"Siamo impegnati nella costruzione di un nuovo mondo". Il presidente del Venezuela Maduro in visita in Algeria

"Siamo impegnati nella costruzione di un nuovo mondo". Il presidente del Venezuela Maduro in visita in Algeria

I nostri articoli saranno gratuiti per sempre. Il tuo contributo fa la differenza: preserva la libera informazione. L'ANTIDIPLOMATICO SEI ANCHE TU!


Nelle prime ore di venerdì, il presidente venezuelano Nicolas Maduro è giunto in Algeria dopo una visita di 6 giorni in Cina definita come “storica” perché ha elevato la partnership tra i due paesi e portato alla firma di numerosi accordi fondamentali per un paese come il Venezuela gravato dal paese delle criminali sanzioni occidentali.

"Ringrazio Aymene Benabderrahmane, Primo Ministro della Repubblica Democratica Popolare d'Algeria, per l'accoglienza e l'incontro che abbiamo organizzato durante la nostra permanenza in questa nazione, alla quale siamo uniti da profonda amicizia e impegno per un nuovo mondo", ha scritto sui social network.


Maduro ha assicurato che entrambe le nazioni "continueranno ad espandere le loro relazioni di cooperazione per lo sviluppo dei loro popoli".

Il leader bolivariano ha visitato il Paese nordafricano anche nel giugno 2022, quando aveva annunciato la creazione di una commissione bilaterale per elaborare una "mappa economica, energetica, commerciale e culturale", al fine di rilanciare le relazioni a un "livello superiore".

Un anno dopo, i due paesi hanno firmato una dozzina di accordi di cooperazione in settori quali il trasporto aereo e l’energia. Ciò è avvenuto nel corso di una riunione della Commissione bilaterale a Caracas, dove era in visita il ministro dell'Agricoltura algerino Mohamed Abdelhafid Henni.

Venezuela e Algeria intrattengono relazioni diplomatiche dal 1971 e hanno firmato oltre 20 accordi di cooperazione e memorandum d'intesa nei settori politico, culturale, energetico, commerciale, scientifico, della comunicazione, legale, dei trasporti, educativo ed elettorale.

Giovedì Maduro ha concluso una visita in Cina culminata con la firma di una “Alleanza strategica illimitata” con il presidente Xi Jinping, che ha espresso il sostegno del suo Paese agli sforzi del Venezuela per difendere la propria sovranità.

Il Venezuela si conferma come uno dei poli emergenti del nuovo mondo multipolare. Uno di quei paesi che ha aperto la strada all’ascesa di questa nuova realtà grazie alla sua strenua resistenza agli attacchi multiformi dell’impero che non è riuscito a liquidare la Rivoluzione Bolivariana, come era nei piani di Washington. 

La Redazione de l'AntiDiplomatico

La Redazione de l'AntiDiplomatico

L'AntiDiplomatico è una testata registrata in data 08/09/2015 presso il Tribunale civile di Roma al n° 162/2015 del registro di stampa. Per ogni informazione, richiesta, consiglio e critica: info@lantidiplomatico.it

Strage di Suviana e la logica del capitalismo di Paolo Desogus Strage di Suviana e la logica del capitalismo

Strage di Suviana e la logica del capitalismo

3 LIBRI PER "CAPIRE LA PALESTINA" LAD EDIZIONI 3 LIBRI PER "CAPIRE LA PALESTINA"

3 LIBRI PER "CAPIRE LA PALESTINA"

Trent’anni fa, il genocidio in Ruanda di Geraldina Colotti Trent’anni fa, il genocidio in Ruanda

Trent’anni fa, il genocidio in Ruanda

La tigre di carta è nuda di Clara Statello La tigre di carta è nuda

La tigre di carta è nuda

"11 BERSAGLI" di Giovanna Nigi di Giovanna Nigi "11 BERSAGLI" di Giovanna Nigi

"11 BERSAGLI" di Giovanna Nigi

Lenin, un patriota russo di Leonardo Sinigaglia Lenin, un patriota russo

Lenin, un patriota russo

Il PD e M5S votano per la guerra nel Mar Rosso di Giorgio Cremaschi Il PD e M5S votano per la guerra nel Mar Rosso

Il PD e M5S votano per la guerra nel Mar Rosso

Il caso "scientifico" dell'uomo vaccinato 217 volte di Francesco Santoianni Il caso "scientifico" dell'uomo vaccinato 217 volte

Il caso "scientifico" dell'uomo vaccinato 217 volte

L'austerità di Bruxelles e la repressione come spettri di Savino Balzano L'austerità di Bruxelles e la repressione come spettri

L'austerità di Bruxelles e la repressione come spettri

Ucraina. Il vero motivo di rottura tra Italia e Francia di Alberto Fazolo Ucraina. Il vero motivo di rottura tra Italia e Francia

Ucraina. Il vero motivo di rottura tra Italia e Francia

Difendere l'indifendibile (I partiti e le elezioni) di Giuseppe Giannini Difendere l'indifendibile (I partiti e le elezioni)

Difendere l'indifendibile (I partiti e le elezioni)

Autonomia differenziata e falsa sinistra di Antonio Di Siena Autonomia differenziata e falsa sinistra

Autonomia differenziata e falsa sinistra

L'INDUSTRIA AUTOMOBILISTICA E L'INTERESSE NAZIONALE di Gilberto Trombetta L'INDUSTRIA AUTOMOBILISTICA E L'INTERESSE NAZIONALE

L'INDUSTRIA AUTOMOBILISTICA E L'INTERESSE NAZIONALE

Libia. 10 anni senza elezioni di Michelangelo Severgnini Libia. 10 anni senza elezioni

Libia. 10 anni senza elezioni

Lenin fuori dalla retorica di Paolo Pioppi Lenin fuori dalla retorica

Lenin fuori dalla retorica

Il nodo Israele fa scomparire l'Ucraina dai radar di Paolo Arigotti Il nodo Israele fa scomparire l'Ucraina dai radar

Il nodo Israele fa scomparire l'Ucraina dai radar

DRAGHI IL MAGGIORDOMO DI GOLDMAN & SACHS di Michele Blanco DRAGHI IL MAGGIORDOMO DI GOLDMAN & SACHS

DRAGHI IL MAGGIORDOMO DI GOLDMAN & SACHS

Registrati alla nostra newsletter

Iscriviti alla newsletter per ricevere tutti i nostri aggiornamenti