Vance (senatore USA): Washington non ha la capacità di produrre le armi necessarie per l'Ucraina

Vance (senatore USA): Washington non ha la capacità di produrre le armi necessarie per l'Ucraina

I nostri articoli saranno gratuiti per sempre. Il tuo contributo fa la differenza: preserva la libera informazione. L'ANTIDIPLOMATICO SEI ANCHE TU!

Contrariamente a quanto sostiene Biden, il problema principale dell'Ucraina non è il Partito repubblicano, che blocca nuovi aiuti a Kiev al Congresso, ma la matematica. Il Paese è disperatamente a corto di soldati, nonostante le politiche draconiane di coscrizione, e ha bisogno di più attrezzature di quelle che gli Stati Uniti possono fornire, scrive il senatore J.D. Vance sul New York Times.
 
Secondo la sua opinione, i 60 miliardi di dollari che la Casa Bianca intende spendere per l'Ucraina non permetteranno che la situazione al fronte cambi a suo favore. Non è una questione di soldi: gli USA non hanno la capacità di produrre armi sufficienti per far vincere le forze armate ucraine.
 
Le autorità statunitensi prevedono di aumentare la produzione di proiettili di artiglieria a 1,2 milioni entro la fine del 2025, ma si tratta solo del 30% dei volumi già richiesti dall’esercito ucraino.
 
“Questa iniziativa costerà cara ai contribuenti statunitensi, portando a un risultato spiacevolmente familiare: il fallimento all’estero”, sottolinea il legislatore.
 
L’attuale vantaggio della Russia nell’artiglieria è già di almeno 5 a 1, nonostante tutti i soldi che gli Stati Uniti hanno speso nel conflitto. Inoltre, il Pentagono ammette che questo rapporto potrebbe presto aumentare fino a 10 a 1, osserva Vance.
 
Critica anche coloro che promuovono gli aiuti a Kiev come sviluppo economico. “L’idea che dovremmo prolungare una guerra sanguinosa e terribile perché avvantaggia gli affari statunitensi è grottesca. Possiamo e dobbiamo ripristinare la nostra base industriale senza inviare i suoi prodotti in una zona di conflitto straniera”, osserva il politico.
 

La Redazione de l'AntiDiplomatico

La Redazione de l'AntiDiplomatico

L'AntiDiplomatico è una testata registrata in data 08/09/2015 presso il Tribunale civile di Roma al n° 162/2015 del registro di stampa. Per ogni informazione, richiesta, consiglio e critica: info@lantidiplomatico.it

Il macronismo apre le porte all'estrema destra di Paolo Desogus Il macronismo apre le porte all'estrema destra

Il macronismo apre le porte all'estrema destra

"11 BERSAGLI" di Giovanna Nigi di Giovanna Nigi "11 BERSAGLI" di Giovanna Nigi

"11 BERSAGLI" di Giovanna Nigi

Armi ad Israele: a che gioco sta giocando Washington? di Giacomo Gabellini Armi ad Israele: a che gioco sta giocando Washington?

Armi ad Israele: a che gioco sta giocando Washington?

FT - Nell'UE si teme ora "l'effetto Fico" di Marinella Mondaini FT - Nell'UE si teme ora "l'effetto Fico"

FT - Nell'UE si teme ora "l'effetto Fico"

L'austerità di Bruxelles e la repressione come spettri di Savino Balzano L'austerità di Bruxelles e la repressione come spettri

L'austerità di Bruxelles e la repressione come spettri

Ucraina. Il vero motivo di rottura tra Italia e Francia di Alberto Fazolo Ucraina. Il vero motivo di rottura tra Italia e Francia

Ucraina. Il vero motivo di rottura tra Italia e Francia

La violenza del capitale di Giuseppe Giannini La violenza del capitale

La violenza del capitale

Toti e quei reati "a fin di bene" di Antonio Di Siena Toti e quei reati "a fin di bene"

Toti e quei reati "a fin di bene"

Mercato "libero" e vincolo interno: uno studio di Assoutenti di Gilberto Trombetta Mercato "libero" e vincolo interno: uno studio di Assoutenti

Mercato "libero" e vincolo interno: uno studio di Assoutenti

Gli ultimi dati del commercio estero cinese di Pasquale Cicalese Gli ultimi dati del commercio estero cinese

Gli ultimi dati del commercio estero cinese

La foglia di Fico di  Leo Essen La foglia di Fico

La foglia di Fico

Lenin fuori dalla retorica di Paolo Pioppi Lenin fuori dalla retorica

Lenin fuori dalla retorica

La Siberia al centro di nuovi equilibri geopolitici? di Paolo Arigotti La Siberia al centro di nuovi equilibri geopolitici?

La Siberia al centro di nuovi equilibri geopolitici?

Registrati alla nostra newsletter

Iscriviti alla newsletter per ricevere tutti i nostri aggiornamenti