Pomigliano, stop alla pausa mensa. Slai Cobas: sciopero e diffida contro Stellantis

Pomigliano, stop alla pausa mensa. Slai Cobas: sciopero e diffida contro Stellantis

Foto Laprovinciaonline

I nostri articoli saranno gratuiti per sempre. Il tuo contributo fa la differenza: preserva la libera informazione. L'ANTIDIPLOMATICO SEI ANCHE TU!

 

La realtà va al di sopra della saga fantozziana. Nello stabilimento di Pomigliano d’Arco, in provincia di Napoli, Stellantis, per recuperare la produzione dei modelli Fiat Panda e Alfa Romeo Tonale, senza tanti fronzoli, decide che i lavoratori devono, sostanzialmente, rinunciare al diritto alla mensa.

Nemmeno si può citare il film di Charlie Chaplin in Tempi moderni,  girato nel 1936 per denunciare e mettere in ridicolo il sistema produttivo fordista della catena di montaggio. Sono passati più di 80 anni e le condizioni lavorative sono peggiorate, infatti, nel film  al personaggio interpretato da Chaplin era consentito che lo lasciassero mangiare in quale modo, anche se doveva produrre allo stesso tempo.

Gli operai dello Slai Cobas all’AntiDiplomatico denunciano che la pretesa aziendale consiste, citando la stessa Stellantis, “per gli addetti e collegati di lastratura e verniciatura, con decorrenza 28 agosto/31 dicembre 2023, che l’attività lavorativa sarà svolta anche nella mezz’ora retribuita della mensa”.

Una cosa inaudita. Se fosse successa in un luogo do lavoro in Russia, in Cina ci sarebbe le aperture di Tg e siti web dei giornali. Tutto questo avviene in quello che sarebbe il “giardino” secondo l’Alto rappresentante per gli affari esteri e la politica di sicurezza dell’Unione Europea, Josep Borrell.

Negli stabilimenti Fiat, soprattutto, negli ultimi 30 anni con la complicità di Cgil-Cisl e Uil, la mensa per i lavoratori è stata spostata a fine turno. Immaginate chi viene a lavorare da luoghi lontani dalla fabbrica, dover aspettare 8 ore per mangiare. Il provvedimento ha avuto anche una volontà ben precisa, oltre quella produttiva. La mensa, infatti, è stato anche un luogo di aggregazione fra operai di diversi reparti, dove si organizzavano anche scioperi.

Comunque, Stellantis in questi mesi ha risposto alle proteste dei lavoratori contro i ritmi insostenibili e le condizioni precarie igienico sanitari, mettendo al centro il profitto e il recupero della produzione. Ergo, le risposte sono state i sabati lavorativi, trasferendo anche 1200 lavoratori da Melfi a Pomigliano, senza ottenere nulla, gli scioperi indetti dallo Slai Cobas hanno compattato le maestranze di Melfi e Pomigliano.

Il sindacato di base ricorda, che non “è pensabile colmare (senza rendersene complici) il grave deficit impiantistico- gestionale e produttivo con l’eliminazione della mensa che è un diritto di legge dei lavoratori non derogabile contrattualmente, per costringerli a produrre mezza ora in più a turno, nonché imporre, coi sindacati compiacenti, i 20 turni a scorrimento per non parlare del trasferimento coatto di 1.200 lavoratori – sotto ricatto – da Melfi a Pomigliano.”

Inoltre, ribadisce che “la pausa menda rappresenta un obbligo per l’azienda e un diritto del lavoratore non derogabile dagli accordi sindacali fuorilegge. I sindacati compiacenti non possono consentire a Stellantis di comprare la fame dei lavoratori tenuti in CIGS e sotto salario.”

Per domani lo Slai cobas ha indetto altre 8 ore di sciopero nello stabilimento Stellantis di Pomigliano d’Arco, allo stesso tempo, “ha predisposto ogni adeguata tutela giudiziaria dei diritti dei lavoratori e della democrazia in fabbrica”, in quanto la pausa mensa è “un diritto dei lavoratori non modificabile a cui pensiamo che non si debba rinunciare.”

