Elon Musk, il "vecchio umanesimo" e le confusioni di Rosa Braidotti

Elon Musk, il "vecchio umanesimo" e le confusioni di Rosa Braidotti

I nostri articoli saranno gratuiti per sempre. Il tuo contributo fa la differenza: preserva la libera informazione. L'ANTIDIPLOMATICO SEI ANCHE TU!



di Paolo Desogus*

Rosi Braidotti si è lanciata nel suo solito attacco al "vecchio umanesimo", a suo dire di "destra" e da lei nominato quasi come un oggetto repellente. Perché sarebbe di destra non si sa, ma insieme a queste farneticazioni ha aggiunto che Elon Musk tutto sommato le piace, le è "simpatico" e questo proprio perché "è un po' pazzo" e incarna l'opposizione a quel vecchio umanesimo. Secondo Rosi Braidotti, l'impresa di Musk esprime una nuova concezione dell'individuo arricchito dalla tecnologia, un nuovo essere umano espanso nel suo potenziale conoscitivo ed esperenziale grazie alla tecnica.

Ora, lasciamo perdere che è almeno dai tempi del cannocchiale di Galileo che si discute della tecnologia come potenziamento dell'umano. Retrocedendo potremmo arrivare alla scoperta della ruota e dire che non esiste essere umano senza il bagaglio tecnologico che si porta in dote. Il punto non è però questo. Rosi Braidotti tace sui licenziamenti di massa di Elon Musk e sulla sua estesissima evasione fiscale. A lei questo non interessa. L'unico elemento di destra che intravede in Musk riguarda le sue idee sulla sostituzione etnica, che lo renderebbero più prossimo a Giorgia Meloni.

Per carità, è giusto, la sostituzione etnica è una scemenza. Quello che lascia sbigottiti è che Rosi Braidotti non si rende conto che quelle idee razziste sono parte integrante del postumanesimo che a lei piace tanto e che crede essere di sinistra. E questo non solo perché chi beneficia delle nuove possibilità tecnologiche appartiene principalmente alle classi più abbienti, ma anche perché l'ideologia tecnologica di Musk esprime la volontà di potenza neoliberale e di dominio sul prossimo per mezzo della tecnica e del suo impiego sregolato da qualsiasi controllo collettivo. La tecnica non è mai neutra, ma è sempre compromessa con le forze dominanti. Per capirlo occorre però proprio quel "vecchio" umanesimo che Rosi Braidotti disprezza tanto.

*Post Facebook del 19 dicembre

Strage di Suviana e la logica del capitalismo di Paolo Desogus Strage di Suviana e la logica del capitalismo

Strage di Suviana e la logica del capitalismo

Tra neoliberismo e NATO: l'Argentina sull'orlo dell'abisso di Fabrizio Verde Tra neoliberismo e NATO: l'Argentina sull'orlo dell'abisso

Tra neoliberismo e NATO: l'Argentina sull'orlo dell'abisso

3 LIBRI PER "CAPIRE LA PALESTINA" LAD EDIZIONI 3 LIBRI PER "CAPIRE LA PALESTINA"

3 LIBRI PER "CAPIRE LA PALESTINA"

Trent’anni fa, il genocidio in Ruanda di Geraldina Colotti Trent’anni fa, il genocidio in Ruanda

Trent’anni fa, il genocidio in Ruanda

"11 BERSAGLI" di Giovanna Nigi di Giovanna Nigi "11 BERSAGLI" di Giovanna Nigi

"11 BERSAGLI" di Giovanna Nigi

Lenin, un patriota russo di Leonardo Sinigaglia Lenin, un patriota russo

Lenin, un patriota russo

Il PD e M5S votano per la guerra nel Mar Rosso di Giorgio Cremaschi Il PD e M5S votano per la guerra nel Mar Rosso

Il PD e M5S votano per la guerra nel Mar Rosso

Il caso "scientifico" dell'uomo vaccinato 217 volte di Francesco Santoianni Il caso "scientifico" dell'uomo vaccinato 217 volte

Il caso "scientifico" dell'uomo vaccinato 217 volte

L'austerità di Bruxelles e la repressione come spettri di Savino Balzano L'austerità di Bruxelles e la repressione come spettri

L'austerità di Bruxelles e la repressione come spettri

Ucraina. Il vero motivo di rottura tra Italia e Francia di Alberto Fazolo Ucraina. Il vero motivo di rottura tra Italia e Francia

Ucraina. Il vero motivo di rottura tra Italia e Francia

Liberal-Autocrazie di Giuseppe Giannini Liberal-Autocrazie

Liberal-Autocrazie

Autonomia differenziata e falsa sinistra di Antonio Di Siena Autonomia differenziata e falsa sinistra

Autonomia differenziata e falsa sinistra

L'INDUSTRIA AUTOMOBILISTICA E L'INTERESSE NAZIONALE di Gilberto Trombetta L'INDUSTRIA AUTOMOBILISTICA E L'INTERESSE NAZIONALE

L'INDUSTRIA AUTOMOBILISTICA E L'INTERESSE NAZIONALE

Togg fii: l’Africa è un posto dove restare di Michelangelo Severgnini Togg fii: l’Africa è un posto dove restare

Togg fii: l’Africa è un posto dove restare

Il primo dei poveri di Pasquale Cicalese Il primo dei poveri

Il primo dei poveri

Lenin fuori dalla retorica di Paolo Pioppi Lenin fuori dalla retorica

Lenin fuori dalla retorica

La crisi nel Corno d’Africa di Paolo Arigotti La crisi nel Corno d’Africa

La crisi nel Corno d’Africa

Registrati alla nostra newsletter

Iscriviti alla newsletter per ricevere tutti i nostri aggiornamenti