Venezuela: manifestazioni per Maduro e contro le sanzioni

Venezuela: manifestazioni per Maduro e contro le sanzioni

I nostri articoli saranno gratuiti per sempre. Il tuo contributo fa la differenza: preserva la libera informazione. L'ANTIDIPLOMATICO SEI ANCHE TU!

Il popolo venezuelano della città di La Victoria, nello Stato di Aragua, si è mobilitato per esprimere condanna verso le misure coercitive unilaterali imposte dal governo degli Stati Uniti (USA) contro il Venezuela e per sostenere il presidente Nicolás Maduro.

La marcia è stata guidata dal primo vicepresidente del Partito Socialista Unito del Venezuela (PSUV), Diosdado Cabello, e dalla governatrice dello stato di Aragua, Karina Carpio; così come dal capo della mobilitazione del PSUV, Pedro Infante, e dal ministro dell'Educazione, Yelitza Santaella, che insieme alla popolazione hanno chiesto la fine del blocco statunitense contro la nazione sudamericana.

"Nicolás Maduro è diventato il protettore del popolo venezuelano, ha diretto i destini della patria con molta fermezza, con molta energia, in tempi di vessazioni, sanzioni, blocchi, in tempi di minacce e ha contato su un popolo consapevole e che non lo ha mai lasciato solo", ha affermato Diosdado Cabello.

Cabello ha anche sottolineato che il presidente Maduro è il riflesso di un candidato del popolo che cammina con il suo popolo ed è stato quindi eletto per continuare a guidare il Venezuela. "Un candidato che vediamo per strada, che riceve l'amore del popolo, con i giovani, con i lavoratori, con le donne, con i popoli nativi, con la gente", ha detto.

"Hanno fatto una mobilitazione potente e bella, uomini e donne che rifiutano con forza le misure coercitive contro il nostro Paese. Chiediamo a una sola voce la cessazione del blocco criminale. Il Venezuela è libero e indipendente", ha dichiarato Maduro nel X in segno di gratitudine verso il popolo.

Questo sabato, manifestazioni a sostegno del presidente Maduro hanno avuto luogo in Amazonas, Carabobo e Caracas, dove migliaia di studenti hanno chiesto la revoca del blocco contro il Venezuela a Caracas come parte di una raccolta di firme per revocare le sanzioni unilaterali degli Stati Uniti.

----

LETTURA CONSIGLIATA

LA TERZA GUERRA MONDIALE? IL FATTORE MALVINAS

La Redazione de l'AntiDiplomatico

La Redazione de l'AntiDiplomatico

L'AntiDiplomatico è una testata registrata in data 08/09/2015 presso il Tribunale civile di Roma al n° 162/2015 del registro di stampa. Per ogni informazione, richiesta, consiglio e critica: info@lantidiplomatico.it

Potrebbe anche interessarti

Francesco Erspamer - Vittoria di Meloni? Successo di Schlein? di Francesco Erspamer  Francesco Erspamer - Vittoria di Meloni? Successo di Schlein?

Francesco Erspamer - Vittoria di Meloni? Successo di Schlein?

Il macronismo al suo ultimo atto? di Paolo Desogus Il macronismo al suo ultimo atto?

Il macronismo al suo ultimo atto?

Grecia e Venezuela, due “laboratori” per il secolo XXI*       di Geraldina Colotti Grecia e Venezuela, due “laboratori” per il secolo XXI*      

Grecia e Venezuela, due “laboratori” per il secolo XXI*  

"11 BERSAGLI" di Giovanna Nigi di Giovanna Nigi "11 BERSAGLI" di Giovanna Nigi

"11 BERSAGLI" di Giovanna Nigi

Il pericoloso bluff della NATO - Andrea Gaiani di Giacomo Gabellini Il pericoloso bluff della NATO - Andrea Gaiani

Il pericoloso bluff della NATO - Andrea Gaiani

L'austerità di Bruxelles e la repressione come spettri di Savino Balzano L'austerità di Bruxelles e la repressione come spettri

L'austerità di Bruxelles e la repressione come spettri

Ucraina. Il vero motivo di rottura tra Italia e Francia di Alberto Fazolo Ucraina. Il vero motivo di rottura tra Italia e Francia

Ucraina. Il vero motivo di rottura tra Italia e Francia

Il "mastino della guerra" degli Stati Uniti colpirà ancora di Giuseppe Masala Il "mastino della guerra" degli Stati Uniti colpirà ancora

Il "mastino della guerra" degli Stati Uniti colpirà ancora

La foglia di Fico di  Leo Essen La foglia di Fico

La foglia di Fico

Lenin fuori dalla retorica di Paolo Pioppi Lenin fuori dalla retorica

Lenin fuori dalla retorica

Registrati alla nostra newsletter

Iscriviti alla newsletter per ricevere tutti i nostri aggiornamenti