Sciacallaggio mediatico. Malato di leucemia ma "morto di Covid"

Sciacallaggio mediatico. Malato di leucemia ma "morto di Covid"

I nostri articoli saranno gratuiti per sempre. Il tuo contributo fa la differenza: preserva la libera informazione. L'ANTIDIPLOMATICO SEI ANCHE TU!


di Francesco Santoianni
 

Il più ripugnante di tutti è certamente il titolo di Repubblica che pretende di ammantarsi di una obiettività politically correct con quel “si era ammalato di leucemia, è stato ucciso dal coronavirus”. Ma il povero Matteo Mutti “campione nazionale di poker”, essendo affetto da leucemia (che, come dovrebbe essere noto a tutti, inibisce il sistema immunitario) avrebbe potuto essere ucciso anche dal virus del raffreddore. Neanche questo escamotage da parte del resto dei media che dopo aver sparato nel titolo “ucciso dal coronavirus” dedicano alla questione leucemia, al più, qualche parola nel testo.


Sul fantomatico arrivo della “seconda ondata” dell’epidemia  abbiamo intervistato più volte il prof. Giulio Tarro, autore del censuratissimo libroCovid il virus della paura”. Qui solo due parole.
 

Perché tutti i media mainstream - oggi, con i tanti reparti di rianimazione completamente vuoti e cure efficaci contro il Covid - continuano a terrorizzarci con il virus Sars-CoV-2? Perché in TV tanti requiem per i morti da Covid o “filmati di repertorio” come la colonna di bare a Bergamo? Perché continuano a trovare spazio “notizie” come la buffonata del gatto morto per il virus dei pipistrelli o la scoperta del “focolaio Covid a Mondragone”? E perché nessuno vi ha informato dello studio dell’Istituto superiore della sanità, pubblicato il 26 maggio, che, dall’analisi di ben 3032 cartelle cliniche di persone classificate come “decedute per Covid”, documenta che solo 124 non evidenziavano gravi patologie pregresse? Forse perché se si sapesse che appena il 4,1% degli attuali 34.818 spacciati dal Governo sono morti per Covid, che l’ecatombe (soprattutto in Lombardia), due mesi di lockdown e l’attuale miseria sono dipesi non dal virus ma da una sciagurata gestione dell’emergenza… la gente scenderebbe in piazza?
 

Meglio, quindi, per i nostri governanti continuare con il terrorismo mediatico sperando che l’esercito di ipocondriaci che sono riusciti a creare riesca a salvarli.

Green Pass e lavoro:  perché è una misura incostituzionale di Savino Balzano Green Pass e lavoro:  perché è una misura incostituzionale

Green Pass e lavoro: perché è una misura incostituzionale

Il Govermo dei padroni di Giorgio Cremaschi Il Govermo dei padroni

Il Govermo dei padroni

I miliardari perdono soldi? È l'ultimo dei problemi per la Cina   di Bruno Guigue I miliardari perdono soldi? È l'ultimo dei problemi per la Cina

I miliardari perdono soldi? È l'ultimo dei problemi per la Cina

In difesa di Alessandro Barbero In difesa di Alessandro Barbero

In difesa di Alessandro Barbero

Alessandro Barbero spiega le ragioni del No al Green Pass di Thomas Fazi Alessandro Barbero spiega le ragioni del No al Green Pass

Alessandro Barbero spiega le ragioni del No al Green Pass

Green Pass e raccolta dati sensibili: perché tanto silenzio? di Giuseppe Masala Green Pass e raccolta dati sensibili: perché tanto silenzio?

Green Pass e raccolta dati sensibili: perché tanto silenzio?

I nuovi strabilianti numeri delle importazioni cinesi dall'Italia di Pasquale Cicalese I nuovi strabilianti numeri delle importazioni cinesi dall'Italia

I nuovi strabilianti numeri delle importazioni cinesi dall'Italia

Svenduta ai privati anche la società elettrica greca di Antonio Di Siena Svenduta ai privati anche la società elettrica greca

Svenduta ai privati anche la società elettrica greca

Recovery Mes e lasciapassare: due facce della stessa medaglia di Gilberto Trombetta Recovery Mes e lasciapassare: due facce della stessa medaglia

Recovery Mes e lasciapassare: due facce della stessa medaglia

Haftar si candida in Libia: l'Europa è nel panico di Michelangelo Severgnini Haftar si candida in Libia: l'Europa è nel panico

Haftar si candida in Libia: l'Europa è nel panico

Registrati alla nostra newsletter

Iscriviti alla newsletter per ricevere tutti i nostri aggiornamenti