/ C'č chi dice no: i paesi che rifiutano il rapporto sui diritti um...

C'č chi dice no: i paesi che rifiutano il rapporto sui diritti umani in Venezuela redatto da Michelle Bachelet

 
 

I rappresentanti di Russia, Cina, Turchia, Bielorussia, Myanmar, Iran, Cuba, Nicaragua e Bolivia, nonché i membri dell'Alleanza Bolivariana per i Popoli della Nostra America (ALBA - TCP), si oppongono in seno al Consiglio per i Diritti Umani (HRD) delle Nazioni Unite (ONU), il rapporto presentato giovedì dall'Alto Commissario, Michelle Bachelet.

 

Nel quadro della 41a sessione del Consiglio dei Diritti Umani, il rappresentante di ALBA-TCP, Lisandra Astiasaran, ha sottolineato che questo rapporto costituisce una campagna per destabilizzare il processo democratico che il paese sta vivendo, per il quale ha esortato i membri dell'organizzazione internazionale “a difendere la pace, la giustizia e l'uguaglianza sovrana", riferisce un comunicato stampa del Ministero degli Affari Esteri.

 

Questo punto trova concorde anche il rappresentante del Nicaragua, Elvieelna Diaz che, in aggiunta, ha esortato l'ONU a condannare le misure unilaterali e illegali imposte dagli Stati Uniti (USA), e ciò non è evidente nella relazione Bachelet.

 

In questo senso, Díaz ha sottolineato che le sanzioni USA contro il Venezuela hanno un "impatto negativo sulla promozione e la protezione dei diritti umani", così come costituiscono un attacco alla stabilità del paese.

 

Allo stesso modo, il rappresentante della Bolivia, Olmer Torrejón, ha respinto il blocco economico e finanziario degli Stati Uniti, che ha generato milioni di perdite e l'impossibilità di acquistare forniture mediche e cibo per soddisfare le esigenze del popolo venezuelano.

 

Questo giovedì, l'ufficio dell'Alto commissario delle Nazioni Unite per i diritti umani ha pubblicato il rapporto dell'organismo internazionale, in seguito alla visita di Bachelet in Venezuela lo scorso giugno, durante la quale ha tenuto riunioni con membri del governo nazionale e con settori della destra venezuelana.

 

Dopo la pubblicazione di questo rapporto, il governo della Repubblica Bolivariana del Venezuela ha presentato un totale di 70 osservazioni sul documento preparato da Bachelet, che presenta una visione selettiva e parziale della reale situazione dei diritti umani nella nazione.

 

Il governo nazionale "ha chiesto all'Ufficio dell'Alto Commissario delle Nazioni Unite di adottare le misure necessarie per correggere gli errori nella relazione A / HRC / 41/18 attraverso un documento in cui sono esposti errori di fatto.

 

Tra le osservazioni fatte dalla diplomazia venezuelana, si afferma che la relazione inviata il 28 giugno 2019 al governo bolivariano, in inglese, presenta una visione selettiva e parziale sulla reale situazione dei diritti umani nel paese sudamericano.

Fonte: AVN
Notizia del:
Notizia del:
 
Copyright L'Antiplomatico 2013 all rights reserved - Privacy Policy
L'AntiDiplomatico è una testata registrata in data 08/09/2015 presso il Tribunale civile di Roma al n° 162/2015 del registro di stampa