World Affairs/"Se hai la pelle nera non puoi essere sicuro di restare vivo". Kh...

"Se hai la pelle nera non puoi essere sicuro di restare vivo". Khamenei denuncia la discriminazione razziale negli Stati Uniti

 

Il leader dell'Iran, l'Ayatollah Seyed Ali Khamenei, denuncia il razzismo e la violenza contro le minoranze etniche negli Stati Uniti, un paese che sostiene essere un difensore dei diritti umani.


Il sito web dell'Ufficio del Leader dell'Iran ha pubblicato un video con le dichiarazioni dell'Ayatollah Khamenei sulla schiavitù degli africani da parte degli Stati Uniti, in questo modo ha espresso il suo rifiuto del brutale omicidio di George Floyd, un e afro-discendente morto lunedì scorso per mano della polizia americana a Minneapolis, Minnesota.

 
"Se siete di pelle scura e state camminando negli Stati Uniti, non potete essere sicuro che sarate vivo nei prossimi minuti", si legge nella nota.
 
Nella registrazione, il leader della rivoluzione islamica iranianacritica il modo in cui le navi che navigano dall'Oceano Atlantico si sono ancorate sulle coste dei paesi dell'Africa occidentale, come in Gambia e altri paesi del continente, per catturare, sotto tiro, centinaia di migliaia di uomini e donne, vecchi e giovani e poi portarli come schiavi in ??America.  

 
 
 
 
 
Deplorando che i proprietari di schiavi avevano catturato le persone libere che vivevano nelle loro case e nelle loro città, l'Ayatollah Khamenei chiarisce che il passato dei discendenti afro negli Stati Uniti. è cattivo come il ,loro presente.
 
Avendo rimproverato che i proprietari di schiavi avevano catturato le persone libere che vivevano nelle loro case e nelle loro città, l'Ayatollah Khamenei chiarisce che il passato dei discendenti afro negli Stati Uniti. è cattivo come il tuo regalo.
 
“Gli afroamericani sono privati ??dei diritti umani. (...) La questione della discriminazione razziale in un paese che afferma di essere un difensore dei diritti umani non è stata ancora risolta. Tuttavia una persona con la pelle nera non può essere al sicuro nella società solo perché è nera. La polizia può picchiarla a morte perché è nera " , ha aggiunto.
 
La registrazione offre dati che rivelano come gli afro-discendenti rappresentano il 9% della popolazione di Los Angeles, ma costituiscono un terzo dei senzatetto in questa città. Inoltre, riferisce che nel 2015 il tasso di disoccupazione nel paese nordamericano era del 10,4% per i neri e del 4,7% per i bianchi e che l'aspettativa di vita è di 71 anni per i neri e 76 anni per i bianchi.

George Floyd è morto lunedì scorso dopo essere stato bloccato a terra da un ufficiale di polizia bianco, inchiodandolo al suolo tenendo un ginocchio sul collo per diversi minuti.
 
 
 
Notizia del:
Notizia del:
 
Copyright L'Antiplomatico 2013 all rights reserved - Privacy Policy Change privacy settings
L'AntiDiplomatico è una testata registrata in data 08/09/2015 presso il Tribunale civile di Roma al n° 162/2015 del registro di stampa