I 33 deputati che hanno votato NO al Green Pass alla Camera

I 33 deputati che hanno votato NO al Green Pass alla Camera

I nostri articoli saranno gratuiti per sempre. Il tuo contributo fa la differenza: preserva la libera informazione. L'ANTIDIPLOMATICO SEI ANCHE TU!


Abbiamo pubblicato i nomi dei Senatori che hanno espresso voto contrario alla fiducia al Governo Draghi sul decreto green pass.


È bene che siano noti anche i nomi dei deputati che alla Camera hanno votato contro.
Nessun media li ha pubblicati.


Penso che sia opportuno conoscerli, perché oggi non essere omologati al grande assembramento del Draghistan sia un fatto eccezionale, che merita riconoscimento.

Le dichiarazioni di voto di tutti parlamentari di Alternativa (da poco costituito a tutti gli effetti quale partito) sono degne di essere ascoltate e conservate, a futura memoria, per comprendere un periodo storico drammatico, di passaggio epocale dalla democrazia rappresentativa al potere oligarchico assoluto.
Qualche "sorpresa" dal voto di leghisti, in contrasto con le indicazioni di voto, qualche dichiarazione di dissenso dai banchi del M5S (seguito dall'uscita dall'aula).


Molte assenze, nessuna astensione.

Il decreto legge, da convertire in fretta e furia, è quello che estende l'obbligo del green pass sul posto di lavoro. A Palazzo Madama aveva ricevuto il via libera proprio dopo che il governo aveva posto la questione di fiducia, facendo decadere tutti gli emendamenti e articoli aggiuntivi. È successo lo stesso il 18 novembre alla Camera, con il voto alla fiducia che è arrivato con 453 sì e 42 no. Poi, in tarda serata, si è proceduto alla votazione del testo senza alcuna modifica: il risultato è stato di 300 voti favorevoli e 33 contrari.


Eccoli:
1 Albano Lucia (FdI)
2 Benedetti Silvia (Misto ex M5S)
3 Borghi Claudio (Lega)
4 Bucalo Carmela (FdI)
5 Cabras Pino (Alternativa)
6 Caiata Salvatore (FdI)
7 Caretta Maria Cristina (FdI)
8 Corda Emanuela (Alternativa)
9 Costanzo Jessica (Alternativa)
10 Deidda Salvatore (FdI)
11 De Martini Guido (Lega)
12 Forciniti Francesco (Alternativa)
13 Frassinetti Paola (FdI)
14 Galantino Davide (FdI)
15 Gemmato Marcello (FdI)
16 Giannone Veronica (Forza Italia, ex M5S)
17 Giuliodori Paolo (Alternativa)
18 Maniero Alvise (Alternativa)
19 Mantovani Lucrezia (FdI)
20 Maschio Ciro (FdI)
21 Montaruli Augusta (FdI)
22 Osnato Marco (FdI)
23 Prisco Emanuele (FdI)
24 Raduzzi Raphael (Alternativa)
25 Romaniello Cristian (Misto ex M5S)
26 Russo Giovanni (FdI ex M5S)
27 Silvestri Rachele (FdI ex M5S)
28 Sodano Michele (Misto ex M5S)
29 Trancassini Paolo (FdI)
30 Trano Raffaele (Alternativa)
31 Vallascas Andrea (Alternativa)
32 Varchi Carolina (FdI)
33 Vinci Gianluca (FdI ex Lega).

Agata Iacono

Agata Iacono

Sociologa e antropologa

Strage di Suviana e la logica del capitalismo di Paolo Desogus Strage di Suviana e la logica del capitalismo

Strage di Suviana e la logica del capitalismo

3 LIBRI PER "CAPIRE LA PALESTINA" LAD EDIZIONI 3 LIBRI PER "CAPIRE LA PALESTINA"

3 LIBRI PER "CAPIRE LA PALESTINA"

Trent’anni fa, il genocidio in Ruanda di Geraldina Colotti Trent’anni fa, il genocidio in Ruanda

Trent’anni fa, il genocidio in Ruanda

La tigre di carta è nuda di Clara Statello La tigre di carta è nuda

La tigre di carta è nuda

"11 BERSAGLI" di Giovanna Nigi di Giovanna Nigi "11 BERSAGLI" di Giovanna Nigi

"11 BERSAGLI" di Giovanna Nigi

Lenin, un patriota russo di Leonardo Sinigaglia Lenin, un patriota russo

Lenin, un patriota russo

Il PD e M5S votano per la guerra nel Mar Rosso di Giorgio Cremaschi Il PD e M5S votano per la guerra nel Mar Rosso

Il PD e M5S votano per la guerra nel Mar Rosso

Il caso "scientifico" dell'uomo vaccinato 217 volte di Francesco Santoianni Il caso "scientifico" dell'uomo vaccinato 217 volte

Il caso "scientifico" dell'uomo vaccinato 217 volte

L'austerità di Bruxelles e la repressione come spettri di Savino Balzano L'austerità di Bruxelles e la repressione come spettri

L'austerità di Bruxelles e la repressione come spettri

Ucraina. Il vero motivo di rottura tra Italia e Francia di Alberto Fazolo Ucraina. Il vero motivo di rottura tra Italia e Francia

Ucraina. Il vero motivo di rottura tra Italia e Francia

Difendere l'indifendibile (I partiti e le elezioni) di Giuseppe Giannini Difendere l'indifendibile (I partiti e le elezioni)

Difendere l'indifendibile (I partiti e le elezioni)

Autonomia differenziata e falsa sinistra di Antonio Di Siena Autonomia differenziata e falsa sinistra

Autonomia differenziata e falsa sinistra

L'INDUSTRIA AUTOMOBILISTICA E L'INTERESSE NAZIONALE di Gilberto Trombetta L'INDUSTRIA AUTOMOBILISTICA E L'INTERESSE NAZIONALE

L'INDUSTRIA AUTOMOBILISTICA E L'INTERESSE NAZIONALE

Libia. 10 anni senza elezioni di Michelangelo Severgnini Libia. 10 anni senza elezioni

Libia. 10 anni senza elezioni

Il salto tecnologico della Cina e il QE (di guerra) di Draghi di Pasquale Cicalese Il salto tecnologico della Cina e il QE (di guerra) di Draghi

Il salto tecnologico della Cina e il QE (di guerra) di Draghi

Lenin fuori dalla retorica di Paolo Pioppi Lenin fuori dalla retorica

Lenin fuori dalla retorica

Il nodo Israele fa scomparire l'Ucraina dai radar di Paolo Arigotti Il nodo Israele fa scomparire l'Ucraina dai radar

Il nodo Israele fa scomparire l'Ucraina dai radar

DRAGHI IL MAGGIORDOMO DI GOLDMAN & SACHS di Michele Blanco DRAGHI IL MAGGIORDOMO DI GOLDMAN & SACHS

DRAGHI IL MAGGIORDOMO DI GOLDMAN & SACHS

Registrati alla nostra newsletter

Iscriviti alla newsletter per ricevere tutti i nostri aggiornamenti