/ Slai Cobas: "La fusione Fca-Renault-Nissan 'prepara la morte' del...

Slai Cobas: "La fusione Fca-Renault-Nissan 'prepara la morte' delle fabbriche italiane di Fiat

 

Il sindacato di base non ha dubbi che la prossima fusione tra i 3 colossi dell'auto possa portare alla chiusura degli stabilimenti italiani del Lingotto.


"La fusione tra Fca-Renault-Nissan prepara la 'morte assistita' delle fabbriche italiane del Lingotto e dell'intera componentistica collegata, non il rilancio industriale". Lo afferma il coordinamento provinciale dello Slai Cobas di Napoli e Pomigliano d'Arco, citato dall'agenzia Ansa, commentando l'eventuale fusione tra i tre colossi dell'auto.

 
Dal sindacato di base ricordano che in trent'anni sono stati "presentati e disattesi numerosi piani industriali in una evanescente sequenza in sui il piano successivo smentiva e annullava il precedente". "Conq uesti piani - hanno spiegato dal sindacato di base - la Fiat ha ottenuto generosi investimenti pubblici multimiliardari, ma ha poi chiuso o ridimensionato gli stabilimenti in Italia, con il risultato di una prevedibile fase di cassa integrazione ultratrentennale che ancora persiste senza soluzione di continuità, e la perdita, in questi anni,  di ben 91.000 posti di lavoro nelle fabbriche del gruppo.
 
Secondo gli esponenti dello Slai Cobas, infine, la fusione tra Fca, Renault e Nissan, "si appresta a bissare la pretesa acquisizione della Chrysler che portò alla costituzione del gruppo FCA e all'allocazione all'estero di sede legale e fiscale dell'ex Fiat italiana - hanno concluso- fino alle estreme conseguenze, le reali politiche aziendali consistenti nella consapevole scelta di disattendere tutti i solenni e formali impegni contratti in adempimento delle obbligatorie 'garanzie sociali'."
 
Fonte: Ansa
Notizia del:
Notizia del:
 
Copyright L'Antiplomatico 2013 all rights reserved - Privacy Policy
L'AntiDiplomatico è una testata registrata in data 08/09/2015 presso il Tribunale civile di Roma al n° 162/2015 del registro di stampa