Walla: Israele considera cessate il fuoco a Gaza?

Walla: Israele considera cessate il fuoco a Gaza?

I nostri articoli saranno gratuiti per sempre. Il tuo contributo fa la differenza: preserva la libera informazione. L'ANTIDIPLOMATICO SEI ANCHE TU!

 

Nonostante le dichiarazioni pubbliche del primo ministro Benjamin Netanyahu, ieri secondo il quale gli attacchi contro Gaza continueranno "finché sarà necessario" e gli avvertimenti emessi ad Hamas che "non è ancora finita", i funzionari israeliani hanno indicato oggi che un cessate il fuoco potrebbe essere in cantiere, ha riferito il  sito di notizie ebraico Walla.

Parlando prima della riunione del gabinetto di sicurezza di oggi, sono stati citati alti funzionari israeliani che riconoscono che, in risposta alla crescente pressione internazionale, si sentivano appelli per iniziare a muoversi verso un cessate il fuoco con Hamas e la Jihad islamica palestinese.

Ieri, secondo quanto riferito , alti funzionari della difesa avrebbero esortato il Primo Ministro Benjamin Netanyahu e il Ministro della Difesa Benny Gantz a iniziare a lavorare per un cessate il fuoco. Si è cercata la fine dell'operazione dell'IDF sulla base della consapevolezza che l'esercito aveva raggiunto la maggior parte dei suoi obiettivi dall'inizio dell'operazione scattata il 10 maggio.

I funzionari, a condizione di anonimato, hanno aggiunto che altre considerazioni hanno spinto a cambiare posizione, come la crescente pressione internazionale per porre fine alla violenza e il deterioramento della situazione umanitaria a Gaza.

Secondo quanto riferito, è stato anche precisato che, come con i precedenti accordi tra Israele e i gruppi di Gaza, il cessate il fuoco sarebbe stato mediato dall'Egitto.

Mentre il gabinetto di sicurezza avrebbe dovuto concentrarsi principalmente sugli aggiornamenti e rivedere i progressi dell'operazione fino ad ora, è stato aggiunto, secondo il media, che una questione all'ordine del giorno è che Israele sta modificando la sua posizione sulle proposte egiziane per aprire i colloqui di cessate il fuoco.

Un'espansione dell'operazione significherebbe più operazioni di terra a Gaza, si legge nell'articolo, che è una svolta di eventi che pochissimi all'interno del governo israeliano vogliono.

Pertanto, è stato suggerito agli alti funzionari israeliani di considerare di indicare ai mediatori egiziani che se Hamas ha una proposta di cessate il fuoco, Israele è disposto ad ascoltare.

 

La Redazione de l'AntiDiplomatico

La Redazione de l'AntiDiplomatico

L'AntiDiplomatico è una testata registrata in data 08/09/2015 presso il Tribunale civile di Roma al n° 162/2015 del registro di stampa. Per ogni informazione, richiesta, consiglio e critica: info@lantidiplomatico.it

Cosa aspetti Landini che ripristinano le corporazioni? di Paolo Desogus Cosa aspetti Landini che ripristinano le corporazioni?

Cosa aspetti Landini che ripristinano le corporazioni?

Omicidio Adil Belakhdim. Padroni assassini, governo complice di Giorgio Cremaschi Omicidio Adil Belakhdim. Padroni assassini, governo complice

Omicidio Adil Belakhdim. Padroni assassini, governo complice

Mascherine all'aperto. Nel Cts c'è chi sfida ancora l'ovvietà di Francesco Santoianni Mascherine all'aperto. Nel Cts c'è chi sfida ancora l'ovvietà

Mascherine all'aperto. Nel Cts c'è chi sfida ancora l'ovvietà

Per chi si era illuso per il vertice di Ginevra di Marinella Mondaini Per chi si era illuso per il vertice di Ginevra

Per chi si era illuso per il vertice di Ginevra

L'UE vuole il "Fauci europeo" per le prossime pandemie... di Giuseppe Masala L'UE vuole il "Fauci europeo" per le prossime pandemie...

L'UE vuole il "Fauci europeo" per le prossime pandemie...

Cina sotto attacco della Open Ran Policy Coalition  di  Leo Essen Cina sotto attacco della Open Ran Policy Coalition 

Cina sotto attacco della Open Ran Policy Coalition 

Registrati alla nostra newsletter

Iscriviti alla newsletter per ricevere tutti i nostri aggiornamenti