Francesco Guadagni

Francesco Guadagni

 

Nato nell'anno di grazia 1979. Capolavoro e mancato. Metà osco, metà vesuviano. Marxista fumolentista. S.S.C.Napoli la mia malattia. Pochi pregi, tanti difetti, fra i quali: Laurea in Lettere Moderne, Iscrizione all'Albo giornalisti pubblicisti della Campania dal 2010. Per molti anni mi sono occupato di relazioni sindacali, coprendo le vertenze di aziende multinazionali quali Fiat e di Leonardo Finmeccanica. Impegno di militanza politica, divenata passione, è il Medio Oriente. Per LAD Gruppo Editoriale ho pubblicato il libro 'Passione Pasolini - Un Viaggio con David Grieco', prefazione di Paolo Desogus. 

Francesco Erspamer - Vittoria di Meloni? Successo di Schlein? di Francesco Erspamer  Francesco Erspamer - Vittoria di Meloni? Successo di Schlein?

Francesco Erspamer - Vittoria di Meloni? Successo di Schlein?

Lo squallore di chi accusa di "antisemitismo" Melenchon di Paolo Desogus Lo squallore di chi accusa di "antisemitismo" Melenchon

Lo squallore di chi accusa di "antisemitismo" Melenchon

Gli attacchi ad Orban e il vero volto dell'UE di Fabrizio Verde Gli attacchi ad Orban e il vero volto dell'UE

Gli attacchi ad Orban e il vero volto dell'UE

In Bolivia, tornano i carri armati di Geraldina Colotti In Bolivia, tornano i carri armati

In Bolivia, tornano i carri armati

Attentato a Trump: tutti i "misteri" ancora senza risposta di Clara Statello Attentato a Trump: tutti i "misteri" ancora senza risposta

Attentato a Trump: tutti i "misteri" ancora senza risposta

"11 BERSAGLI" di Giovanna Nigi di Giovanna Nigi "11 BERSAGLI" di Giovanna Nigi

"11 BERSAGLI" di Giovanna Nigi

Anche in Kenya l’imperialismo non è che una tigre di carta di Leonardo Sinigaglia Anche in Kenya l’imperialismo non è che una tigre di carta

Anche in Kenya l’imperialismo non è che una tigre di carta

Il ritorno del blairismo e le fake news contro Corbyn di Giorgio Cremaschi Il ritorno del blairismo e le fake news contro Corbyn

Il ritorno del blairismo e le fake news contro Corbyn

L'austerità di Bruxelles e la repressione come spettri di Savino Balzano L'austerità di Bruxelles e la repressione come spettri

L'austerità di Bruxelles e la repressione come spettri

La mannaia dell'austerity di Giuseppe Giannini La mannaia dell'austerity

La mannaia dell'austerity

Elezioni in Francia. Il precedente Pflimlin di Antonio Di Siena Elezioni in Francia. Il precedente Pflimlin

Elezioni in Francia. Il precedente Pflimlin

"L'Urlo" adesso è davvero vostro di Michelangelo Severgnini "L'Urlo" adesso è davvero vostro

"L'Urlo" adesso è davvero vostro

La Russia e Trump: un esercizio di memoria di Andrea Puccio La Russia e Trump: un esercizio di memoria

La Russia e Trump: un esercizio di memoria

La foglia di Fico di  Leo Essen La foglia di Fico

La foglia di Fico

Lenin fuori dalla retorica di Paolo Pioppi Lenin fuori dalla retorica

Lenin fuori dalla retorica

LA SINISTRA CHE SCONFIGGE LE DESTRE E MACRON di Michele Blanco LA SINISTRA CHE SCONFIGGE LE DESTRE E MACRON

LA SINISTRA CHE SCONFIGGE LE DESTRE E MACRON

 Gaza. La scorta mediatica  Gaza. La scorta mediatica

Gaza. La scorta mediatica

Il Moribondo contro il Nascente Il Moribondo contro il Nascente

Il Moribondo contro il Nascente

Registrati alla nostra newsletter

Iscriviti alla newsletter per ricevere tutti i nostri aggiornamenti