Continua la svendita nel discount greco: la "Riviera di Atene" trasferita al Fondo di privatizzazioni

Continua la svendita nel discount greco: la "Riviera di Atene" trasferita al Fondo di privatizzazioni

Atene costretta dalla Troika a mettere sul piatto le sue proprietà più belle

I nostri articoli saranno gratuiti per sempre. Il tuo contributo fa la differenza: preserva la libera informazione. L'ANTIDIPLOMATICO SEI ANCHE TU!


 
Centinaia di ettari della "Riviera di Atene", la costa dell'Attica da Capo Sounion, ad est, a Marina Zeas ad ovest è stata trasferita martedì al "Fondo di sviluppo per gli asset della Repubblica ellenica" – l'agenzia di privatizzazion creata in ottemperanza dei piani di "salvataggio" della Troika, nota come TAIPED. Il trasferimento della costa dell'Attica al TAIPED è stata firmata da otto ministeri, incluso quello delle finanze, dello sviluppo, della salute e turismo.

 
Si tratta, segnala Ktg che riporta la notizia, del primo passo nella direzione della vendita di tutte le porzioni di territorio più belle ed esclusive della regione ad investitori privati. Lo stato greco come proprietario delle terre non richiede nulla in cambio per il trasferimento al TAIPED, che si occupa poi della compravendita.  


Tra le parti in vendita ci sono:
 
 
176 acri di terra tra il complesso sportivo Agios Kosmas – di fronte al vecchio aeroporto di Atene - e “Asteria” in Glyfada.
20 acri di terra in Glyfada
383 acri nell'area di Sounion a Aspro Lithari
La parte turistica del porto di Zeas 
Il resort sciistico nelle montagne di Parnasso.... 


Sounion


 
In vendita è in realtà la maggior parte della costa, con chilometri di spiagge che offrono diverse possibilità ricreative e di sport gratuite ai 4 milioni di abitanti di greci che abitano Atene e il Pireo. Per non menzionare poi gli impianti sportivi costruiti per le olimpiadi del 2004. Mentre in una svendita, conclude KTG, i venditori non mettono a disposizione prodotti di prima qualità, la Grecia è costretta la Troika a mettere sul piatto le sue proprietà più belle, semplicemente per ripagare i debiti contratti dagli oligarchi del paese.

Referendum, "non ho votato ma non ho nulla da esultare" di Paolo Desogus Referendum, "non ho votato ma non ho nulla da esultare"

Referendum, "non ho votato ma non ho nulla da esultare"

Sondaggio Times: Italia primo paese pacifista d'Europa di Giorgio Cremaschi Sondaggio Times: Italia primo paese pacifista d'Europa

Sondaggio Times: Italia primo paese pacifista d'Europa

No Tav, Green Pass e prospettive comuni di Francesco Santoianni No Tav, Green Pass e prospettive comuni

No Tav, Green Pass e prospettive comuni

Sulla Denazificazione dell'Ucraina di Daniele Lanza Sulla Denazificazione dell'Ucraina

Sulla Denazificazione dell'Ucraina

La finanza si "aspetta un terremoto" di Pasquale Cicalese La finanza si "aspetta un terremoto"

La finanza si "aspetta un terremoto"

“Ucraina. Il mondo al bivio” . Di Giacomo Gabellini di Damiano Mazzotti “Ucraina. Il mondo al bivio” . Di Giacomo Gabellini

“Ucraina. Il mondo al bivio” . Di Giacomo Gabellini

Scuola pubblica di Bari: iPAD Apple o te ne vai  di Antonio Di Siena Scuola pubblica di Bari: iPAD Apple o te ne vai

Scuola pubblica di Bari: iPAD Apple o te ne vai

Nell'Italia che vorrei... di Gilberto Trombetta Nell'Italia che vorrei...

Nell'Italia che vorrei...

La dichiarazione delle tribù libiche contro l’occupazione NATO di Michelangelo Severgnini La dichiarazione delle tribù libiche contro l’occupazione NATO

La dichiarazione delle tribù libiche contro l’occupazione NATO

Registrati alla nostra newsletter

Iscriviti alla newsletter per ricevere tutti i nostri aggiornamenti