Il blocco di Netanyahu vince le elezioni parlamentari in Israele

Il blocco di Netanyahu vince le elezioni parlamentari in Israele

I nostri articoli saranno gratuiti per sempre. Il tuo contributo fa la differenza: preserva la libera informazione. L'ANTIDIPLOMATICO SEI ANCHE TU!

 

Il Comitato elettorale centrale di Israele ha terminato questo pomeriggio il conteggio dei voti alle elezioni del Knéset, il parlamento del Paese. Il vincitore delle elezioni è il blocco politico guidato dall'ex primo ministro israeliano Benjamin Netanyahu.

Di conseguenza, il gruppo della destra religiosa, che comprende il Likud (guidato da Netanyahu), il sionismo religioso, il giudaismo della Torah unita e i partiti Shas, ha ottenuto 64 seggi. Nel frattempo, la coalizione di governo è rimasta ferma a 51 mentre quella Hadash-Ta'al con 5.

Nel frattempo, il primo ministro israeliano Yair Lapid si è congratulato con Netanyahu per la sua vittoria e ha incaricato il suo staff di prepararsi per il processo di transizione al potere.

Si tratta della quinta elezione parlamentare dal 9 aprile 2019. Va ricordato che alla fine dello scorso giugno i legislatori israeliani hanno approvato un disegno di legge per sciogliere la Knesset e indire nuove elezioni. Il presidente del parlamento Mickey Levy ha detto all'epoca che la 24a Knesset disciolta era "polarizzata" e che l'odio al suo interno aveva "raggiunto nuove vette".

Benjamin Netanyahu è stato Primo Ministro di Israele per un totale di 15 anni, dal 1996 al 1999 e poi dal 2009 al 2021.

Come primo atto dal nuovo esecutivo dovrebbe essere prevista la rottura dell’accordo con il Libano sui confini marittimi e lo sfruttamento dei giacimenti di gas. Nuove tensioni potrebbero emergere soprattutto con il gruppo di Resistenza libanese, Hezbollah, il quale, quando non si è ancora raggiunto l’accordo aveva già minacciato più volte di attaccare le piattaforme israeliane.

Con Netanyahu ci saranno ancora più pressioni con gli USA riguardo al complimento dell'accordo sul nucleare iraniano. Senza questo accordo, alle sue condizioni, Washington ha sul tavolo l'opzione dell'attacco all'Iran.

Immediate sono arrivate per Netanyahu le congratulazioni dell’ambasciatore degli Stati Uniti d’America in Israele, Tom Nides.

 

Insomma, per chi vuole pace non è proprio un bel periodo…

La Redazione de l'AntiDiplomatico

La Redazione de l'AntiDiplomatico

L'AntiDiplomatico è una testata registrata in data 08/09/2015 presso il Tribunale civile di Roma al n° 162/2015 del registro di stampa. Per ogni informazione, richiesta, consiglio e critica: info@lantidiplomatico.it

Il macronismo apre le porte all'estrema destra di Paolo Desogus Il macronismo apre le porte all'estrema destra

Il macronismo apre le porte all'estrema destra

Da Madrid, l’Internazionale nera contro il socialismo di Geraldina Colotti Da Madrid, l’Internazionale nera contro il socialismo

Da Madrid, l’Internazionale nera contro il socialismo

"11 BERSAGLI" di Giovanna Nigi di Giovanna Nigi "11 BERSAGLI" di Giovanna Nigi

"11 BERSAGLI" di Giovanna Nigi

 COSA PREVEDE LA RIFORMA DELLA LEGGE SOCIETARIA IN CINA di Leonardo Sinigaglia  COSA PREVEDE LA RIFORMA DELLA LEGGE SOCIETARIA IN CINA

COSA PREVEDE LA RIFORMA DELLA LEGGE SOCIETARIA IN CINA

Armi ad Israele: a che gioco sta giocando Washington? di Giacomo Gabellini Armi ad Israele: a che gioco sta giocando Washington?

Armi ad Israele: a che gioco sta giocando Washington?

FT - Nell'UE si teme ora "l'effetto Fico" di Marinella Mondaini FT - Nell'UE si teme ora "l'effetto Fico"

FT - Nell'UE si teme ora "l'effetto Fico"

L'austerità di Bruxelles e la repressione come spettri di Savino Balzano L'austerità di Bruxelles e la repressione come spettri

L'austerità di Bruxelles e la repressione come spettri

Ucraina. Il vero motivo di rottura tra Italia e Francia di Alberto Fazolo Ucraina. Il vero motivo di rottura tra Italia e Francia

Ucraina. Il vero motivo di rottura tra Italia e Francia

La violenza del capitale di Giuseppe Giannini La violenza del capitale

La violenza del capitale

Toti e quei reati "a fin di bene" di Antonio Di Siena Toti e quei reati "a fin di bene"

Toti e quei reati "a fin di bene"

Mercato "libero" e vincolo interno: uno studio di Assoutenti di Gilberto Trombetta Mercato "libero" e vincolo interno: uno studio di Assoutenti

Mercato "libero" e vincolo interno: uno studio di Assoutenti

Gli ultimi dati del commercio estero cinese di Pasquale Cicalese Gli ultimi dati del commercio estero cinese

Gli ultimi dati del commercio estero cinese

La foglia di Fico di  Leo Essen La foglia di Fico

La foglia di Fico

Lenin fuori dalla retorica di Paolo Pioppi Lenin fuori dalla retorica

Lenin fuori dalla retorica

Gaza (e Cisgiordania), tra massacri e doppi standard di Paolo Arigotti Gaza (e Cisgiordania), tra massacri e doppi standard

Gaza (e Cisgiordania), tra massacri e doppi standard

Thomas Piketty e il capitalismo finanziario di Michele Blanco Thomas Piketty e il capitalismo finanziario

Thomas Piketty e il capitalismo finanziario

Registrati alla nostra newsletter

Iscriviti alla newsletter per ricevere tutti i nostri aggiornamenti