Siria e Russia: gli USA saccheggiano il greggio siriano, non combattono il terrorismo

Siria e Russia: gli USA saccheggiano il greggio siriano, non combattono il terrorismo

I nostri articoli saranno gratuiti per sempre. Il tuo contributo fa la differenza: preserva la libera informazione. L'ANTIDIPLOMATICO SEI ANCHE TU!

 

Mosca e Damasco assicurano che l'obiettivo dei paesi occidentali, guidati dagli Usa in Siria, è saccheggiare le loro ricchezze e non combattere il terrorismo.

"Tutte le misure adottate dai paesi occidentali non hanno nulla a che fare con la lotta al terrorismo in Siria, e il loro vero obiettivo è saccheggiare impunemente la ricchezza nazionale di uno Stato sovrano membro delle Nazioni Unite" , ha avvertito il comitato russo-siriano in una dichiarazione pubblicata ieri.

Nel documento si afferma che gli Stati Uniti sono concentrati sulla frammentazione della Siria e sul rafforzamento della loro presenza militare nelle regioni ricche di petrolio nel nord-est di questo paese, e si ricordano le dichiarazioni dell'ex presidente degli Stati Uniti Donald Trump, il quale affermò che il petrolio è praticamente il più importante motivo della presenza delle truppe statunitensi sul territorio siriano.

Le forze della cosiddetta coalizione anti-ISIS, prosegue il comunicato, che giustificano la loro presenza in Siria, con la scusa della lotta al terrorismo, stanno praticamente stimolando le attività dei gruppi armati offrendo loro armi e sostegno finanziario e addestrando i loro miliziani, esercitando pressioni economiche sul governo e sul popolo siriano.

"La presenza militare illegale dei paesi occidentali e le loro attività destabilizzanti in Siria richiedono un'attenzione fondamentale da parte della comunità internazionale, poiché tutto ciò contribuisce al deterioramento della sicurezza e delle condizioni economiche non solo in Siria, ma nell'intera regione", si sottolinea.

Le regioni orientali e nord-orientali della Siria sono ricche di risorse petrolifere e gli USA continuano a inviare rifornimenti militari e logistici in queste aree, con il pretesto di "proteggere" i pozzi petroliferi dai gruppi terroristici, ma, in realtà, quello che cercano è rubare il greggio siriano, come denunciato diverse volte da Damasco.

Gli Stati Uniti, in piena collaborazione con i loro affiliati curdi, le cosiddette Forze democratiche siriane, FDS, hanno in numerose occasioni trasferito petrolio estratto dal suolo siriano, senza autorizzazione, dalla Siria all'Iraq.

 

La Redazione de l'AntiDiplomatico

La Redazione de l'AntiDiplomatico

L'AntiDiplomatico è una testata registrata in data 08/09/2015 presso il Tribunale civile di Roma al n° 162/2015 del registro di stampa. Per ogni informazione, richiesta, consiglio e critica: info@lantidiplomatico.it

80 ANNI FA L’INFAMIA DELL’ITALIA VERSO LA JUGOSLAVIA di Giorgio Cremaschi 80 ANNI FA L’INFAMIA DELL’ITALIA VERSO LA JUGOSLAVIA

80 ANNI FA L’INFAMIA DELL’ITALIA VERSO LA JUGOSLAVIA

Nuova diffamazione contro l'idrossiclorochina: cui prodest? di Francesco Santoianni Nuova diffamazione contro l'idrossiclorochina: cui prodest?

Nuova diffamazione contro l'idrossiclorochina: cui prodest?

Giornali e Tv italiane censurano il tentato golpe in Bielorussia di Marinella Mondaini Giornali e Tv italiane censurano il tentato golpe in Bielorussia

Giornali e Tv italiane censurano il tentato golpe in Bielorussia

La verità sul piatto La verità sul piatto

La verità sul piatto

Superlega e UE: 2 facce della stessa medaglia di Antonio Di Siena Superlega e UE: 2 facce della stessa medaglia

Superlega e UE: 2 facce della stessa medaglia

Registrati alla nostra newsletter

Iscriviti alla newsletter per ricevere tutti i nostri aggiornamenti