Russia a Usa e curdi: il loro gioco pericoloso in Siria "può finire male"

Russia a Usa e curdi: il loro gioco pericoloso in Siria "può finire male"

I nostri articoli saranno gratuiti per sempre. Il tuo contributo fa la differenza: preserva la libera informazione. L'ANTIDIPLOMATICO SEI ANCHE TU!

 

La Russia avverte che gli Stati Uniti continuano a saccheggiare la ricchezza siriana su larga scala e utilizzano i fondi per sostenere le loro milizie alleate in Siria.

"Riaffermiamo l'illegittimità e l'illegalità della presenza statunitense nei territori siriani, che è accompagnata dal saccheggio di risorse naturali come giacimenti petroliferi e colture agricole" , ha denunciato oggi, in un forum il ministro degli Esteri russo, Sergei Lavrov.

Lavrov ha affermato che gli americani sostengono le milizie separatiste sulla sponda orientale del fiume Eufrate (est) con questi fondi saccheggiati.

Inoltre, ha avvertito che Washington e il suo alleato, la milizia arabo-curda, le Forze democratiche siriane (SDF),  stanno facendo "un gioco davvero pericoloso che può finire male".

Il ministro degli Esteri russo ha confermato che il suo Paese continuerà a contribuire attivamente alla risoluzione dei conflitti internazionali.

Washington continua a sostenere questi miliziani e invia loro costantemente convogli militari dotati di rifornimenti militari e logistici, con il pretesto di combattere contro il gruppo terroristico Daesh, ma, in realtà, ciò che cerca è estrarre il petrolio, il gas e le risorse naturali del Paese levantino .

Intifada siriana contro le SDF e le truppe Usa 

A queste azioni illegali si aggiungono i crimini commessi dalle SDF con il sostegno degli Stati Uniti contro i siriani nelle aree che occupano, compreso il reclutamento forzato e il rapimento di giovani.

Negli ultimi tempi, si stanno diffondendo quotidianamente scontri popolari nelle aree tribali contro la presenza delle milizie e delle truppe statunitensi nel nord-est della Siria.

A Raqqa, la popolazione locale si prepara a lanciare una “ intifada ” contro i miliziani delle SDF, simile a quella di Manbiy, nella provincia nord-occidentale di Aleppo, dove c'è molta tensione con lo scoppio di una nuova ammutinamento popolare contro le forze statunitensi ed i loro alleati.

 

 

 

 

 

 

La Redazione de l'AntiDiplomatico

La Redazione de l'AntiDiplomatico

L'AntiDiplomatico è una testata registrata in data 08/09/2015 presso il Tribunale civile di Roma al n° 162/2015 del registro di stampa. Per ogni informazione, richiesta, consiglio e critica: info@lantidiplomatico.it

Potrebbe anche interessarti

Cosa aspetti Landini che ripristinano le corporazioni? di Paolo Desogus Cosa aspetti Landini che ripristinano le corporazioni?

Cosa aspetti Landini che ripristinano le corporazioni?

Omicidio Adil Belakhdim. Padroni assassini, governo complice di Giorgio Cremaschi Omicidio Adil Belakhdim. Padroni assassini, governo complice

Omicidio Adil Belakhdim. Padroni assassini, governo complice

Mascherine all'aperto. Nel Cts c'è chi sfida ancora l'ovvietà di Francesco Santoianni Mascherine all'aperto. Nel Cts c'è chi sfida ancora l'ovvietà

Mascherine all'aperto. Nel Cts c'è chi sfida ancora l'ovvietà

Per chi si era illuso per il vertice di Ginevra di Marinella Mondaini Per chi si era illuso per il vertice di Ginevra

Per chi si era illuso per il vertice di Ginevra

L'UE vuole il "Fauci europeo" per le prossime pandemie... di Giuseppe Masala L'UE vuole il "Fauci europeo" per le prossime pandemie...

L'UE vuole il "Fauci europeo" per le prossime pandemie...

Cina sotto attacco della Open Ran Policy Coalition  di  Leo Essen Cina sotto attacco della Open Ran Policy Coalition 

Cina sotto attacco della Open Ran Policy Coalition 

Registrati alla nostra newsletter

Iscriviti alla newsletter per ricevere tutti i nostri aggiornamenti