Regno Unito possiamo vedere che l'aliquota principale dell'imposta sulle società diminuisce ulteriormente, il che aggrava la disuguaglianza.
 
Nel 2017, Macron ha eliminato la tassa sul patrimonio introdotta dal suo predecessore. La mossa è diventata quindi uno dei motivi dietro le massicce proteste antigovernative dei Gilet Gialli che hanno coinvolto la Francia negli ultimi 10 mesi.
 


 

Potrebbe anche interessarti

Strage di Suviana e la logica del capitalismo di Paolo Desogus Strage di Suviana e la logica del capitalismo

Strage di Suviana e la logica del capitalismo

3 LIBRI PER "CAPIRE LA PALESTINA" LAD EDIZIONI 3 LIBRI PER "CAPIRE LA PALESTINA"

3 LIBRI PER "CAPIRE LA PALESTINA"

Trent’anni fa, il genocidio in Ruanda di Geraldina Colotti Trent’anni fa, il genocidio in Ruanda

Trent’anni fa, il genocidio in Ruanda

La tigre di carta è nuda di Clara Statello La tigre di carta è nuda

La tigre di carta è nuda

"11 BERSAGLI" di Giovanna Nigi di Giovanna Nigi "11 BERSAGLI" di Giovanna Nigi

"11 BERSAGLI" di Giovanna Nigi

Lenin, un patriota russo di Leonardo Sinigaglia Lenin, un patriota russo

Lenin, un patriota russo

Il PD e M5S votano per la guerra nel Mar Rosso di Giorgio Cremaschi Il PD e M5S votano per la guerra nel Mar Rosso

Il PD e M5S votano per la guerra nel Mar Rosso

Il caso "scientifico" dell'uomo vaccinato 217 volte di Francesco Santoianni Il caso "scientifico" dell'uomo vaccinato 217 volte

Il caso "scientifico" dell'uomo vaccinato 217 volte

L'austerità di Bruxelles e la repressione come spettri di Savino Balzano L'austerità di Bruxelles e la repressione come spettri

L'austerità di Bruxelles e la repressione come spettri

Ucraina. Il vero motivo di rottura tra Italia e Francia di Alberto Fazolo Ucraina. Il vero motivo di rottura tra Italia e Francia

Ucraina. Il vero motivo di rottura tra Italia e Francia

Difendere l'indifendibile (I partiti e le elezioni) di Giuseppe Giannini Difendere l'indifendibile (I partiti e le elezioni)

Difendere l'indifendibile (I partiti e le elezioni)

Autonomia differenziata e falsa sinistra di Antonio Di Siena Autonomia differenziata e falsa sinistra

Autonomia differenziata e falsa sinistra

L'INDUSTRIA AUTOMOBILISTICA E L'INTERESSE NAZIONALE di Gilberto Trombetta L'INDUSTRIA AUTOMOBILISTICA E L'INTERESSE NAZIONALE

L'INDUSTRIA AUTOMOBILISTICA E L'INTERESSE NAZIONALE

Libia. 10 anni senza elezioni di Michelangelo Severgnini Libia. 10 anni senza elezioni

Libia. 10 anni senza elezioni

Lenin fuori dalla retorica di Paolo Pioppi Lenin fuori dalla retorica

Lenin fuori dalla retorica

Il nodo Israele fa scomparire l'Ucraina dai radar di Paolo Arigotti Il nodo Israele fa scomparire l'Ucraina dai radar

Il nodo Israele fa scomparire l'Ucraina dai radar

DRAGHI IL MAGGIORDOMO DI GOLDMAN & SACHS di Michele Blanco DRAGHI IL MAGGIORDOMO DI GOLDMAN & SACHS

DRAGHI IL MAGGIORDOMO DI GOLDMAN & SACHS

Registrati alla nostra newsletter

Iscriviti alla newsletter per ricevere tutti i nostri aggiornamenti