Salvini come Gentiloni: "Assad deve lasciare per il bene e tranquillità della Siria"

Salvini come Gentiloni: "Assad deve lasciare per il bene e tranquillità della Siria"

“Anche lei chiede che il presidente siriano Assad se ne vada?”. Salvini: “Si"

I nostri articoli saranno gratuiti per sempre. Il tuo contributo fa la differenza: preserva la libera informazione. L'ANTIDIPLOMATICO SEI ANCHE TU!

 
Intervenendo lunedì sera alla trasmissione Otto e Mezzo su La 7, il leader della Lega Nord Matteo Salvini a domanda specifica di Lilli Gruber - “anche lei chiede che il presidente siriano Assad se ne vada?” - ha risposto: “Si io penso per il bene della Siria ci sia bisogno di uomini nuovi e di nuova tranquillità”.

(qui il video dal minuto 21.10)
 
Quindi, anche Salvini ha abbracciato la linea del governo Renzi, con il ministro Gentiloni che ripete a memoria la posizione nord-americana sulla Siria ogni volta che può. Linea ribaditia anche ieri da Obama al presidente russo Vladimir Putin a margine della conferenza sul clima a Parigi. “Bashar Al-Assad deve lasciare per porre fine al conflitto”, la posizione degli Stati Uniti, quindi del nostro governo, e adesso della Lega di Salvini. 
 
Per ora, il leader della Lega Nord non si è ancora spinto sulla “necessità di un governo di transizione”, vale a dire l'ennesimo governo fantoccio dell'occidente nell'area. Per ora?

"11 BERSAGLI" di Giovanna Nigi di Giovanna Nigi "11 BERSAGLI" di Giovanna Nigi

"11 BERSAGLI" di Giovanna Nigi

 COSA PREVEDE LA RIFORMA DELLA LEGGE SOCIETARIA IN CINA di Leonardo Sinigaglia  COSA PREVEDE LA RIFORMA DELLA LEGGE SOCIETARIA IN CINA

COSA PREVEDE LA RIFORMA DELLA LEGGE SOCIETARIA IN CINA

Armi ad Israele: a che gioco sta giocando Washington? di Giacomo Gabellini Armi ad Israele: a che gioco sta giocando Washington?

Armi ad Israele: a che gioco sta giocando Washington?

L'UE e quel "lei deve stare molto attento!" di Marinella Mondaini L'UE e quel "lei deve stare molto attento!"

L'UE e quel "lei deve stare molto attento!"

L'austerità di Bruxelles e la repressione come spettri di Savino Balzano L'austerità di Bruxelles e la repressione come spettri

L'austerità di Bruxelles e la repressione come spettri

Ucraina. Il vero motivo di rottura tra Italia e Francia di Alberto Fazolo Ucraina. Il vero motivo di rottura tra Italia e Francia

Ucraina. Il vero motivo di rottura tra Italia e Francia

La violenza del capitale di Giuseppe Giannini La violenza del capitale

La violenza del capitale

Toti e quei reati "a fin di bene" di Antonio Di Siena Toti e quei reati "a fin di bene"

Toti e quei reati "a fin di bene"

Mercato "libero" e vincolo interno: uno studio di Assoutenti di Gilberto Trombetta Mercato "libero" e vincolo interno: uno studio di Assoutenti

Mercato "libero" e vincolo interno: uno studio di Assoutenti

Il mio messaggio a Bengasi di Michelangelo Severgnini Il mio messaggio a Bengasi

Il mio messaggio a Bengasi

Gli ultimi dati del commercio estero cinese di Pasquale Cicalese Gli ultimi dati del commercio estero cinese

Gli ultimi dati del commercio estero cinese

Escalation nucleare possibile? Cosa rischia l'Europa di Giuseppe Masala Escalation nucleare possibile? Cosa rischia l'Europa

Escalation nucleare possibile? Cosa rischia l'Europa

La foglia di Fico di  Leo Essen La foglia di Fico

La foglia di Fico

Lenin fuori dalla retorica di Paolo Pioppi Lenin fuori dalla retorica

Lenin fuori dalla retorica

Gaza (e Cisgiordania), tra massacri e doppi standard di Paolo Arigotti Gaza (e Cisgiordania), tra massacri e doppi standard

Gaza (e Cisgiordania), tra massacri e doppi standard

Registrati alla nostra newsletter

Iscriviti alla newsletter per ricevere tutti i nostri aggiornamenti