I Repubblicani esortano Biden a fare un test cognitivo attitudinale

I Repubblicani esortano Biden a fare un test cognitivo attitudinale

I nostri articoli saranno gratuiti per sempre. Il tuo contributo fa la differenza: preserva la libera informazione. L'ANTIDIPLOMATICO SEI ANCHE TU!

Dubbi sulle effettive capacità cognitive del presidente Biden negli Stati Uniti.
 
In una lettera, firmata da 37 dei suoi colleghi repubblicani al Congresso, il rappresentante del Texas Dr. Ronny Jackson avverte che il "declino mentale e la smemoratezza del presidente Biden sono diventati più evidenti negli ultimi due anni", ed esorta il presidente 79enne - che si è addirittura dichiarato pronto a correre per un secondo mandato - a fare un test cognitivo attitudinale (proprio come fatto dall'ex presidente Trump).

"Io e i miei colleghi chiediamo nuovamente al presidente Biden di sottoporsi immediatamente a un esame formale di screening cognitivo, come il Montreal Cognitive Assessment", ha affermato Jackson.

"Come ex medico di tre presidenti degli Stati Uniti, so cosa ci vuole mentalmente e fisicamente per eseguire i doveri di Comandante in Capo e Capo di Stato", ha detto Jackson, che è stato medico della Casa Bianca per gli ex presidenti George W. Bush, Barack Obama e Donald Trump.

"Joe Biden ha più volte dato prova a me e al mondo che qualcosa non va. Il popolo statunitense merita di avere assoluta fiducia nelle capacità cognitive del suo presidente”, ha aggiunto il medico.

Non sono solo i "suprematisti bianchi" ad essere preoccupati per le capacità cognitive del presidente, anche i media mainstream australiani sembrano iniziare a farsi delle domande circa le condizioni cognitive del presidente statunitense, come si evince da questo servizio di Sky News Australia in cui il declino cognitivo di Biden viene definito .  

Bisogna infine sottolineare che stiamo parlando del massimo dirigente di quel paese che potrebbe trascinare il mondo intero in un conflitto rovinoso contro la Russia. Un conflitto che potrebbe sfociare nella guerra nucleare con ripercussioni drammatiche per il mondo intero.

A questo punto è più che doveroso chiedersi se effettivamente quest’uomo sia in grado di guidare una superpotenza nucleare come gli Stati Uniti.

 

La Redazione de l'AntiDiplomatico

La Redazione de l'AntiDiplomatico

L'AntiDiplomatico è una testata registrata in data 08/09/2015 presso il Tribunale civile di Roma al n° 162/2015 del registro di stampa. Per ogni informazione, richiesta, consiglio e critica: info@lantidiplomatico.it

L'agenda Draghi-Meloni di Giorgio Cremaschi L'agenda Draghi-Meloni

L'agenda Draghi-Meloni

Combattere l'imperialismo significa nominarlo (e smascherarlo)   di Bruno Guigue Combattere l'imperialismo significa nominarlo (e smascherarlo)

Combattere l'imperialismo significa nominarlo (e smascherarlo)

28 OTTOBRE 2022: APPELLO PER UN SECOLO ANTIFASCISTA di Alberto Fazolo 28 OTTOBRE 2022: APPELLO PER UN SECOLO ANTIFASCISTA

28 OTTOBRE 2022: APPELLO PER UN SECOLO ANTIFASCISTA

Torna a salire la tensione tra Grecia e Turchia di Antonio Di Siena Torna a salire la tensione tra Grecia e Turchia

Torna a salire la tensione tra Grecia e Turchia

Il sabotaggio Usa dei Nord Stream e la guerra per l'Artico di Gilberto Trombetta Il sabotaggio Usa dei Nord Stream e la guerra per l'Artico

Il sabotaggio Usa dei Nord Stream e la guerra per l'Artico

Draghi o non Draghi, resta la gabbia dell'eurozona di Thomas Fazi Draghi o non Draghi, resta la gabbia dell'eurozona

Draghi o non Draghi, resta la gabbia dell'eurozona

Digitalizzazione? Gli economisti e la "variabile" energia di Giuseppe Masala Digitalizzazione? Gli economisti e la "variabile" energia

Digitalizzazione? Gli economisti e la "variabile" energia

Gorbachev: ritorno alla terra di Daniele Lanza Gorbachev: ritorno alla terra

Gorbachev: ritorno alla terra

I 25 anni di Google e il potere "ipnotico" di YouTube di  Leo Essen I 25 anni di Google e il potere "ipnotico" di YouTube

I 25 anni di Google e il potere "ipnotico" di YouTube

Populismo terminale. La dispersione della sinistra e della destra di Damiano Mazzotti Populismo terminale. La dispersione della sinistra e della destra

Populismo terminale. La dispersione della sinistra e della destra

Registrati alla nostra newsletter

Iscriviti alla newsletter per ricevere tutti i nostri aggiornamenti