Rivolta contro Green Pass. Operai Electrolux di Susegana occupano la mensa

Rivolta contro Green Pass. Operai  Electrolux di Susegana occupano la mensa

Foto Tribuna di Treviso

I nostri articoli saranno gratuiti per sempre. Il tuo contributo fa la differenza: preserva la libera informazione. L'ANTIDIPLOMATICO SEI ANCHE TU!

 

Non resterà un caso isolato, contro un provvedimento assurdo. Lavorare insieme nei reparti e poi dover mostrare il green pass per mangiare super ogni limite della decenza e del buon senso.

Alla Electrolux di Susegana, in provincia di Treviso, stabilimento con 700 maestranze, i lavoratori hanno occupato la mensa aziendale sostenendo che "chi può lavorare può anche mangiare in mensa senza esibire il Green pass".

La protesta degli operai è stata spontanea.

Quando gli è stato chiesto di mostrare il green pass, le maestranze si sono rifiutate e la mensa è stata chiusa e successivamente occupata.

I lavoratori hanno comunque fatto osservare che all'interno della mensa ci sono barriere di plexigas che evitano contatti troppo ravvicinati. Tra l'altro quelli che magari ci sono stati già durante le ore di lavoro.

Tra l'altro i lavoratori hanno lamentato che l'azienda non ha predisposto un'area dove, chi non ha il green pass, possa consumare il cibo che si porta da casa.

Inoltre, ad accompagnare la protesta, ci sarà uno sciopero di 105 minuti per permettere agli operai rimasti digiuni di poter anticipare il rientro a casa.

Le mense sono da sempre luogo di aggregazione dei lavoratori, specialmente nelle grandi aziende, dove durante il pasto operai di vari reparti si potevano incontrare e parlare delle problematiche del lavoro, così come organizzare proteste e scioperi. Già da anni aziende come la Fiat hanno spostato la mensa alla fine del turno di lavoro, facendo restare digiuni gli operai per tante ore, soprattutto chi viene da zone più lontane dallo stabilimento. L'intento è sempre quello di non creare zone di incontro e socialità fra i lavoratori.

Il green pass serve anche a questo. Il divide et impera è un'arma da sempre usata anche dai padroni.

 

 

La Redazione de l'AntiDiplomatico

La Redazione de l'AntiDiplomatico

L'AntiDiplomatico è una testata registrata in data 08/09/2015 presso il Tribunale civile di Roma al n° 162/2015 del registro di stampa. Per ogni informazione, richiesta, consiglio e critica: info@lantidiplomatico.it

L'agenda Draghi-Meloni di Giorgio Cremaschi L'agenda Draghi-Meloni

L'agenda Draghi-Meloni

L’Iran come la Siria nel 2011? di Francesco Santoianni L’Iran come la Siria nel 2011?

L’Iran come la Siria nel 2011?

L'Ambasciatore russo "convocato" dalla Farnesina su ordine dell'UE di Marinella Mondaini L'Ambasciatore russo "convocato" dalla Farnesina su ordine dell'UE

L'Ambasciatore russo "convocato" dalla Farnesina su ordine dell'UE

Combattere l'imperialismo significa nominarlo (e smascherarlo)   di Bruno Guigue Combattere l'imperialismo significa nominarlo (e smascherarlo)

Combattere l'imperialismo significa nominarlo (e smascherarlo)

Gas a questi prezzi. "L'euro non ha più senso" di Antonio Di Siena Gas a questi prezzi. "L'euro non ha più senso"

Gas a questi prezzi. "L'euro non ha più senso"

Draghi o non Draghi, resta la gabbia dell'eurozona di Thomas Fazi Draghi o non Draghi, resta la gabbia dell'eurozona

Draghi o non Draghi, resta la gabbia dell'eurozona

Libia, l'Italia si prepara alla guerra preventiva? di Michelangelo Severgnini Libia, l'Italia si prepara alla guerra preventiva?

Libia, l'Italia si prepara alla guerra preventiva?

Gorbachev: ritorno alla terra di Daniele Lanza Gorbachev: ritorno alla terra

Gorbachev: ritorno alla terra

I 25 anni di Google e il potere "ipnotico" di YouTube di  Leo Essen I 25 anni di Google e il potere "ipnotico" di YouTube

I 25 anni di Google e il potere "ipnotico" di YouTube

Donbass: la sinistra europea che copre l'imperialismo di Paolo Pioppi Donbass: la sinistra europea che copre l'imperialismo

Donbass: la sinistra europea che copre l'imperialismo

Populismo terminale. La dispersione della sinistra e della destra di Damiano Mazzotti Populismo terminale. La dispersione della sinistra e della destra

Populismo terminale. La dispersione della sinistra e della destra