/ Stati Uniti o meno, Erdogan annuncia, quella che è di fatto, l'in...

Stati Uniti o meno, Erdogan annuncia, quella che è di fatto, l'invasione militare nel nord della Siria

 

Il leader turco ha affermato che le forze del suo paese sono in attesa di spostarsi più a est del fiume Eufrate, nel nord della Siria, definendo "una favola" la prospettiva di creare una zona sicura comune USA-Turchia.


Ankara ritiene che “le pattuglie terrestri e aeree con gli Stati Uniti sono ormai una favola; abbiamo effettuato i preparativi per la zona sicura [in Siria] e abbiamo dato gli ordini necessari”, ha riferito oggi Recep Tayyip Erdogan, citato dai media locali.
 
Le truppe sono pronte a trasferirsi in breve tempo. Effettueremo questa operazione sia a terra che aerea se non oggi o domani. Abbiamo dato tutti gli avvertimenti ai nostri interlocutori sull'est dell'Eufrate e abbiamo agito con sufficiente pazienza", ha aggiunto il Presidente.
 
Nel 2016, le forze turche sono intervenute direttamente(prima hanno fornito solo appoggio logistico ad ogni sorta di gruppo armato o terroristico) nella guerra siriana, prendendo di mira le Unità di protezione popolare curda sostenute dagli USA (YPG) nella parte settentrionale del paese. Pur facendo progressi costanti, si fermarono poco prima di attraversare il fiume Eufrate.
 
Rispondendo all'avvertimento di Erdogan, le milizie curde hanno minacciato di "trasformare qualsiasi attacco [turco] non provocato in una guerra totale", ha riferito lìagenzia Reuters.
 
Notizia del:
Notizia del:
 
Copyright L'Antiplomatico 2013 all rights reserved - Privacy Policy
L'AntiDiplomatico è una testata registrata in data 08/09/2015 presso il Tribunale civile di Roma al n° 162/2015 del registro di stampa