Deutsche Bank chiude le attività in Russia

Deutsche Bank chiude le attività in Russia

I nostri articoli saranno gratuiti per sempre. Il tuo contributo fa la differenza: preserva la libera informazione. L'ANTIDIPLOMATICO SEI ANCHE TU!

Dal 2 gennaio la nostra pagina Facebook subisce un immotivato e grottesco blocco da "fact checker" appartenenti a testate giornalistiche a noi concorrenti. Aiutateci ad aggirare la loro censura e iscrivetevi al Canale Telegram de l'AntiDiplomatico

 

Deutsche Bank ha dichiarato che chiuderà le sue attività in Russia. Il precedente annuncio del prestatore, giovedì scorso, in cui si diceva che sarebbe rimasto, è stato accolto con aspre critiche da investitori e politici allo stesso modo.

"Stiamo chiudendo le nostre attività rimanenti in Russia mentre aiutiamo i nostri clienti multinazionali non russi a ridurre le loro operazioni", ha precisato ieri Deutsche. "Non ci saranno nuovi affari in Russia".

La dichiarazione è arrivata appena un giorno dopo che l'amministratore delegato Christian Sewing aveva affermato che la banca con sede a Francoforte non si sarebbe completamente ritirata dalla Russia, poiché una mossa del genere "va contro i nostri valori".

Sewing ha aggiunto che non sarebbe "la cosa giusta da fare in termini di gestione delle relazioni con i clienti e aiutarli a gestire la loro situazione".

Il primo annuncio è stato respinto da Bill Browder, un investitore che fa una campagna per smascherare la corruzione, il quale ha spiegato che, rimanendo in Russia, Deutsche era "completamente in contrasto con la comunità imprenditoriale internazionale e creerà contraccolpi, perdendo reputazione e affari in Occidente. "

Fabio De Masi, ex membro del Bundestag tedesco e eminente attivista contro la criminalità finanziaria, ha sottolineato che la decisione iniziale di Deutsche Bank di non ritirarsi dal Paese era dovuta ai suoi stretti legami con l'élite russa, molti dei quali sono soggetti alle sanzioni imposte contro Mosca sopra la sua offensiva in Ucraina.

Deutsche Bank si unisce ora a una lunga lista di giganti aziendali che hanno recentemente annunciato l'intenzione di chiudere le loro attività in Russia.

La Redazione de l'AntiDiplomatico

La Redazione de l'AntiDiplomatico

L'AntiDiplomatico è una testata registrata in data 08/09/2015 presso il Tribunale civile di Roma al n° 162/2015 del registro di stampa. Per ogni informazione, richiesta, consiglio e critica: info@lantidiplomatico.it

Strage di Suviana e la logica del capitalismo di Paolo Desogus Strage di Suviana e la logica del capitalismo

Strage di Suviana e la logica del capitalismo

Tra neoliberismo e NATO: l'Argentina sull'orlo dell'abisso di Fabrizio Verde Tra neoliberismo e NATO: l'Argentina sull'orlo dell'abisso

Tra neoliberismo e NATO: l'Argentina sull'orlo dell'abisso

3 LIBRI PER "CAPIRE LA PALESTINA" LAD EDIZIONI 3 LIBRI PER "CAPIRE LA PALESTINA"

3 LIBRI PER "CAPIRE LA PALESTINA"

Trent’anni fa, il genocidio in Ruanda di Geraldina Colotti Trent’anni fa, il genocidio in Ruanda

Trent’anni fa, il genocidio in Ruanda

"11 BERSAGLI" di Giovanna Nigi di Giovanna Nigi "11 BERSAGLI" di Giovanna Nigi

"11 BERSAGLI" di Giovanna Nigi

Lenin, un patriota russo di Leonardo Sinigaglia Lenin, un patriota russo

Lenin, un patriota russo

Il PD e M5S votano per la guerra nel Mar Rosso di Giorgio Cremaschi Il PD e M5S votano per la guerra nel Mar Rosso

Il PD e M5S votano per la guerra nel Mar Rosso

Il caso "scientifico" dell'uomo vaccinato 217 volte di Francesco Santoianni Il caso "scientifico" dell'uomo vaccinato 217 volte

Il caso "scientifico" dell'uomo vaccinato 217 volte

L'austerità di Bruxelles e la repressione come spettri di Savino Balzano L'austerità di Bruxelles e la repressione come spettri

L'austerità di Bruxelles e la repressione come spettri

Ucraina. Il vero motivo di rottura tra Italia e Francia di Alberto Fazolo Ucraina. Il vero motivo di rottura tra Italia e Francia

Ucraina. Il vero motivo di rottura tra Italia e Francia

Liberal-Autocrazie di Giuseppe Giannini Liberal-Autocrazie

Liberal-Autocrazie

Autonomia differenziata e falsa sinistra di Antonio Di Siena Autonomia differenziata e falsa sinistra

Autonomia differenziata e falsa sinistra

L'INDUSTRIA AUTOMOBILISTICA E L'INTERESSE NAZIONALE di Gilberto Trombetta L'INDUSTRIA AUTOMOBILISTICA E L'INTERESSE NAZIONALE

L'INDUSTRIA AUTOMOBILISTICA E L'INTERESSE NAZIONALE

Togg fii: l’Africa è un posto dove restare di Michelangelo Severgnini Togg fii: l’Africa è un posto dove restare

Togg fii: l’Africa è un posto dove restare

Il primo dei poveri di Pasquale Cicalese Il primo dei poveri

Il primo dei poveri

Lenin fuori dalla retorica di Paolo Pioppi Lenin fuori dalla retorica

Lenin fuori dalla retorica

La crisi nel Corno d’Africa di Paolo Arigotti La crisi nel Corno d’Africa

La crisi nel Corno d’Africa

Registrati alla nostra newsletter

Iscriviti alla newsletter per ricevere tutti i nostri aggiornamenti