ALBA LATINA/Evo Morales: «L'imperialismo ha fallito nel suo progetto politico...

Evo Morales: «L'imperialismo ha fallito nel suo progetto politico ed economico»

 

l'AntiDiplomatico ha bisogno del tuo aiuto. Una tua piccola donazione può essere vitale per la nostra battaglia di informazione.

Il presidente della Bolivia denuncia che «il sistema capitalista non ha un piano per l’umanità»

 

Guerre, inquinamento ambientale, miseria crescente. Il mondo, l’umanità intera sembra destinata a deragliare. Guidata da un gruppo di paesi irresponsabili che per i propri interessi sono pronti a sacrificare le regole basilari del vivere civile, il rispetto dei diritti umani fondamentali. 

 

A questo proposito Evo Morales - presidente della Bolivia - ha denunciato che «il sistema capitalista non ha un piano per l’umanità», che l’imperialismo ha fallito con le sue politiche economiche. I risultati sono sotto gli occhi di tutti. Almeno di chi ha la reale volontà di vedere.

 

«L’imperialismo - ha affermato Morales in riferimento agli Stati Uniti - ha perso il suo progetto politico ed economico». La prova è data dal fallimento di quella globalizzazione «che ci hanno fatto credere sarebbe stata la soluzione a tutti i problemi». 

 

Problemi economici che attanagliano i paesi europei, provocati da quelle politiche neoliberiste che distrussero l’America Latina - le stesse che ora sono applicate da Brasile e Argentina - e provocarono la forte reazione dei popoli latinoamericani che trovarono il proprio riscatto nelle politiche bolivariane promosse dal Comandante Chavez, a cui si unirono Evo Morales in Bolivia, Rafael Correa in Ecuador. Due esempi di governi che hanno recuperato la sovranità nazionale e popolare, oltre ad aver implementato politiche volte al benessere dei popoli.    

Fonte: teleSUR
Notizia del:
Notizia del:
 
Copyright L'Antiplomatico 2013 all rights reserved - Privacy Policy Change privacy settings
L'AntiDiplomatico è una testata registrata in data 08/09/2015 presso il Tribunale civile di Roma al n° 162/2015 del registro di stampa