"Inaccettabile". Bufera Dem su Biden per richiesta aumento budget Pentagono

"Inaccettabile". Bufera Dem su Biden per richiesta aumento budget Pentagono

I nostri articoli saranno gratuiti per sempre. Il tuo contributo fa la differenza: preserva la libera informazione. L'ANTIDIPLOMATICO SEI ANCHE TU!

 

Il presidente Joe Biden ha affrontato una vera e propria tempesta di critiche dopo aver richiesto un budget di 715 miliardi di dollari per il Pentagono l'anno prossimo. Un aumento rispetto al budget chiesto dell'ex presidente Donald Trump per il 2021.

La richiesta di Biden per un budget per la difesa di 753 miliardi di dollari per il 2022 - con ben 715 miliardi di dollari che vanno direttamente al Pentagono - è stata resa pubblica ieri e immediatamente ha attirato critiche per essere un numero ancora più alto del budget per la difesa di $ 740 miliardi di Trump (con 704 miliardi di dollari per il Pentagono).

Gran parte dell'opposizione contro la richiesta di Biden proviene da figure all'interno del suo stesso Partito Democratico, le quali hanno avvertito che un budget così alto sarebbe "inaccettabile" e un "grave errore" poiché il mondo attualmente lotta per combattere il Covid-19.

"Nel bel mezzo di una pandemia che ha solo esacerbato la disuguaglianza, dobbiamo andare oltre per mettere i bisogni del popolo americano sui profitti degli appaltatori della difesa", ha  dichiarato il rappresentante del Wisconsin Mark Pocan, mentre il rappresentante della California Ro Khanna ha definito la notizia "deludente."

Il senatore del Vermont Bernie Sanders ha chiesto un'indagine su "i rifiuti e le frodi attualmente esistenti al Pentagono", sottolineando che gli Stati Uniti "spendono già di più per le forze armate rispetto alle successive 12 nazioni messe insieme", mentre l'ex segretario del lavoro degli Stati Uniti Robert Reich, che ha prestato servizio in numerose amministrazioni presidenziali, ha twittato: "L'ultima cosa di cui abbiamo bisogno è un budget militare più grande".

Altri esponenti Dem hanno lamentato come la richiesta di budget era la prova che "il complesso militare-industriale ANCORA controlla entrambi i partiti politici corrotti" e hanno notato che il Segretario alla Difesa di Biden Lloyd Austin è un membro del consiglio di amministrazione dell'appaltatore della difesa Raytheon.

La Redazione de l'AntiDiplomatico

La Redazione de l'AntiDiplomatico

L'AntiDiplomatico è una testata registrata in data 08/09/2015 presso il Tribunale civile di Roma al n° 162/2015 del registro di stampa. Per ogni informazione, richiesta, consiglio e critica: info@lantidiplomatico.it

Potrebbe anche interessarti

Referendum, "non ho votato ma non ho nulla da esultare" di Paolo Desogus Referendum, "non ho votato ma non ho nulla da esultare"

Referendum, "non ho votato ma non ho nulla da esultare"

Marmolada: strage del sistema di Giorgio Cremaschi Marmolada: strage del sistema

Marmolada: strage del sistema

Ecco chi pagherà (veramente) la ricostruzione dell'Ucraina di Marinella Mondaini Ecco chi pagherà (veramente) la ricostruzione dell'Ucraina

Ecco chi pagherà (veramente) la ricostruzione dell'Ucraina

Il Liquidatore entra nella fase finale di Savino Balzano Il Liquidatore entra nella fase finale

Il Liquidatore entra nella fase finale

Sulla Denazificazione dell'Ucraina di Daniele Lanza Sulla Denazificazione dell'Ucraina

Sulla Denazificazione dell'Ucraina

“Ucraina. Il mondo al bivio” . Di Giacomo Gabellini di Damiano Mazzotti “Ucraina. Il mondo al bivio” . Di Giacomo Gabellini

“Ucraina. Il mondo al bivio” . Di Giacomo Gabellini

Scuola pubblica di Bari: iPAD Apple o te ne vai  di Antonio Di Siena Scuola pubblica di Bari: iPAD Apple o te ne vai

Scuola pubblica di Bari: iPAD Apple o te ne vai