Iraq. A 2 giorni dall'arrivo del Papa, missili colpiscono base USA

Iraq. A 2 giorni dall'arrivo del Papa, missili colpiscono base USA

l'AntiDiplomatico ha bisogno del tuo aiuto. Una tua piccola donazione può essere vitale per la nostra battaglia di informazione.

 

Una base aerea nella provincia irachena occidentale di Anbar è stata colpita da almeno 10 missili, appena due settimane dopo che un attacco missilistico contro le forze a guida USA nel nord dell'Iraq ha ucciso un contractor civile.

Oggi, il colonnello Wayne Marotto, portavoce dell'esercito americano in Iraq e dell'operazione Inherent Resolve, ha confermato che la base aerea di Ain al-Asad è stata colpita da almeno 10 missili a fuoco indiretto. 

Marotto ha aggiunto che la base, che ospita sia le truppe statunitensi che quelle della coalizione, è stata colpita approssimativamente alle 7:20 (4:20 GMT). Non è ancora chiaro se ci siano vittime.

Una fonte anonima del Comando Operativo di Baghdad ha rivelato all'agenzia Reuters che circa 13 razzi sono stati lanciati da una posizione a otto chilometri (cinque miglia) dalla base. 

È il primo attacco alle postazioni della coalizione da quando gli Stati Uniti hanno lanciato attacchi aerei contro le milizie sostenute dall'Iran in Siria la scorsa settimana. 

La base è stata presa di mira nel gennaio 2020 dalle forze iraniane, lanciate in risposta all'assassinio statunitense del generale iraniano Qassem Soleimani. In totale, almeno 11 missili Qiam furono lanciati contro Ain al-Asad nel contrattacco iraniano, secondo il segretario alla difesa dell'epoca, Mark Esper, anche se il rapporto della CBS riportava 16. 

L'attacco di oggi arriva appena due settimane dopo che un attacco missilistico ha colpito la città irachena settentrionale di Erbil, uccidendo un civile americano e ferendone altri, compresi i membri dei servizi statunitensi. 

Nonostante il deterioramento della situazione della sicurezza, che ha visto anche un attentato suicida a Baghdad, il primo grande attentato in tre anni, venerdì prossimo Papa Francesco dovrebbe iniziare una visita di tre giorni in Iraq.

È pronto a visitare Baghdad, Najaf, Nassiriya e Mosul dilaniata dalla guerra.

La Redazione de l'AntiDiplomatico

La Redazione de l'AntiDiplomatico

L'AntiDiplomatico è una testata registrata in data 08/09/2015 presso il Tribunale civile di Roma al n° 162/2015 del registro di stampa. Per ogni informazione, richiesta, consiglio e critica: info@lantidiplomatico.it

Potrebbe anche interessarti

80 ANNI FA L’INFAMIA DELL’ITALIA VERSO LA JUGOSLAVIA di Giorgio Cremaschi 80 ANNI FA L’INFAMIA DELL’ITALIA VERSO LA JUGOSLAVIA

80 ANNI FA L’INFAMIA DELL’ITALIA VERSO LA JUGOSLAVIA

I vaccini non sono la risposta definitiva al Covid. Parola di Fauci di Francesco Santoianni I vaccini non sono la risposta definitiva al Covid. Parola di Fauci

I vaccini non sono la risposta definitiva al Covid. Parola di Fauci

Uscire dal lockdown delle menti Uscire dal lockdown delle menti

Uscire dal lockdown delle menti

Chi uccide veramente la cultura (da 30 anni) di Giuseppe Masala Chi uccide veramente la cultura (da 30 anni)

Chi uccide veramente la cultura (da 30 anni)

Registrati alla nostra newsletter

Iscriviti alla newsletter per ricevere tutti i nostri aggiornamenti