Salari e inflazione. La (folle) dichiarazione di Lagarde al Parlamento europeo

Salari e inflazione. La (folle) dichiarazione di Lagarde al Parlamento europeo

I nostri articoli saranno gratuiti per sempre. Il tuo contributo fa la differenza: preserva la libera informazione. L'ANTIDIPLOMATICO SEI ANCHE TU!



di Alessandro Volpi*

La ricerca dell'impoverimento. L'ineffabile Christine Lagarde ha parlato ieri di fronte al Parlamento europeo e ha sostenuto con chiarezza che l'attuale inflazione dipende dall'eccessivo aumento dei salari.

Ora, non ci vuole molto a capire che si tratta di una dichiarazione folle.

I salari medi lordi in Europa sono di poco superiori ai 30 mila euro, mentre i profitti di vari settori, a cominciare dai bancari, sono risultati stellari, approfittando proprio del monopolio creato dagli alti tassi di interesse della Bce che hanno ridotto la concorrenza e hanno consentito di scaricare sui consumatori l'aumento dei prezzi, generato dalla speculazione.

Sono sempre più convinto che non è vero che non esiste una politica monetaria in Europa; c'è, eccome, ma è tutta a favore dei super ricchi, i veri vincitori della lotta di classe. Tra qualche giorno, ad Omaha, in Nebraska, Warren Buffett riunirà gli azionisti della "holding" Berkshire Hathaway, che quest'anno ha realizzato profitti per quasi 93 miliardi di dollari. Si tratta di un risultato importante, che dipende dai rendimenti stellari delle banche Usa e di Apple di cui Berkshire è azionista rilevante.

Naturalmente questi rendimenti sono dipesi dalla marea di liquidità indirizzata verso tali società proprio da Berkshire e dai suoi azionisti a cominciare da Vanguard e da State Street. Non trascurerei, poi, che Berkshire è grande azionista dell'agenzia di rating Moody's da cui dipendono le "pagelle" dei vari titoli finanziari, oltre che dei debiti pubblici degli Stati. In sintesi, siamo di fronte ad un club, molto ristretto che genera la propria ricchezza come se fossero fiches, per le quali non è neppure necessaria la conversione, perché sono già in dollari.


* Post Facebook del 26 febbraio 2024

----------------
 
L'AntiDiplomatico è un giornale online regolarmente registrato al Tribunale di Roma che subisce la censura di "fact-checker" di testate a noi concorrenti e dell'agenzia statunitense NewsGuard. C'è un solo modo per essere sicuri di rimanere sempre aggiornati con il nostro lavoro: cliccando qui.
 

Strage di Suviana e la logica del capitalismo di Paolo Desogus Strage di Suviana e la logica del capitalismo

Strage di Suviana e la logica del capitalismo

Tra neoliberismo e NATO: l'Argentina sull'orlo dell'abisso di Fabrizio Verde Tra neoliberismo e NATO: l'Argentina sull'orlo dell'abisso

Tra neoliberismo e NATO: l'Argentina sull'orlo dell'abisso

3 LIBRI PER "CAPIRE LA PALESTINA" LAD EDIZIONI 3 LIBRI PER "CAPIRE LA PALESTINA"

3 LIBRI PER "CAPIRE LA PALESTINA"

Trent’anni fa, il genocidio in Ruanda di Geraldina Colotti Trent’anni fa, il genocidio in Ruanda

Trent’anni fa, il genocidio in Ruanda

La fine dell'impunità di Israele di Clara Statello La fine dell'impunità di Israele

La fine dell'impunità di Israele

"11 BERSAGLI" di Giovanna Nigi di Giovanna Nigi "11 BERSAGLI" di Giovanna Nigi

"11 BERSAGLI" di Giovanna Nigi

Lenin, un patriota russo di Leonardo Sinigaglia Lenin, un patriota russo

Lenin, un patriota russo

Il PD e M5S votano per la guerra nel Mar Rosso di Giorgio Cremaschi Il PD e M5S votano per la guerra nel Mar Rosso

Il PD e M5S votano per la guerra nel Mar Rosso

Il caso "scientifico" dell'uomo vaccinato 217 volte di Francesco Santoianni Il caso "scientifico" dell'uomo vaccinato 217 volte

Il caso "scientifico" dell'uomo vaccinato 217 volte

L'austerità di Bruxelles e la repressione come spettri di Savino Balzano L'austerità di Bruxelles e la repressione come spettri

L'austerità di Bruxelles e la repressione come spettri

Ucraina. Il vero motivo di rottura tra Italia e Francia di Alberto Fazolo Ucraina. Il vero motivo di rottura tra Italia e Francia

Ucraina. Il vero motivo di rottura tra Italia e Francia

Liberal-Autocrazie di Giuseppe Giannini Liberal-Autocrazie

Liberal-Autocrazie

Autonomia differenziata e falsa sinistra di Antonio Di Siena Autonomia differenziata e falsa sinistra

Autonomia differenziata e falsa sinistra

L'INDUSTRIA AUTOMOBILISTICA E L'INTERESSE NAZIONALE di Gilberto Trombetta L'INDUSTRIA AUTOMOBILISTICA E L'INTERESSE NAZIONALE

L'INDUSTRIA AUTOMOBILISTICA E L'INTERESSE NAZIONALE

Togg fii: l’Africa è un posto dove restare di Michelangelo Severgnini Togg fii: l’Africa è un posto dove restare

Togg fii: l’Africa è un posto dove restare

Il primo dei poveri di Pasquale Cicalese Il primo dei poveri

Il primo dei poveri

Lenin fuori dalla retorica di Paolo Pioppi Lenin fuori dalla retorica

Lenin fuori dalla retorica

La crisi nel Corno d’Africa di Paolo Arigotti La crisi nel Corno d’Africa

La crisi nel Corno d’Africa

Registrati alla nostra newsletter

Iscriviti alla newsletter per ricevere tutti i nostri aggiornamenti