/ Sistema di guerra elettronica in Siria in grado di tracciare gli ...

Sistema di guerra elettronica in Siria in grado di tracciare gli aerei in Europa e Israele

 

Il sistema di guerra radio-elettronica rinforzato assegna automaticamente un numero bersaglio ad esso offrendo varie opzioni.


Il sistema russo di guerra elettronica rinforzato in Siria è in grado di tracciare gli aerei negli aeroporti europei e israeliani, ha spiegato all'agenzia TASS Vladimir Mikheyev, consigliere del primo vice direttore generale della Russia Radio Concerny Technologies (KRET).
 
Secondo Mikheyev, per rinforzare la componente aeronautica del sistema, potrebbero essere utilizzati jammer specializzati insieme a sistemi terrestri. "Si prevede inoltre di aumentare la task force navale con sistemi di guerra elettronica e di difesa aerea", ha affermato.

"E tutto questo verrà integrato in un sistema di controllo comune e sapremo non solo se qualcuno è entrato nello spazio aereo in questa regione, ma anche che da qualche parte un aereo sta operando solo sulla pista, sia in Israele che in Arabia Saudita o persino in Europa, e riusciremo a capire chi è sotto il controllo del sistema integrato di difesa degli aiuti", ha aggiunto.

 
Una volta individuato un aereo in un aeroporto, il sistema di guerra radio-elettronica rinforzato assegna automaticamente un numero di bersaglio ad esso e offre varie opzioni: "ricognizione radio-elettronica, attenuazione o soppressione elettronica o anche, se vediamo che la situazione è critica, fare fuoco", ha precisato Mikheyev.
 
In seguito all'abbattimento dell'aereo russo Ilyushin-20 in Siria, causato dagli aerei da guerra israeliani che si sono fatti scudo per difendersi dalla difesa missilistica siriana, il ministro della Difesa russo Sergei Shoigu si è impegnato a rafforzare i sistemi di guerra radio-elettronica in Siria.
 
 
Fonte: TASS
Notizia del:
Notizia del:
 
Copyright L'Antiplomatico 2013 all rights reserved - Privacy Policy
L'AntiDiplomatico è una testata registrata in data 08/09/2015 presso il Tribunale civile di Roma al n° 162/2015 del registro di stampa