L'ultimatum dei creditori alla Grecia è stata una mossa per sostituire il governo greco.Paul Krugman

L'ultimatum dei creditori alla Grecia è stata una mossa per sostituire il governo greco.Paul Krugman

I nostri articoli saranno gratuiti per sempre. Il tuo contributo fa la differenza: preserva la libera informazione. L'ANTIDIPLOMATICO SEI ANCHE TU!


Il 5 luglio i greci devono decidere, attraverso un referendum nazionale, se accettare o meno le condizioni dei creditori europei a proseguire i programmi di salvataggio. "Voterei 'no'", dice il Premio Nobel per l'Economia nel 2008, Paul Krugman.

 
La  'Grexit'  è ora più vicina che mai a diventare una realtà, ma questa possibilità potrebbe avere i suoi aspetti positivi, dice Krugman nella sua rubrica per il New York Times. Il premio nobel fornisce due motivi principali.
 
"La prospettiva di lasciare l'euro fa paura a tutti, ma la Troika continua a chiedere il prolungamenteo a tempo indeterminato della politica di questi ultimi cinque anni. Dove è la speranza in tutto questo?"  Secondo l'economista, desiderare di lasciare la zona euro potrebbe ispirare "un ripensamento". In ogni caso, la svalutazione non creerebbe più caos che c'è ora e " spianerebbe la strada ad una eventuale ripresa, come è accaduto in molti altri tempi e luoghi", prosegue Krugman.
 
Il secondo motivo è politico. "Le implicazioni politiche di una vittoria dei "sì" nel  referendum sarebbero molto preoccupanti. La troika [...] ha fatto a Tsipras presumibilmente consapevolmente una proposta inaccettabile . Quindi, in realtà l'ultimatum è stata una mossa per sostituire il governo greco ", conclude il premio nobel.
 
 

Dove sono ora quei 12 milioni di italiani che votarono per Renzi? di Francesco Erspamer  Dove sono ora quei 12 milioni di italiani che votarono per Renzi?

Dove sono ora quei 12 milioni di italiani che votarono per Renzi?

Sciopero generale, Cremaschi: "Meglio tardi che mai, ma non basta" di Giorgio Cremaschi Sciopero generale, Cremaschi: "Meglio tardi che mai, ma non basta"

Sciopero generale, Cremaschi: "Meglio tardi che mai, ma non basta"

Biden e l'idea fantastica di un "vertice delle democrazie"   di Bruno Guigue Biden e l'idea fantastica di un "vertice delle democrazie"

Biden e l'idea fantastica di un "vertice delle democrazie"

Quando Prodi cerca le cause dell'inflazione... di Pasquale Cicalese Quando Prodi cerca le cause dell'inflazione...

Quando Prodi cerca le cause dell'inflazione...

“L’Urlo” di Severgnini è forte, ascoltiamolo! di Roberto Cursi “L’Urlo” di Severgnini è forte, ascoltiamolo!

“L’Urlo” di Severgnini è forte, ascoltiamolo!

Registrati alla nostra newsletter

Iscriviti alla newsletter per ricevere tutti i nostri aggiornamenti