/ Gli USA creeranno una coalizione internazionale per contrastare l...

Gli USA creeranno una coalizione internazionale per contrastare l'Iran

 

La decisione è stata annunciata dall'ambasciatrice statunitense all'ONU, Nikki Haley.


Gli Stati Uniti creeranno una coalizione internazionale per contrastare l'Iran ha informato l'ambasciatrice sttunitense alle Nazioni Unite, Nikki Haley, nel corso di una conferenza stampa, riportata dall'agenzia britannica, Reuters.
 
Haley ha riferito che il missile balistico lanciato all'inizio del novembre scorso dallo Yemen e intercettato dalle forze di difesa aerea dell'Arabia Saudita è stato prodotto in Iran e ha mostrato alcuni dei suoi componenti durante la conferenza stampa.
 
Dal momento che Washington avrebbe le 'prove' che Teheran usi tali armi e che quindi violerebbe la risoluzione del Consiglio di sicurezza delle Nazioni Unite, la diplomatica ha avvertito che il corpo delle Nazioni Unite inizierà ad agire contro l'Iran "si estenderanno a tutta la comunità internazionale ".
 
"Creeremo una coalizione per affrontare  l'Iran su ciò che sta facendo", ha promesso Nikki Haley, che ha rilevato che ignorare le attività del paese persiano potrebbe portare a "l'emergere di una nuova Corea del Nord".

 
La risposta dall'Iran
 
Da parte sua, la missione dell'Iran alle Nazioni Unite ha definito queste dichiarazioni "irresponsabili, provocatorie e distruttive" e ha assicurato che i frammenti missilistici presentati da Haley sono "fabbricati".
 
Riguardo al conflitto tra Yemen e Arabia Saudita, gli iraniani hanno sottolineato che le accuse di Washington "cercano di nascondere i crimini di guerra" che i sauditi commettono nel territorio yemenita" con la complicità degli Stati Uniti" e "distogliere l'attenzione internazionale e regionale" da quella "guerra di aggressione", che è "in un vicolo cieco".
 
 
Fonte: Reuters
Notizia del:
Notizia del:
 
Copyright L'Antiplomatico 2013 all rights reserved - Privacy Policy
L'AntiDiplomatico è una testata registrata in data 08/09/2015 presso il Tribunale civile di Roma al n° 162/2015 del registro di stampa